Gardener of Eden - Il giustiziere senza legge

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gardener of Eden - Il giustiziere senza legge
Gardener of Eden.png
Lukas Haas in una scena del film
Titolo originale Gardener of Eden
Paese di produzione USA
Anno 2007
Durata 88 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, drammatico
Regia Kevin Connolly
Sceneggiatura Adam "Tex" Davis
Produttore Allen Bain, Leonardo DiCaprio, Bradford Simpson, Caroline Jaczko
Produttore esecutivo Darren Goldberg, Graham King, Jesse Scolaro, Lemore Syvan, Ben Waisbren
Distribuzione (Italia) Medusa Film
Fotografia Lisa Rinzler
Montaggio Pete Beaudreau
Musiche Paul Haslinger
Scenografia Happy Massee
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Perché le cose peggiori capitano sempre alle brave persone? »
(Adam nel film)

Gardener of Eden - Il giustiziere senza legge è un film del 2007 diretto da Kevin Connolly con protagonista Lukas Haas.

Il film, presentato al Sundance Film Festival, è stato distribuito in Italia il 20 giugno 2008 dalla Medusa Film.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essere stato cacciato dal college ed aver iniziato a lavorare come commesso, Adam Harris si trova in un punto della sua vita in cui deve decidere che strada prendere. Ma un giorno Adam che ha assistito ad un orribile incidente, comincia a chiedersi: "Perché le cose peggiori capitano sempre alle brave persone?" e a riconsiderare tutta la sua vita. Come inevitabile conseguenza di questo cambiamento, Adam perde il lavoro, viene sbattuto fuori casa dai genitori e cosa ancora peggiore viene allontanato dai suoi più stretti amici.

A quel punto la sua vita gli appare inutile e senza scopo e in un accesso di rabbia compie vandalismi per tutta la città. Non soddisfatto di quello che ha fatto, decide di sfogarsi picchiando il primo sfortunato che incontra per strada e infatti aggredisce una persona apparentemente innocente. All'arrivo della polizia, Adam è convinto di stare per finire in prigione e della fine della sua vita; ma le cose vanno diversamente perché il tizio che ha picchiato in realtà è un violentatore ricercato. E Adam diventa suo malgrado il più improbabile degli eroi. Invece che finire in carcere, riceve un cospicuo assegno come ricompensa per quello che ha fatto, rimane talmente impressionato dal suo gesto da convincersi che la sua vocazione è quella di diventare uno spericolato giustiziere metropolitano, decide che la sua strada è diventare un eroe a tempo pieno. Ma respinto dal Sistema, che nemmeno gli consente di diventare poliziotto, Adam cerca di uscirne, facendosi vendicatore notturno e solitario. La sua nuova missione di vigilante lo porta a girare la città in cerca di situazioni che lo possono far apparire come un eroe, ma a volte queste situazioni vengono provocate da Adam stesso.

Partendo da presupposti sbagliati e senza comprendere a pieno lo scopo della sua missione ne l'essenza dei suoi nemici, Adam ricorre alla violenza come unico mezzo rimozione del male. La disperazione dei suoi atti sembrano voler dare uno scopo a una vita senza i quali gli parrebbe vuota e senza senso; parallelamente alle guerre combattute in Vietnam dal padre e nella Seconda guerra mondiale dal nonno anche Adam cerca una guerra da combattere, senza riuscire a comprendere l'attuale presente fatto di sfumature e piccole trasgressioni, mentre gli assoluti si trovano solo sui fumetti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema