Ganmodoki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ganmodoki
Ganmodoki.jpg
Origini
Luogo d'origine Giappone Giappone
Dettagli
Categoria piatto unico
Ingredienti principali
  • tofu
  • carote
  • funghi shiitake
  • yamaimo
 

Il Ganmodoki (雁擬き?) (in kanji: 雁擬き; in hiragana: がんもどき), è un piatto tipico della cucina giapponese, un tofu fritto a base di verdure, uova e semi di sesamo bianco. Vengono consumati anche in brodo e spesso in un oden.[1][2]

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il significato del termine Ganmodoki, ovvero "pseudo-oca" deriva dal suo sapore che ricorda vagamente quello dell'oca. Ganmodoki viene anche chiamato 'Ganmo.

Varianti[modifica | modifica sorgente]

Come spesso accade per la cucina giapponese il nome cambia a seconda del luogo, nella regione del Kansai lo stesso piatto prende il nome di hiryouzu.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ricetta come preparare Ganmodoki (Frittelle di Tofu) in ilbento.it. URL consultato il 28/5/2014.
  2. ^ (EN) Ganmodoki or Hiryouzu: Japanese tofu fritters in Just Hungry. URL consultato il 28/5/2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Nancy Singleton Hachisu, Japanese Farm Food, Andrews McMeel Publishing, 2012, p. 110.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]