Gerda Weissensteiner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gerda Weissensteiner
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 166 cm
Peso 64 kg
Slittino Luge pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Singolo
Palmarès
Olimpiadi 1 0 0
Mondiali 2 3 6
Europei 2 2 3
Mondiali Juniores 1 0 0
Coppa del Mondo - Singolo 2 trofei
Bob Bobsleigh pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Bob a Due
Ruolo Pilota
Palmarès
Olimpiadi 0 0 1
Europei 0 1 0
Statistiche aggiornate al 2 dicembre 2012

Gerda Weissensteiner (o Weißensteiner; Bolzano, 3 gennaio 1969) è un'ex slittinista ed ex bobbista italiana, la prima ed unica atleta italiana capace di vincere medaglie olimpiche in due discipline diverse (slittino e bob).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gerda, ultima di otto fratelli in una famiglia contadina, venne iniziata allo slittino su pista naturale da uno zio all'età di sette anni. Attualmente fa parte dello staff tecnico della nazionale italiana di slittino. È guardia forestale di professione e risiede a Collepietra, frazione del comune di Cornedo all'Isarco in Alto Adige.

Inserita nella nazionale di slittino su pista artificiale, riuscì ad imporsi per anni come una delle atlete più forti a livello mondiale, interrompendo spesso lo strapotere delle atlete tedesche che storicamente hanno sempre dominato lo slittino femminile; nel corso della carriera ha conquistato 13 vittorie di tappa in Coppa del Mondo, primeggiando due volte nella classifica di Coppa del Mondo, un titolo mondiale individuale nel 1993 e uno a squadre nel 1989, oltre ad un'iride juniores e due campionati europei. A coronamento di una splendida carriera giunse l'oro olimpico a Lillehammer nel 1994.

Pochi giorni dopo la vittoria olimpica in Norvegia venne colpita dalla tragedia della morte di un suo fratello in un incidente stradale. Durante i funerali uno sciacallo penetrò nell'abitazione della campionessa rubandole la medaglia appena conquistata.

Dopo le Olimpiadi di Nagano ha dato l'addio alle gare per cominciare una nuova carriera come allenatrice nel settore giovanile. Ma nel 2001 seguì il ripensamento: tornò all'attività agonistica cambiando sport e diventando la prima guida della squadra nazionale femminile di bob. La sua prima frenatrice è stata Antonella Bellutti, anche lei già campionessa olimpica (nel ciclismo su pista), con quest'ultima si è classificata al settimo posto ai Giochi Olimpici di Salt Lake City.

Dalla stagione successiva e fino al definitivo ritiro, ha gareggiato con la velocista Jennifer Isacco. Con lei ha centrato i suoi successi nel bob: la prima vittoria in Coppa del Mondo a Calgary e il terzo posto assoluto nella classifica finale di Coppa (per due volte, nel 2003 e 2004). A coronamento della sua seconda carriera è infine arrivata la medaglia di bronzo a Torino nel 2006, nella sua ultima gara ufficiale.

A Torino ha anche stabilito un record italiano, con la sesta partecipazione ai Giochi Invernali, primato condiviso con Wilfried Huber.

In riconoscimento delle sue vittorie, ha avuto l'onore di essere stata scelta dal CONI come portabandiera della nazionale italiana alla cerimonia d'apertura dei XVIII Giochi olimpici invernali di Nagano nel 1998.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Slittino[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Europei[modifica | modifica wikitesto]

Campionati mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Vincitrice della Coppa del Mondo nella specialità del singolo nel 1992-93 e nel 1997-98.
  • 29 podi (tutti nel singolo):
    • 13 vittorie;
    • 8 secondi posti;
    • 8 terzi posti.
Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]
Data Luogo Paese Disciplina
16 gennaio 1989 Königssee bandiera Germania Ovest Singolo
21 gennaio 1989 Hammarstrand Svezia Svezia Singolo
20 gennaio 1990 Sarajevo Jugoslavia Jugoslavia Singolo
27 gennaio 1990 Königssee Germania Germania Singolo
15 dicembre 1990 Sarajevo Jugoslavia Jugoslavia Singolo
16 febbraio 1991 Igls Austria Austria Singolo
25 gennaio 1992 Calgary Canada Canada Singolo
16 gennaio 1993 La Plagne Francia Francia Singolo
27 febbraio 1993 Lake Placid Stati Uniti Stati Uniti Singolo
1º dicembre 1993 Sigulda Lettonia Lettonia Singolo
4 dicembre 1993 Sigulda Lettonia Lettonia Singolo
21 gennaio 1996 Königssee Germania Germania Singolo
11 febbraio 1996 St. Moritz Svizzera Svizzera Singolo

Bob[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Europei[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale nel bob a due: 3° nel 2002-03 e 2003-04.
Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]
Data Luogo Paese Disciplina
23 novembre 2002 Calgary Canada Canada bob a due

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 9 marzo 2006. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[1]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig.ra Gerda Weissensteiner. URL consultato l'8 aprile 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Alfiere dell'Italia ai Giochi olimpici invernali Successore
Deborah Compagnoni Nagano 1998 Isolde Kostner