George Ade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
George Ade nel 1904

George Ade (Kentland, 9 febbraio 1866Brook, 16 maggio 1944) è stato un giornalista, commediografo e regista statunitense. Fu un narratore di vena umoristica attivo a cavallo tra Ottocento e Novecento.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nell'Indiana, a Kentland, in una numerosa famiglia con sette figli, frequentò la Purdue University diventando membro di una confraternita universitaria. Uno degli altri membri della confraternita, la Sigma Chi, era il futuro cartoonist John T. McCutcheon, fraterno amico di Ade per tutto il resto della vita.

Laureatosi nel 1887, Ade trova lavoro nel 1890 al Chicago Morning News (che poi diventerà il Chicago Record), giornale dove lavora McCutcheon che gli illustrerà la sua rubrica Stories of the Streets and of the Town.

George Ade e John McCutcheon nel 1894 (o 1895)

La reputazione letteraria di Ade si basa sulla sua capacità di raccontare con umorismo il formarsi del carattere americano in un periodo di grande importanza per la storia degli Stati Uniti. È il momento della prima ondata di migrazione dalle campagne in città, l'inurbamento di grandi masse contadine che portano a una rapida crescita di città come Chicago, dove vive e lavora Ade. La sua opera costituisce una grande affresco storico, una grande commedia di costume che racconta il Midwest e la storia degli Stati Uniti nel XIX secolo.

I racconti di Ade affrontano il tema del piccolo uomo, l'uomo comune, il cittadino medio americano. Di solito, i suoi personaggi sono agricoltori o appartenenti alla classe media. Qualche volta, sono anche donne, specie quelle con pretese sociali. Ade segue le orme di Mark Twain, il suo idolo, usando in modo sapiente la lingua americana. Nei suoi racconti, segue uno schema che unisce la satira al dramma: i suoi protagonisti sono coinvolti in storie che portano alla fine a un morale ironica.

Ade fu probabilmente il primo umorista moderno americano. Attraverso i valori impliciti dei suoi racconti morali, Ade manifesta un'ambivalenza tra le virtù rurali e tradizionali nelle quali era cresciuto (le virtù di Horatio Alger e dei McGuffey Readers) e la tumultuosa crescita di una città come Chicago cui stava assistendo in prima persona.

Gli Stati Uniti, ai tempi di Ade, trovano impulso dal grande incremento della popolazione e dal trasformarsi da un'economia agricola a una industriale. Molti trovano che la nazione soffra di un processo che la porta all'avidità, all'egoismo e alla disonestà. Ade descrive gli sforzi dei piccoli uomini per barcamenarsi in un mondo di pescicani. Lo scrittore sfrutta la sua vena satirica nell'osservazione di comportamenti che vogliono perseguire sia i vecchi standard obsoleti, sia quelli molto meno rigidi dei nuovi canoni. Il suo punto di vista è spesso una reazione ambigua, ambivalente, pragmatica al cambiamento, ma resta comunque una riflessione letteraria delle tensioni morali che attraversano il paese a cavallo del secolo.

Ade, oltre a essere uno scrittore, fu un noto commediografo. Tra i suoi lavori, Artie, The Sultan of Sulu (una commedia musicale), The College Widow, The Fair Co-ed e The County Chairman. Scrisse anche la prima commedia sul gioco del football.

Dopo 12 anni a Chicago, si fece costruire una casa vicino alla cittadina di Brook, in Indiana (Newton County). Ade è stato uno degli scrittori americani diventato ricco con la sua professione. Durante la prima guerra mondiale, mentre i terreni perdevano di valore, Ade era milionario.

Finanziato da lui e da David E. Ross, venne costruito il Ross-Ade Stadium per il football all'Università Purdue. Ade finanziò generosamente anche la confraternita del suo college, la Sigma Chi, per cui scrisse nel 1929, The Sigma Chi Creed.

Dal 1914 al 1917, Ade collaborò con la Essanay, una casa di produzione di Chicago, per cui girò come regista 9 film e ne firmò quasi un centinaio come soggettista o sceneggiatore. In seguito, lavorò per altre compagnie - dalla Goldwyn alla MGM - per cui alcune delle sue commedie vennero adattate per lo schermo.

George Ade morì nel 1944 a Brook, nell'Indiana, all'età di 78 anni. Fu sepolto al Fairlawn Cemetery a Kentland, la sua città natale.

Opere narrative[modifica | modifica wikitesto]

  • 1900Fables in slang
  • 1903Breaking into society
  • 1912Knocking the neighbours
  • 1928Bang-Bang

Commedie[modifica | modifica wikitesto]

  • 1903 – The county chairman
  • 1904The college widow

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Film o documentari dove appare George Ade[modifica | modifica wikitesto]

  • Fore!, documentario (1922)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 32789899 LCCN: n79089539