George and the Dragon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
George and the Dragon
Titolo originale George and the Dragon
Paese di produzione USA
Anno 2004
Durata 93 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere epico
Regia Tom Reeve
Sceneggiatura Tom Reeve, Michael Burks
Fotografia Joost van Starrenburg
Montaggio Misch Bervard, Jonathan P. Shaw
Effetti speciali Robert Castaneda
Musiche Gast Waltzing
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

George and the Dragon è un film diretto dal regista Tom Reeve, ambientato nell'Inghilterra medievale e basato sulla leggenda di San Giorgio e il drago.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

George (James Purefoy), un cavaliere di ritorno dalle Crociate con l'amico musulmano Tarik (Michael Clarke Duncan), desidera ritirarsi dalla vita militare e comprare un pezzo di terra dove allevare bestiame e vivere in tranquillità. Per concludere l'affare decide di aiutare il padrone del luogo, Re Edgaar, a ritrovare sua figlia la Principessa Lunna (Piper Perabo), scomparsa. Nella ricerca della principessa, oltre a George, sono impegnati anche Garth (Patrick Swayze), cavaliere del re e promesso sposo di Lunna, il buon vecchio servitore della principessa Elmendorf (Bill Treacher) e il giovane ragazzo arciere (Rollo Weeks). Avidi della ricompensa offerta dal re, alla ricerca della principessa ci saranno anche un gruppo di mercenari con a capo il cavaliere nero El Cabillo.

Si scoprirà che la principessa ha incontrato una femmina di drago ferita che, prima di morire, ha deposto un uovo che ora la ragazza sta curando. Ritrovata da George, costringerà il cavaliere e i suoi amici a non distruggere l'uovo e portarlo con loro, per salvare quello che viene ritenuto essere l'ultimo drago rimasto sulla Terra, che Lunna ha chiamato Smite. Durante una sosta in un convento, vengono raggiunti da Garth che, scoperto che Lunna non vuole più sposarlo, la rapisce per costringerla al matrimonio e prendere possesso del regno.

Subito dopo che George e i suoi compagni ritrovano Lunna e Garth, vengono raggiunti dai mercenari. George scopre che El Cabillo è in realtà il suo amico Tarik, che ha sconfitto il precedente capo dei briganti (Val Kilmer) ereditandone il ruolo. Nonostante Tarik decida di andarsene i suoi soldati si rivoltano contro e decidono di catturare in ogni caso la principessa e inizia così la battaglia. Durante gli scontri il cucciolo di drago nasce ed esce dall'uovo, mentre Garth e George si alleano per combattere il nemico comune anche se continuano a scambiarsi colpi tra loro. Intanto arriva Re Edgaar e i suoi soldati, mentre il fedele Elmendorf si sacrifica per salvare la principessa. Intanto arriva il genitore del cucciolo, che George decide di salvare anziché uccidere. La folla lo acclama come l'uccisore del drago e Lunna scappa, delusa. George cerca di raggiungerla ma viene fermato da Garth che sta per ucciderlo. Il genitore del drago però appare e divora Garth, salvando il cavaliere e la Principessa Lunna capisce che George non ha ucciso i due draghi. I due si baciano e partono verso nuove avventure.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema