Generazione Y

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con il termine Generazione Y, (conosciuta anche come Millennial Generation, Generation Next o Net Generation) si definisce il seguito demografico della Generazione X. Gli appartenenti ad essa, chiamati Millennials o Echo Boomers, sono le persone nate tra gli anni ottanta e i primi anni duemila nel mondo occidentale (o primo mondo). Questa generazione fa seguito all'aumento delle nascite degli anni 1960 e '70, non a causa di un aumento significativo dei tassi di natalità, ma perché l'ampio seguito[non chiaro] degli appartenenti alla generazione dei baby boomer ha cominciato ad avere figli e la tendenza è continuata nelle famiglie più piccole dei paesi sviluppati. Il nome "Echo Boomers" riguarda le dimensioni della generazione e la sua relazione con la generazione baby boomers. Tuttavia l'impatto relativo del "baby boom echo" fu generalmente meno significativo rispetto al boom iniziale.

Questa generazione è stata la prima a crescere senza la minaccia della guerra fredda; generalmente è caratterizzata da un maggiore utilizzo e familiarità con la comunicazione, i media e le tecnologie digitali. In molte parti del mondo, l'infanzia della generazione Y è stata segnata da un approccio educativo neo-liberale, derivato dalle profonde trasformazioni del costume degli anni sessanta.

Terminologia[modifica | modifica sorgente]

Il termine Generazione Y apparve per la prima volta nell'agosto del 1993, in un editoriale sulla rivista Ad Age, che descriveva i teenager del momento, definendoli come separati dalla Generazione X.

Alcuni hanno riferito la generazione Y come la generazione di MTV, anche se MTV Generation è anche un termine usato per riferirsi a persone fortemente influenzate dall'avvento di MTV e persino un termine utilizzato per comprendere tutti i giovani della fine del ventesimo secolo, a seconda del contesto.

Gli autori William Strauss e Neil Howe sono stati influenti nel definire le generazioni americane nel loro libro Generations: The History of America's Future, 1584 to 2069 (1991). Howe e Strauss sostengono che usano il termine del Millennials al posto di Generazione Y in quanto esso è stato coniato direttamente dai membri stessi della generazione, non volendo essere associati con la Generazione X. Quasi un decennio più tardi, hanno seguito il loro grande studio sulla storia della demografia americana, con un nuovo libro in particolare su quella generazione, intitolato: Millennials Rising: The Next Great Generation (2000). Nei loro libri Howe e Strauss utilizzano il 1982 come anno di inizio della nuova generazione e il 2001 come fine. Essi ritengono che il raggiungimento della maggiore età nell'anno 2000, i giovani delle scuole superiori e i laureati siano nettamente in contrasto con quelli nati prima e dopo di loro a causa l'attenzione ricevuta da parte dei media e di come sono stati influenzati politicamente.

L'autore Elwood Carlson individua la generazione americana che egli chiama "New Boomers", tra il 1983 e il 2001 a causa della ripresa delle nascite dopo il 1983, per finire con le "sfide politiche e sociali" dopo gli attentati dell'11 settembre 2001 e le "persistenti difficoltà economiche" del tempo.

Comunicazione e interazione[modifica | modifica sorgente]

La generazione del millennio, come le altre generazioni, è stata plasmata da eventi, leader, sviluppi e tendenze del suo tempo. L'aumento delle tecnologie di comunicazione istantanea resa possibile attraverso l'uso di Internet, come e-mail, SMS e IM e i nuovi media utilizzati attraverso siti web come YouTube e siti di social networking come Facebook, MySpace e Twitter possono spiegare come la fama dei Millennials sia orientata allo scambio grazie ad una più facile comunicazione attraverso la tecnologia.

L'espressione e l'accettazione è stata molto importante per questa generazione. In Cina, con una popolazione totale di un miliardo di persone, la voglia di distinguersi e di essere individualista è diventato un fiocco della cultura cinese della gioventù. Altrove, soprattutto in nazioni ben più sviluppate, i seguiti dei diversi membri della Generazione Y hanno trovato conforto nel gioco online, ad esempio attraverso MMORPG e mondi virtuali come World of Warcraft e Second Life. I Flash mob, il fenomeno di Internet e le comunità online hanno dato alcune delle più espressive accettazioni dei membri della Generation Y, mentre gli amici di penna on-line hanno dato socialità e accettazione agli individui più timidi. La Generazione Y è più radicalmente e culturalmente tollerante rispetto alle generazioni precedenti e la maggior parte dei suoi membri sono culturalmente liberali, e con molti a favorire i diritti del matrimonio tra lo stesso sesso per la comunità LGBT, ma a dispetto della nuova dominante crescita liberale, i club della nuova giovinezza e gruppi si sono creati nei paesi sviluppati (come gli Stati Uniti, Giappone e Europa occidentale in generale) con il compito di promuovere e conservare posizioni conservatrici e credenze. Questa generazione è anche a volte indicata come Generazione Boomerang o Peter Pan, a causa della loro propensione a ritardare alcuni dei riti di passaggio all'età adulta più a lungo rispetto alle generazioni precedenti nonché a causa di una loro tendenza a vivere con i genitori per un periodo più lungo.

Cultura Pop[modifica | modifica sorgente]

La generazione del Millennio è cresciuta in mezzo a un tempo durante il quale l'Internet ha causato un grande cambiamento a tutti i media tradizionali. Shawn Fanning, un membro della Generazione Y, fondò il sito di peer to peer Napster, mentre era al college. La RIAA vinse la causa e arrestò il servizio di Napster nel 2001, ma l'industria musicale ha cominciato a soffrire e le vendite hanno iniziato a calare a partire dagli inizi del 2000. Come risultato di queste innovazioni nella tecnologia i giovani di questa generazione hanno avuto accesso a più musica su richiesta di qualsiasi altra generazione precedente, e hanno costretto l'industria discografica di adattarsi ai nuovi modelli di business.

La letteratura popolare degli anni 1990 e 2000 della generazione comprende Piccoli brividi (infanzia), Harry Potter, per citarne alcune delle maggiori. I manga e gli altri romanzi grafici sono emersi come una forma popolare di letteratura sia per i membri della Generazione X che per quelli questa generazione.

In un certo senso, nella generazione del millennio si è visto come un rifiuto finale della controcultura che iniziò nel 1960 e continuò nei decenni successivi agli anni 1990. Ciò è ulteriormente documentato nel libro di Strauss e Howe Millennials Rising: The Next Great Generation che descrive la generazione del millennio, come "Civic Minded", rifiutando gli atteggiamenti del baby boom e della Generazione X. Kurt Andersen, vincitore di un Langum Prize e collaboratore di Vanity Fair scrive nel suo libro "Reset" come questa crisi sia stata in grado di ripristinare i nostri valori e in "Renew America", scrive che molti appartenenti alla Generazione Y hanno visto le elezioni del 2008 di Barack Obama come un'occasione unica per costruire un consenso più sano e più utile rispetto alle proteste della controcultura alla fine degli anni 1960 e primi anni 1970, arrivando persino a dire che se i Millennials fossero in grado di "mantenere la loro concezione del diritto e del potere, questa potrebbe anche rivelarsi la prossima Greatest Generation". Tuttavia a causa della crisi finanziaria mondiale del 2008-2009, si è cominciato a paragonare questa generazione alla Lost Generation del ventesimo secolo.

Tecnologia digitale[modifica | modifica sorgente]

Nel loro libro del 2007[1], Junco e Mastrodicasa hanno ampliato il lavoro di Howe e di Strauss includendo la ricerca basata sulle informazioni sui profili della personalità dei Millennials, in particolare per quanto riguarda l'istruzione superiore. Hanno condotto la ricerca su un grande campione (7.705) degli studenti universitari. Hanno scoperto che gli studenti universitari della Next Generation erano spesso in contatto con i loro genitori e che facevano uso della tecnologia in modo maggiore rispetto alle persone appartenenti ad altre generazioni. Nella loro indagine, hanno scoperto che il 97% degli studenti possedeva un computer, il 94% possedeva un telefono cellulare, e il 56% possedeva un lettore MP3. Hanno inoltre scoperto che gli studenti parlano con i genitori, una media di 1,5 volte al giorno su una vasta gamma di argomenti. Altri risultati del sondaggio di Junco e Mastrodicasa compresi furono che il 76% degli studenti utilizza l'instant messaging, il 92% di quelli riportati erano abili nel multitasking così come IMing e che il 40% degli studenti usava la televisione per ottenere la maggior parte di loro notizie e il 34% Internet. Questa generazione spende almeno 3,5 ore al giorno online,parte di questa generazione (1990 in su) viene definita come appartenente alla generazione dei nativi digitali; coloro che sono nati ma anche solamente cresciuti con le nuove tecnologie digitali.

Nel giugno 2009, Nielsen ha pubblicato il rapporto "How Teens Use Media" che ha discusso gli ultimi dati su supporti di utilizzo da parte della generazione Y. In questa relazione, Nielsen indicata che per ridefinire il dialogo circa l'utilizzo dei media da parte del più giovane della Generazione Y, estendendosi attraverso l'età del lavoro rispetto alla Generazione X e Boomers.[ambiguo]

Forza lavoro[modifica | modifica sorgente]

Le prospettive economiche per la Generazione Y sono peggiorate a causa della crisi economica a cavallo tra il 2007 e il 2010. Diversi governi hanno istituito programmi importanti per l'occupazione giovanile, per paura di disordini sociali come nel 2008 a causa di disordini in Grecia a causa del drammatici aumenti dei tassi di disoccupazione giovanile. In Europa i livelli di disoccupazione giovanile sono molto alti (46% in Italia, 40% in Spagna, il 35% nei paesi baltici, il 30% in Gran Bretagna e oltre il 20% in altri paesi). Nel 2009 i più cronisti hanno cominciato a preoccuparsi per gli effetti sociali ed economici a lungo termine della disoccupazione. Il tasso di disoccupazione in altre zone del mondo è ancora elevato: negli Stati Uniti ha raggiunto un livello record (18,5%) nel luglio 2009, poiché i dati per statistica sono stati raccolti a partire dal 1948.

Gli appartenenti alla Generazione del Millennio vengono a volte chiamati Trophy Generation o Trophy Kids un termine che riflette l'andamento negli sport competitivi, così come molti altri aspetti della vita, dove "non si perde", e ognuno ottiene un "grazie per la partecipazione" che simboleggia un senso e una percezione del diritto. È stato riportato che si tratta di un problema in ambienti aziendali in quanto alcuni datori di lavoro sono preoccupati che Millennials hanno troppe aspettative dal luogo di lavoro e il desiderio di plasmare il proprio lavoro per adattarlo alla loro vita, piuttosto che adattare la loro vita al lavoro. Per comprendere meglio questa mentalità, molte grandi aziende stanno studiando questo conflitto e stanno cercando di elaborare nuovi programmi per aiutare i lavoratori più anziani a capire i Millennials, mentre allo stesso tempo, cercano di rendere più confortevole il lavoro ai Millennials. Ad esempio Goldman Sachs conduce programmi di formazione utilizzando degli attori per impersonare i Millennials che affermano di cercare più feedback, responsabilità e il coinvolgimento nel processo decisionale. Dopo lo spettacolo, i dipendenti discutono e dibattono sulle differenze generazionali che hanno visto in gioco.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Reynol Junco; Jeanna Mastrodicasa, Connecting To The Net. Generation: What Higher Education Professionals Need To Know About Today's Students, Washington, DC, NASPA, 2007, ISBN 9780931654480.