Georg Druschetzky

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Georg Druschetzky, nato Jiří Družecký, noto anche con i cognomi Druzechi, Držecky e Truschetzki (Jemníky, 7 aprile 1745Budapest, 21 giugno 1819), è stato un compositore ceco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Georg Druschetzky nacque a Jemníky, vicino a Pchery, nella Boemia occidentale. Studiò oboe a Dresda e successivamente, nel 1762, entrò come granatiere del 50º reggimento di fanteria stazionato dapprima a Eger e successivamente a Vienna (dal 1763), a Enns (1764), a Linz (1771 ca.) e infine a Braunau (1775). Dal 1768 al 1775 fu musicista del reggimento e verso la fine del suo servizio militare vi divenne Kapellmeister (maestro di cappella). La sua prima composizione nota è una sinfonia in sol maggiore che fu composta a Linz nel 1770, città dove pubblicò un Concertino in sol maggiore di František Xaver Dušek. Nel 1783 circa si recò a Vienna, dove fu membro Tonkünstler-Societät. Nel 1786 o nel 1787 entrò al servizio del conte Anton Grassalkovics a Presburgo (ora Bratislava) come compositore e direttore di una banda di fiati. Dopo la morte del conte, nel 1794 fu attivo presso il cardinale Battyány a Pest e nella dimora estiva di Rechnitz. A partire dal 1802 direttore musicale e compositore dell'ottetto di fiati dell'arciduca Giuseppe Antonio Giovanni a Budapest.

Considerazioni sull'artista[modifica | modifica sorgente]

Druschetzky scrisse un gran quantitativo di musica, soprattutto strumentale. Le sue composizioni presentano un linguaggio musicale leggermente anacronistico, in quanto si rifanno allo stile del primo classicismo. Tuttavia la sua musica (soprattutto quella per gli strumenti a fiati) è caratterizzata da inusuali sonorità e dalla presenza di passaggi audaci concertanti.

Composizioni[modifica | modifica sorgente]

Musica orchestrale[modifica | modifica sorgente]

  • 27 sinfonie
  • Concerto per violino
  • Concerto per viola
  • 2 concerti per oboe
  • 2 concerti per clarinetto
  • Concerto per corno di bassetto
  • 2 concerti per timpani
  • Concerto per oboe e timpani
  • Concerto per fortepiano
  • 2 fantasie

Musica da camera[modifica | modifica sorgente]

  • 150 ca. partite e serenate a 5-9 per fiati
  • 32 pezzi per fiati (3 per corno di bassetto)
  • Varie marce, ottetti, variazioni, arrangiamenti per fiati
  • Serenata per violino, viola, violoncello, contrabbasso, oboe, clarinetto, corno e fagotto
  • 2 quintetti per archi
  • Quintetto per oboe, 2 violini, viola e violoncello
  • Quintetto per corno, violino, 2 viole e violoncello
  • 47 quartetti per archi
  • 16 quartetti per oboe, violino, viola e violoncello
  • 6 quartetti per corno di bassetto, violino, viola e violoncello
  • Quartetto per corno inglese, violino, viola e violoncello
  • Variazioni per flauto e violoncello
  • 6 sonate per violino e basso continuo, op.1
  • Sonata per mandolino e basso continuo
  • Contraddanza per fortepiano
  • Divertimento per clavicembalo

Musica per il teatro e sacra[modifica | modifica sorgente]

  • Zemira (opera)
  • Mechmet (opera)
  • Andromeda und Perseus (musica di scena, perduta)
  • Inkle und Yariko (balletto, perduto)
  • 9 messe
  • 2 mottetti
  • 5 graduali
  • 1 Benedictus
  • 1 Gloria
  • 7 offertori
  • 3 Te Deum
  • 2 Libera me
  • 2 Tantum ergo

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • O. Wessely, Georg Druschetzky, der letzte Vertreter der “heroischen” Paukerkunst in Linz, in Heimatland, vol. IV, pp. 30–31 (1956)
  • A. Békefi, Musikalienkatalog und Inventar der Fürstprimas Joseph Batthyány (1789) (1972)
  • A. Weinmann, Georg Družecký, ein vergessener Musiker aus dem alten Österreich: biographisch-bibliographische Materialsammlung (Vienna, 1986)
  • A. Sas, Chronology of Georg Druschetzki's Works Preserved in his Estate (1989)
  • D. Frame, The Harmoniemusik of Georg Druschetzky (1745–1819) (dissertazione, Università di Belfast, 1992)

Controllo di autorità VIAF: 22327080 LCCN: n81062092