George Homans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

George Homans (Boston, 11 agosto 1910Cambridge, 29 maggio 1989) è stato un economista statunitense.

Elaborò la teoria dello scambio il cui caposaldo era il fatto che i soggetti interagiscono tra di loro dopo aver considerato i costi e benefici passati e potenziali.

Ne diede dei principi:

1) quanto più spesso un comportamento è ricompensato, tanto più è probabile che venga ripetuto.

2) se nel passato alcuni aspetti dell'ambiente sono stati collegati ad un comportamento ricompensato, è probabile che venga ricercato quell'ambiente particolare a analogo.

3) quanto più è preziosa la ricompensa per un dato comportamento, tanto più è probabile che venga ripetuto.

4) quanto più spesso le esigenze o i desideri vengono soddisfatti, tanto meno si dà valore ad ogni ulteriore ricompensa. Controllo di autorità VIAF: 108374417 LCCN: n50082375

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie

Altro aspetto citato da Homans, altrettanto fondamentale, è quello dell'"umanizzazione dell'organizzazione scientifica del lavoro". Seguendo il filone già introdotto da Chester Barnard, Homans mostra l'interesse per la ricerca di forme organizzative meno disumanizzanti di quelle basate sullo scientific management. Fulcro della sua tesi è la creazione di differenziati gruppi umani portatori non solo di capacità fisico-intellettive, ma anche di un insieme di convinzioni e sentimenti. Le interazioni tra i gruppi sono l'elemento chiave del funzionamento tra gli stessi. Il saper gestire, da parte del management, le relazioni face to face risulta determinante per il raggiungimento dell'efficacia e dell'efficienza del fine aziendale.