Get a Grip

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Get a Grip
Artista Aerosmith
Tipo album Studio
Pubblicazione 20 aprile 1993[1]
Durata 62 min : 18 s
Dischi 1
Tracce 14
Genere Heavy metal[1]
Hair metal[1]
Album-oriented rock[1]
Pop metal[1]
Arena rock[1]
Rock and roll[1]
Etichetta Geffen Records
Produttore Bruce Fairbairn
Registrazione gennaio-febbraio 1992 agli A&M Studios
settembre-novembre 1992 ai Little Mountain Sound Studios (Vancouver, Canada)
Certificazioni
Dischi d'oro Brasile Brasile (2)[2]
(vendite: 200 000+)

Finlandia Finlandia[3]
(vendite: 33 759)[4] Francia Francia[5]
(vendite: 15 200)[6]

Messico Messico[7]
(vendite: 100 000+)
Dischi di platino Germania Germania[8]
(Vendite: 500.000+)

Regno Unito Regno Unito[9]
(Vendite: 300.000+)
Spagna Spagna[10]
(vendite: 100 000+)
Svezia Svezia (1)[11]
(vendite: 100 000+)

Stati Uniti Stati Uniti (7)[12]
(Vendite: 7.000.000+)
Dischi di diamante Canada Canada[13]
(Vendite: 1.000.000+)
Aerosmith - cronologia
Album precedente
(1989)
Album successivo
(1997)
Singoli
  1. Livin' on the Edge
    Pubblicato: 23 marzo 1993
  2. Eat the Rich
    Pubblicato: Maggio 1993
  3. Fever
    Pubblicato: 30 agosto 1993
  4. Cryin'
    Pubblicato: Ottobre 1993
  5. Amazing
    Pubblicato: Dicembre 1993
  6. Shut Up and Dance
    Pubblicato: Febbraio 1994
  7. Crazy
    Pubblicato: 3 marzo 1994
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Allmusic[1] 2.5/5 stelle
Blender[14] 3/5 stelle
Entertainment Weekly[15] C
Robert Christgau[16] A-
Rolling Stone[17] 3/5 stelle

Get a Grip è l'undicesimo album in studio della rock band statunitense Aerosmith, pubblicato il 20 aprile 1993 dalla Geffen Records.[1] È stato l'ultimo album in studio pubblicato sotto la Geffen prima del ritorno della band alla Columbia Records.

Get a Grip vanta la partecipazione di diversi ospiti, tra cui Don Henley, che segue i cori in Amazing, e Lenny Kravitz, che ha offerto voce e collaborazione in Line Up. Come in Permanent Vacation e Pump, alla stesura dell'album hanno contribuito diversi autori esterni: Desmond Child, Jim Vallance, Mark Hudson, Richard Supa, Taylor Rhodes, Jack Blades e Tommy Shaw.

Get a Grip è il maggior successo commerciale degli Aerosmith a livello mondiale, con oltre 20 milioni di copie vendute nel mondo, ed è stato il loro primo disco a raggiungere la posizione numero 1 della Billboard 200 negli Stati Uniti. Due canzoni dell'album, Livin' on the Edge e Crazy, sono state premiate con un Grammy Award alla miglior performance rock di un duo o un gruppo, rispettivamente nel 1994 e nel 1995.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

L'album doveva originalmente contenere 12 tracce ed essere rilasciato nella seconda metà del 1992, ma il responsabile della Geffen John Kalodner ascoltò ciò che era stato registrato e concluse che mancava di varietà e di potenziali singoli per le radio. Perciò la band tornò a comporre altre canzoni con collaboratori esterni come Desmond Child.[18]

Riguardo alle canzoni dell'album che riflettono il passato rapporto della band con gli abusi di droga, come Get a Grip e Amazing, Steven Tyler ha dichiarato:

« Stavamo dicendo che si può tornare dietro ad alcune di quelle vecchie convinzioni circa il bivio e la firma con il diavolo, che è possibile guardare le droghe in questa maniera: può essere divertente all'inizio, ma poi arriva il momento di pagare il tuo debito, e se non sei abbastanza sveglio per capire che ti sta distruggendo, allora lo farà per davvero.[19] »

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Nella sua recensione di Get a Grip su Allmusic, il critico Stephen Thomas Erlewine ha affermato come l'album sia stata una delusione rispetto a Pump, in quanto il sound della band si era troppo "ammorbidito" rispetto al passato, ma nonostante ciò suonava ancora bene.[1] Mark Coleman, per conto di Rolling Stone, ha fatto notare il suo apprezzamento per la title-track e ha paragonato l'intro dell'album alla collaborazione di Steven Tyler e Joe Perry con i Run DMC per Walk this Way, ma ha ritenuto che la maggior parte dell'album mancasse di spessore e che fosse troppo "cupo". Nella sua intervista, ha paragonato Livin' on the Edge a una canzone dei Bon Jovi e ha detto che il problema maggiore dell'album deriva dagli autori/collaboratori esterni.[17] Robert Christgau, tuttavia, è stato molto soddisfatto di come in Get a Grip la band abbia tentato di fare qualcosa di nuovo, come nella canzone Cryin', e ha dato agli Aerosmith la sua miglior recensione dai tempi del Greatest Hits del 1980.[16] Ben Mitchell di Blender ha etichettato l'album come troppo "soft" e "superficiale", ma ha teso particolari lodi per Eat the Rich e Crazy, etichettandole come le migliori del disco.[14]

Un gruppo animalista ha contestato la copertina dell'album, raffigurante la mammella di una mucca trafitta da un orecchino (presumibilmente di Steven Tyler), ma gli Aerosmith hanno poi confermato che l'immagine è stata generata al computer.[20]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Intro – 0:24 (Steven Tyler, Joe Perry, Jim Vallance)
  2. Eat the Rich – 4:10 (Tyler, Perry, Vallance)
  3. Get a Grip – 3:59 (Tyler, Perry, Vallance)
  4. Fever – 4:15 (Tyler, Perry)
  5. Livin' on the Edge – 6:21 (Tyler, Perry, Mark Hudson)
  6. Flesh – 5:57 (Tyler, Perry, Desmond Child)
  7. Walk on Down – 3:38 (Perry)
  8. Shut Up and Dance – 4:55 (Tyler, Perry, Jack Blades, Tommy Shaw)
  9. Cryin' – 5:08 (Tyler, Perry, Taylor Rhodes)
  10. Gotta Love It – 5:58 (Tyler, Perry, Hudson)
  11. Crazy – 5:17 (Tyler, Perry, Child)
  12. Line Up (con Lenny Kravitz) – 4:02 (Tyler, Perry, Lenny Kravitz)
  13. Amazing – 5:58 (Tyler, Richard Supa)
  14. Boogie Man – 2:16 (Tyler, Perry, Vallance)

Durata totale: 62:18

Verso la fine di Amazing si sente in sottofondo, come se si fosse sintonizzati su di una vecchia radio, la voce di Tyler che dice: "So from all of us at Aerosmith to all of you out there, wherever you are, remember: the light at the end of the tunnel may be you. Good night." ("Quindi, da tutti noi degli Aerosmith a tutti voi là fuori, ovunque vi troviate, ricordate: la luce alla fine del tunnel potresti essere tu. Buona notte.")

Crediti[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti
Produttori

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1993) Posizione
Austria[39] 17
Canada[40] 5
Germania[41] 25
Giappone[42] 61
Italia[29] 84
Paesi Bassi[43] 80
Spagna[33] 33
Stati Uniti[44] 14
Svizzera[45] 21
Classifica (1994) Posizione
Austria[46] 5
Canada[47] 40
Germania[48] 6
Paesi Bassi[49] 11
Spagna[33] 17
Stati Uniti[50] 21
Svizzera[51] 5

Classifiche di fine decennio[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1990–1999) Posizione
Austria[52] 7
Stati Uniti[53] 77

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Singolo Classifica Posizione
1993 Amazing Stati Uniti (Mainstream Rock Songs)[54] 3
Stati Uniti (Billboard Hot 100)[54] 24
Stati Uniti (Top 40 Mainstream)[54] 9
Regno Unito (UK Singles Chart)[55] 57
Cryin' Stati Uniti (Mainstream Rock Songs)[54] 1
Stati Uniti (Billboard Hot 100)[54] 12
Stati Uniti (Top 40 Mainstream)[54] 11
Regno Unito (UK Singles Chart)[55] 17
Norvegia[56] 1
Svezia[56] 3
Svizzera[57] 4
Eat the Rich Stati Uniti (Mainstream Rock Songs)[54] 5
Regno Unito (UK Singles Chart)[55] 34
Fever Stati Uniti (Mainstream Rock Songs)[54] 5
Livin' on the Edge Stati Uniti (Mainstream Rock Songs)[54] 1
Stati Uniti (Billboard Hot 100)[54] 18
Stati Uniti (Top 40 Mainstream)[54] 19
Regno Unito (UK Singles Chart)[55] 19
Australia[58] 21
Norvegia[56] 4
1994 Crazy Stati Uniti (Mainstream Rock Songs) 7
Stati Uniti (Billboard Hot 100) 17
Stati Uniti (Top 40 Mainstream) 7

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Grammy Awards

Anno Vincitore Categoria
1993 Livin' on the Edge Grammy Award alla miglior performance rock di un duo o un gruppo
1994 Crazy Grammy Award alla miglior performance rock di un duo o un gruppo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j Stephen Thomas Erlewine, Get a Grip - Aerosmith > Overview su Allmusic, Rovi Corporation. URL consultato il 15 novembre 2010.
  2. ^ (PT) Associação Brasileira dos Produtores de Discos, Certificados. URL consultato il 20 settembre 2014.
  3. ^ Kultalevyjen myöntämisrajat, Musiikkituottajat.
  4. ^ Aerosmith, Musiikkituottajat.
  5. ^ (FR) French albums certifications, InfoDisc. URL consultato il 17 ottobre 2011.
  6. ^ (FR) Les Albums Or su infodisc.fr, SNEP. URL consultato il 31 agosto 2011.
  7. ^ (ES) Certificaciones – Aerosmith, Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas.
  8. ^ Bundesband Musik Industrie
  9. ^ http://www.bpi.co.uk/certifiedawards/search.aspx Type in "Aerosmith"
  10. ^ Productores de Música de España, Solo Exitos 1959–2002 Ano A Ano: Certificados 1991–1995, 1ª ed., ISBN 84-8048-639-2.
  11. ^ (SV) Gold & Platinum 1987–1998 (PDF) su IFPI Sweden, p. 17. URL consultato il 12 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 21 maggio 2012).
  12. ^ Gold and Platinum Database Search. URL consultato il 24 novembre 2009.
  13. ^ CRIA database
  14. ^ a b Ben Mitchell, Get a Grip - Album Review su blender.com, Alpha Music Group, 14 settembre 2004. [collegamento interrotto]
  15. ^ David Browne, Get a Grip Review, Entertainment Weekly, 23 aprile 1993. URL consultato il 14 maggio 2012.
  16. ^ a b Robert Christgau, Aerosmith su Robert Christgau. URL consultato il 16 novembre 2010.
  17. ^ a b Mark Coleman, Get a Grip by Aerosmith - Album Review su Rollimg Stone, Jann S. Wenner, 13 maggio 1993. URL consultato il 16 novembre 2010.
  18. ^ Balk This Way, Entertainment Weekly. By David Browne | Feb 05, 1993
  19. ^ Jim Washburn, Aerosmith: New Grip on Fame : Comeback Rockers, at Pacific Amphitheatre, Revel in Album's Success in Los Angeles Times, 31 luglio 1993.
  20. ^ Davis, S. and Aerosmith: "Walk This Way", page 502-503. Avon, 1997
  21. ^ (EN) Australian Charts – Aerosmith – Get a Grip su australiancharts.com.
  22. ^ (DE) Austrian Charts – Aerosmith – Get a Grip su austriancharts.at.
  23. ^ (EN) Top Albums/CDs - Volume 57, No. 18, May 15 1993 su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 4 ottobre 2014.
  24. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Eurochart Hot 100, Billboard, 12 giugno 1993, p. 57. URL consultato l'8 agosto 2012.
  25. ^ (FI) Timo Pennanen, Sisältää hitin - levyt ja esittäjät Suomen musiikkilistoilla vuodesta 1972, 1ª ed., Helsinki, Kustannusosakeyhtiö Otava, 2006, ISBN 978-951-1-21053-5.
  26. ^ (FR) Le Détail des Albums de chaque Artiste, Infodisc.fr. URL consultato l'8 agosto 2012. Selezionare AEROSMITH e premere OK.
  27. ^ (DE) German Charts – Aerosmith – Get a Grip su offiziellecharts.de.
  28. ^ (JA) Japan Charts – Aerosmith – Get a Grip, Oricon Style. URL consultato l'8 agosto 2012.
  29. ^ a b Gli album più venduti del 1993, hitparadeitalia.it. URL consultato l'8 agosto 2012.
  30. ^ (EN) Norwegian Charts – Aerosmith – Get a Grip su norwegiancharts.com.
  31. ^ (EN) New Zealand Charts – Aerosmith – Get a Grip su charts.org.nz.
  32. ^ (EN) Chart Archive – Aerosmith – Get a Grip, Chart Stats.
  33. ^ a b c Fernando Salaverri, Sólo éxitos: año a año, 1959–2002, 1ª ed., Spagna, Fundación Autor-SGAE, settembre 2005, ISBN 84-8048-639-2.
  34. ^ (EN) Aerosmith – Chart History, Billboard. URL consultato l'8 agosto 2012.
  35. ^ (EN) Swedish Charts – Aerosmith – Get a Grip, swedischcharts.com.
  36. ^ (DE) Swiss Charts – Aerosmith – Get a Grip su hitparade.ch.
  37. ^ (NL) Dutch Charts – Aerosmith – Get a Grip su dutchcharts.nl.
  38. ^ (HU) Top 40 album-, DVD- és válogatáslemez-lista, Magyar Hanglemezkiadók Szövetsége, 20 febbraio 1994. URL consultato l'8 agosto 2012.
  39. ^ (DE) Austriancharts – Jahreshitparade 1993, Austriancharts.at. URL consultato l'8 agosto 2012.
  40. ^ (EN) Top Albums/CDs - Volume 58, No. 23, December 18 1993 su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato l'8 agosto 2012.
  41. ^ (DE) Album – Jahrescharts 1993 su offiziellecharts.de. URL consultato l'8 agosto 2012.
  42. ^ (JA) 1993年 アルバム年間TOP100 [Oricon Year-end Albums Chart of 1993]. URL consultato l'8 agosto 2012.
  43. ^ (NL) Dutch charts jaaroverzichten 1993, dutchcharts.nl. URL consultato l'8 agosto 2012.
  44. ^ (EN) 1993: Billboard 200 Albums, Billboard. URL consultato l'8 agosto 2012.
  45. ^ (DE) Schweizer Jahreshitparade 1993 su hitparade.ch, Hung Medien. URL consultato l'8 agosto 2011.
  46. ^ (DE) Austriancharts – Jahreshitparade 1994, Austriancharts.at. URL consultato l'8 agosto 2012.
  47. ^ (EN) Top Albums/CDs - Volume 60, No. 21, December 12 1994 su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato l'8 agosto 2012.
  48. ^ (DE) Album – Jahrescharts 1994 su offiziellecharts.de. URL consultato l'8 agosto 2012.
  49. ^ (NL) Dutch charts jaaroverzichten 1994, dutchcharts.nl. URL consultato l'8 agosto 2012.
  50. ^ (EN) 1994: Billboard 200 Albums, Billboard. URL consultato l'8 agosto 2012.
  51. ^ (DE) Schweizer Jahreshitparade 1994 su hitparade.ch, Hung Medien. URL consultato l'8 agosto 2011.
  52. ^ (DE) Austriancharts.at - Bestenlisten - 90-er album, Hung Medien. URL consultato l'8 agosto 2012.
  53. ^ (EN) Geoff Mayfield, 1999 The Year in Music Totally '90s: Diary of a Decade - The listing of Top Pop Albums of the '90s & Hot 100 Singles of the '90s, Billboard, 25 dicembre 1999. URL consultato l'8 agosto 2012.
  54. ^ a b c d e f g h i j k Aerosmith – Billboard Singles su Allmusic, Rovi Corporation. URL consultato il 16 novembre 2010.
  55. ^ a b c d Aerosmith su Chart Stats. URL consultato il 16 novembre 2010.
  56. ^ a b c Steffen Hung, Aerosmith – Livin' On The Edge, norwegiancharts.com. URL consultato il 6 gennaio 2012.
  57. ^ Steffen Hung, Aerosmith – Cryin', hitparade.ch. URL consultato il 6 gennaio 2012.
  58. ^ Steffen Hung, Aerosmith – Livin' On The Edge, australian-charts.com. URL consultato il 6 gennaio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Album più venduti nel mondo

rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock