Gargilio Marziale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Quinto Gargilio Marziale (... – ...) è stato uno scrittore romano vissuto intorno alla metà del III secolo d.C., autore di un'opera sull'agricoltura di cui sono conservati ampi estratti.

È stato identificato con il comandante militare dallo stesso nome, menzionato in un'iscrizione latina del 260 come deceduto nella colonia di Auzia nella Mauretania Cesariense.
Della sua opera, probabilmente intitolata De hortis e dedicata alla coltivazione di alberi e vegetali e alle loro proprietà medicamentose, sono conservati ampi estratti nella Medicina Plinii (un anonimo manuale di ricette mediche, basato sulla Naturalis Historia di Plinio, probabilmente redatto nel IV secolo).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Corpus Inscriptionum Latinarum, VIII, 9047.
  • Plinii Secundi quae fertur una cum Gargilii Martialis medicina, edidit Valentin Rose, Leipzig, Teubner, 1875.
  • Fabio Stok, "Gargilio Marziale: un epigono dell'enciclopedismo", in Lingue tecniche del greco e del latino. Atti del I Seminario internazionale sulla letteratura scientifica e tecnica greca e latina, a c. di S. Sconocchia e L. Toneatto, Trieste, Università degli studi di Trieste, 1993, pp. 220-234.