Gas CN

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gas CN
Chloroacetophenone.svg
Nome IUPAC
2-cloro-1-feniletanone
Nomi alternativi
cloroacetofenone
ω-cloroacetofenone
cloruro di fenacile
Mace
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C8H7ClO
Massa molecolare (u) 154,59 g/mol
Numero CAS [532-27-4]
Proprietà chimico-fisiche
Temperatura di fusione 26,8 °C
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta tossico a lungo termine corrosivo

pericolo

Frasi H 300 - 311+331 - 315 - 318 - 334 - 335
Consigli P 261 - 264 - 280 - 301+310 - 305+351+338 - 311 [1]

Il gas CN, o cloroacetofenone, è una sostanza usata come gas lacrimogeno.

È stato oggetto di studi durante la prima e la seconda guerra mondiale ma non fu mai utilizzato. Il suo primo utilizzo è stato in Vietnam da parte dell'esercito statunitense.

A causa della sua elevata tossicità è stato sostituito dal gas CS e dallo spray al peperoncino, più efficaci e meno pericolosi.

Come il gas CS, questo composto irrita le mucose (orali, nasali, congiuntivali e tracheobronchiali). A volte può causare perdita di equilibrio, disorientamento e svenimento. Più raramente anche irritazione cutanea e dermatite da contatto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 11.10.2012

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]