Gary Speed

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gary Speed
Gary Speed.jpg
Gary Speed nel settembre 2011
Dati biografici
Nome Gary Andrew Speed
Nazionalità Galles Galles
Altezza 181 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 2010 - calciatore
Carriera
Squadre di club1
1988-1996 Leeds Leeds 248 (39)
1996-1998 Everton Everton 58 (15)
1998-2004 Newcastle Newcastle 213 (29)
2004-2008 Bolton Bolton 121 (14)
2008-2010 Sheffield Utd Sheffield Utd 37 (6)
Nazionale
1990-2004 Galles Galles 85 (7)
Carriera da allenatore
2010 Sheffield Utd Sheffield Utd
2010-2011 Galles Galles
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Gary Andrew Speed (Mancot, 8 settembre 1969Huntington, 27 novembre 2011) è stato un allenatore di calcio e calciatore gallese, di ruolo centrocampista.

Considerato uno dei giocatori britannici maggiormente riconoscibili del XX secolo, e' dopo Ryan Giggs, il giocatore che ha collezionato il maggior numero di presenze in Premier League.

Il 27 novembre 2011, a 42 anni, si toglie la vita nella sua abitazione nel Chester.[1][2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera di calciatore ha inizio nel Leeds, squadra attualmente di Championship. Con la maglia dei biancogialli colleziona, tra il 1991/92 e il 1995/96, 199 presenze arricchite da 38 gol. Nell'estate del 1996 si trasferisce a Liverpool nell'Everton (squadra di cui era tifoso da ragazzo), dove rimane fino al gennaio del 1998 quando a sorpresa viene ceduto al Newcastle. Una cessione voluta dalla dirigenza dei Toffess ma presentata ai tifosi come un tradimento del giocatore[3]: epilogo amaro per l'avventura a Goodison Park, che ha finito per oscurare il buon rendimento assicurato dal centrocampista, autore di 18 gol in 65 partite.

Rimane al St James' Park per sei stagioni e mezzo partecipando anche alla Champions League; con i bianconeri colleziona 286 presenze realizzando 40 gol. Nell'estate del 2004 il Newcastle decide di non servirsi più delle prestazioni di Speed. Il giocatore pensa al ritiro dal calcio professionistico quando arriva la chiamata del Bolton di Sam Allardyce. Con i Trotters colleziona 119 presenze segnando 14 reti, inoltre l'8 dicembre 2007 gioca in Bolton-West Ham 4-0 la sua partita numero 500 nella Premier League, diventando il primo giocatore a riuscire nell'impresa. Nel gennaio 2008 passa in prestito allo Sheffield United squadra di Championship.

Oltre ad aver detenuto il record di presenze in Premier League (ora superato da Giggs e James), ha anche quello di presenze con la nazionale gallese, 85 partite, l'ultima delle quali è Galles-Polonia 2-3 nelle qualificazioni al Mondiale di Germania 2006. Con la maglia della nazionale ha realizzato 7 reti.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Si è ritirato nel 2010, diventando l'allenatore dello Sheffield United, l'ultima squadra in cui ha militato.

Il 14 dicembre 2010 viene nominato CT della nazionale gallese. L’8 febbraio 2011 come commissario tecnico perdendo 3-0 contro l'Irlanda di Giovanni Trapattoni. Ma nelle ultime sette gare arrivano cinque successi che fanno passare il Galles da 117° a 45° nel ranking Fifa[4].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico
— 12 giugno 2010[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Wales manager Gary Speed dies, aged 42, in apparent suicide, The Daily Telegraph
  2. ^ Tragedia Gary Speed, Galles sotto choc: il ct della nazionale si è impiccato in casa, Corriere della Sera, 27 novembre 2011. URL consultato il 28-11-2011.
  3. ^ Gary Speed (1969-2011), LECHAMPIONS.it, 28 novembre 2011. URL consultato il 25-01-2012.
  4. ^ Gary Speed (1969-2011), LECHAMPIONS.it, 28 novembre 2011. URL consultato il 25-01-2012.
  5. ^ London Gazette: (Supplement) no. 59446. p. 22. 12 giugno 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 220793611