Gerobatrachus hottoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gerobatrachus hottoni
Gerobatrachus NT.jpg
Stato di conservazione
Status none EX.svg
Estinto
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Craniata
Superclasse Tetrapoda
Classe Amphibia
Genere Gerobatrachus
Specie G. hottoni

Il Gerobatrachus hottoni è un anfibio dentato del Permiano. Un esemplare fossile, incompleto, databile a circa 290 milioni di anni fa, fu scoperto nel 1995 nel Texas (Baylor County) da un'équipe di paleontologi dell'Università di Calgary e Toronto[1].

Il nome del genere significa "vecchio anfibio", mentre quello della specie è un omaggio a Nicholas Hotton, paleontologo della Smithsonian Institution.

Jason S. Anderson, co-autore di un articolo pubblicato su "Nature" del 22 maggio 2008 in cui veniva presentata la specie[2] lo ha definito una sorta di "frogamander"[3] perché mostra caratteristiche che lo avvicinano agli anuri (frogs, cioè rane in inglese) e altre che lo avvicinano agli urodeli (salamanders).

Secondo gli autori dell'articolo, la presenza nello stesso animale di questi caratteri ne fa un fossile chiave, vicino alla divergenza tra anuri e urodeli.

È stato quindi presentato come un "anello mancante" nella storia dell'evoluzione della classe degli anfibi[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Encuentran un eslabón perdido de la rana in adnmundo.com, 22 maggio 2008. URL consultato il 27 maggio 2008.
  2. ^ (EN) [...] the origin of frog and salamander in Nature, 22 maggio 2008. URL consultato il 27 maggio 2008.
  3. ^ Tradotto in italiano come "ranamandra" p.e. qui: C'era una volta la "ranamandra" in Il Sussidiario, 23 maggio 2008. URL consultato il 27 maggio 2008.
  4. ^ (EN) Anne Casselman, "Frog-amander" Fossil May Be Amphibian Missing Link in National Geographic, 21 maggio 2008. URL consultato il 27 maggio 2008.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Jason S. Anderson, Robert R. Reisz, Diane Scott, Nadia B. Fröbisch, Stuart S. Sumida, A stem batrachian from the Early Permian of Texas and the origin of frogs and salamanders, "Nature", n.453, 22 maggio 2008, pp.515-518. (Inizio dell'articolo)
  • Jeanna Bryner, 'Frog-amander' Fossil Fills Evolutionary Gap, "LiveScience", 21 maggio 2008 [1]
  • Anne Casselman, "Frog-amander" Fossil May Be Amphibian Missing Link, "National Geographic News", 21 maggio 2008 [2]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]