Geremia da Montagnone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Geremia da Montagnone (Padova, 1250 circa[1]1321) fu un giudice e preumanista padovano.

Apparteneva allo stesso circolo letterario del più illustre collega Lovato Lovati, ma non si cimentò con la scrittura; compilò invece un florilegio didattico, il compendio Compendium moralium notabilium, raccolto nei primi anni del XIV secolo e stampato poi a Venezia nel 1505, grazie alla vasta diffusione di cui godette; con citazioni ben ordinate e corredate di versetti e capitoli, tratte da Catullo, Marziale, Orazio, Seneca e Ovidio, l'opera dimostra la chiara influenza dell'umanesimo patavino dell'epoca.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gabriella Milan, nel Dizionario Biografico degli Italiani (riferimenti in Bibliografia) scrive: «la sua data di nascita può essere stabilita solo con una certa approssimazione. [...] la data più attendibile della sua nascita dovrebbe coincidere con il 1250.»

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gabriella Milan, «GEREMIA da Montagnone», in Dizionario Biografico degli Italiani, Volume 53, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2000.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Geremìa da Montagnone la voce in Enciclopedie on line, sito "Treccani.it L'Enciclopedia italiana". URL visitato il 25 maggio 2013.
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie