General contractor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un general contractor (traducibile in contraente generale) è un'azienda o un individuo che ha un contratto con altre organizzazioni o individui (il mandante) per la edificazione, il rinnovo o la demolizione ad esempio di una costruzione, una strada o di altre strutture e/o impianto (in senso generale per la realizzazione di un’opera).

Un general contractor è così definito se è il firmatario dell’opera o il primo contraente del contratto del progetto.

Un general contractor è il responsabile dei modi e dei metodi utilizzati o che saranno utilizzati in fase di progettazione ed esecuzione dell’opera in accordo con il contratto firmato. I documenti contrattuali includono, solitamente, gli accordi riguardanti il budget, le condizioni generali e speciali e le specifiche del progetto (i vari livelli di capitolati, gli elaborati, le relazioni, i computi, i cronoprogrammi) preparate da società di ingegneria ed architettura.

Un general contractor abitualmente è responsabile della fornitura di tutti i materiali, i lavoratori, gli equipaggiamenti (veicoli industriali e attrezzature) e servizi necessari per il completamento o avviamento del progetto. Per svolgere questi compiti è abituale che il general contractor deleghi parte dei lavori a dei subcontraenti (altre persone o altre aziende specializzate nei particolari lavori). Questi soggetti vengono chiamati subcontractor.

Un general contractor esegue lavori per le agenzie governative dove sono referenziati come primo contraente.

Come proprietario[modifica | modifica sorgente]

L'entità che incarica la costruzione dell'opera sceglie occasionalmente di svolgere il ruolo di appaltatore generale. In tali casi, essi agiscono direttamente con i subappaltatori e si prendono la cura della gestione e organizzazione dei vari subappaltatori. In questa circostanza il proprietario ha tutte le responsabilità per l'ordinamento e adeguato del lavoro e si occupa della realtà di costruzione.