Genetta poensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Genetta reale
Immagine di Genetta poensis mancante
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Laurasiatheria
Ordine Carnivora
Sottordine Feliformia
Famiglia Viverridae
Sottofamiglia Viverrinae
Genere Genetta
Specie G.poensis
Nomenclatura binomiale
Genetta poensis
Waterhouse, 1838

La genetta reale (Genetta poensis Waterhouse, 1838) è un carnivoro della famiglia dei Viverridi diffusa nell'Africa occidentale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Carnivoro di medie dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 427 e 680 mm, la lunghezza della coda tra 350 e 465 mm e un peso fino a 3,1 kg.[3]

Il colore di fondo del corpo è giallo dorato. Una striscia dorsale nerastra si estende dalle spalle alla base della coda. Sono presenti 6-7 file di piccole e numerose macchie nerastre lungo fianchi. Le macchie della prima fila più alta sono talmente vicine tra loro da formare una linea quasi continua. La parte centrale del palmo delle mani è densamente ricoperta di peli. Gli arti e le zampe sono nerastre. La coda è più corta della testa e del corpo, ha nella prima metà 4-6 anelli bianchi, intervallati da anelli più scuri larghi il doppio, mentre è completamente nera nella parte terminale. Le femmine hanno solitamente un paio di mammelle.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

È una specie prevalentemente solitaria.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre probabilmente di piccoli animali e di frutta.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa in Liberia orientale, Costa d'Avorio sud-occidentale, Ghana centrale e meridionale, Bioko e Congo sud-occidentale.

Vive probabilmente all'interno delle foreste pluviali.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato che questa specie è conosciuta soltanto da 10 esemplari catturati fino al 1946 e che i requisiti ambientali e la distribuzione sono poco conosciuti, classifica G.poensis come specie con dati insufficienti (DD).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Gaubert, P. & Dunham, A. 2008, Genetta poensis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Genetta poensis in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005. ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ kingdon & Hoffmann, 2013, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi