Geometra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando lo studioso della geometria, vedi geometria.

Il geometra è il professionista che identifica, definisce, misura e valuta la proprietà fondiaria ed edilizia pubblica o privata, costruita o no, la superficie e il sottosuolo, ed il lavoro che svolge e organizza concerne il diritto reale. La sua competenza comprende materie tecniche, giuridiche, fiscali, economiche, beni agricoli e sociali[1].

Etimologia e origini[modifica | modifica wikitesto]

La parola geometra ha la stessa genesi di geometria che, dalla composizione di due parole greche "ge" e "metron", rispettivamente, "terra" e "misura", rivela la vocazione originale del geometra: quella cioè di agrimensore, ossia "misuratore della terra".

La nascita della figura del geometra viene fatta risalire all'organigramma della Legione romana, nel quale era prevista la figura del mensor, una sorta di geometra ante litteram incaricato, tra le altre incombenze, di tracciare le linee base dei castra aestiva; gli accampamenti temporanei che i legionari costruivano durante i loro spostamenti.

La professione di geometra in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Geometra in Italia.

In Italia, il geometra è una figura professionale che opera prevalentemente nel settore edilizio, topografico ed estimativo. Il Regio Decreto 11 febbraio 1929, n. 274 che istituisce, in sostituzione del perito agrimensore, tale professione in Italia, abilita il geometra all'espletamento di molteplici competenze tecniche, tra le quali la progettazione edile civile e rurale e la direzione dei lavori delle opere edili, le molteplici operazioni topografiche tra le quali la misurazione dei terreni e la stima di beni mobili ed immobili.

Il titolo[modifica | modifica wikitesto]

Il diploma di geometra si consegue una volta superato l'esame di stato del corso di studi di un istituto tecnico per geometri (I.T.G.) statale o paritario.

Il conseguimento del diploma dà luogo al diritto di fregiarsi del titolo di geometra[2].

Iscrizione all'albo professionale[modifica | modifica wikitesto]

Per iscriversi all'albo, il geometra deve superare l'esame di abilitazione professionale, dopo il compimento del diciottesimo mese dall'iscrizione nel registro provinciale dei praticanti della località ove svolge la pratica professionale. Una volta abilitato, il geometra può operare in tutto il territorio nazionale e in tutti gli stati membri dell'Unione Europea, ai sensi della direttiva 2005/36/CE, che ha recentemente inserito la figura professionale del geometra fra i tecnici laureati (dir. 89/48/CEE).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Definizione ufficiale compilata a Roma nel 1933 e a Londra nel 1934 da 22 nazioni e quattordici domini. Estratto dalla Statuto della Federazione Internazionale dei Geometri (FIG)
  2. ^ Cfr. art. 1 L. 7 marzo 1985, n.75

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]