Gangster Squad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gangster Squad
Gangster Squad.png
Sean Penn in una scena del film
Titolo originale Gangster Squad
Lingua originale Inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2013
Durata 113 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.35:1
Genere azione, thriller, poliziesco
Regia Ruben Fleischer
Soggetto Paul Lieberman
Sceneggiatura Will Beall
Produttore Dan Lin, Kevin McCormick, Michael Tadross
Casa di produzione Village Roadshow Pictures, Langley Park Productions, Lin Pictures
Fotografia Dion Beebe
Montaggio Alan Baumgarten
Musiche Carter Burwell
Scenografia Maher Ahmad
Costumi Mary Zophres
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Gangster Squad è un film del 2013 diretto da Ruben Fleischer.

Il film corale, ispirato alle vicende del criminale statunitense Mickey Cohen, vede la presenza nel cast di Ryan Gosling, Josh Brolin, Sean Penn, Emma Stone e Nick Nolte.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film è ambientato nel 1949 in una Los Angeles in preda al crimine dove il boss mafioso Mickey Cohen è diventato la figura più potente del mondo della malavita californiana e intende espandere il proprio impero verso gli stati orientali, costringendo i suoi rivali a ritirarsi a Chicago. Egli inoltre ha fatto assassinare tutti coloro che erano pronti a testimoniare contro di lui e ha corrotto i tribunali e le forze della polizia, controllando così anche la forza legale dell'intera Los Angeles.

Nel frattempo, dopo aver salvato un'ingenua ragazza dagli sgherri di Cohen, il sergente John O'Mara viene personalmente incaricato dal comandante Bill Parker di organizzare una task force speciale con l'obbiettivo di sgominare Cohen e demolire il suo impero del crimine, mandando in fumo ogni suo scampolo di operazione. La squadra non riceverà compensi, né potrà arrestare alcun criminale: i poliziotti agiranno proprio come se combattessero una guerriglia, avvalendosi anche dell'esperienza in materia dello stesso O'Mara, che si era distinto per le sue imprese nella Seconda guerra mondiale, vera ragione per cui Parker è stato propenso a sceglierlo. Con l'aiuto della critica moglie Connie, incinta da diversi mesi, O'Mara inizia il reclutamento dei propri uomini. Si uniranno a lui il duro detective Coleman Harris, l'esperto in intercettazioni Conway Keeler, il "cowboy" assassino di criminali Max Kennard ed il suo braccio destro Navidad Ramirez. L'unico amico di O'Mara che rifiuta l'offerta è il sergente Jerry Wooters, disilluso dal fallimento della guerra e dagli anni di servizio nella polizia. Wooters è inoltre amico del gangster Jack Whalen, che funge da collegamento fra lui e Cohen. Il sergente inizia poi una relazione amorosa con Grace Faraday, amante e insegnante di galateo di Cohen.

La prima missione della squadra di O'Mara è svaligiare un grosso casinò di Cohen. Ma disgraziatamente alcuni poliziotti si trovano casualmente nel casinò, e tra biliardo e slot-machine non indugiano troppo ad arrestare O'Mara ed Harris, gli unici della squadra che non erano riusciti a scappare. Frattanto Cohen ordina un attacco contro il boss rivale Jack Dragna, i cui uomini sono sospettati della tentata rapina al suo casinò. Quando nella sparatoria un innocente ragazzo di sua conoscenza, Pete il lustrascarpe, perde la vita accidentalmente, Wooters, che si trovava nei paraggi, cambia idea e decide di unirsi al team di O'Mara. Saputo che Cohen con i suoi uomini si sta recando in caserma della polizia per prelevare e uccidere i due malcapitati, Wooters li anticipa astutamente, e riesce quindi a trarre in salvo O'Mara ed Harris.

Con lo squadrone al completo, O'Mara riesce a sferrare duri colpi all'organizzazione di Cohen e i media bollano il suo team con il nome di "Gangster Squad". Keeler, coperto da Wooters, si infiltra con quest'ultimo nella villa di Cohen, piazzandogli una cimice dietro alla televisione, il che permette alla squadra di intercettare tutti i tentati colpi dell'organizzazione di Cohen. I poliziotti individuano e neutralizzano un carico di eroina ricevuto all'aeroporto di Burbank dagli uomini di Cohen, che catturano e gambizzano. Dopo aver scoperto, tramite intercettazioni, la dimora di Cohen, Keeler individua con successo il punto d'incontro per le scommesse clandestine di quest'ultimo. La squadra riesce con successo a bruciarne l'azienda e gli uomini di Cohen lo informano che i poliziotti non hanno preso il denaro, il che fa dedurre al malvivente che la Gangster Squad sia composta da poliziotti onesti e non da uomini sul libro paga di un rivale. Cohen crede che qualcuno l'abbia intercettato e così ordina ai suoi uomini di setacciare la propria abitazione per trovare eventuali cimici installate dalla polizia. Temendo che Cohen sappia della sua relazione con Wooters Grace scappa di casa.

La Gangster Squad cade poi in una trappola ordita a Chinatown da Wrevock, lo stesso sicario di Cohen responsabile della morte di Pete. Wooters interviene appena in tempo per salvare O'Mara, ma Wrevock riesce a scampare alla sua furia mentre Karl Lennox, il braccio destro di Cohen, uccide Keeler. Wooters si rivolge quindi a Whalen chiedendogli di poter portare Grace fuori città, ma Cohen raggiunge per primo l'uomo uccidendolo. Qualche giorno dopo, mentre Connie dà alla luce il figlio di O'Mara, i due vengono attaccati dai criminali ma il valoroso militare riesce a salvarle la vita. Parker, in seguito alla perdita di Whalen, comunica ad O'Mara che i loro giorni come membri del dipartimento di polizia sono finiti. O'Mara convince la moglie a lasciare Los Angeles insieme al neonato, mentre egli resterà lì per concludere il lavoro. Intanto Grace comunica a Wooters di essere disposta a testimoniare contro Cohen nel processo per l'omicidio di Whalen ed in seguito indirizza la squadra al Park Plaza Hotel dove risiede il criminale in modo che possa finalmente essere catturato.

La Gangster Squad arriva sul posto e si trova coinvolta in un violento scontro a fuoco con Cohen ed i suoi uomini durante il quale Wooters rimane ferito riuscendo però ad uccidere Wrevock. Cohen e Lennox tentano poi di scappare, ma O'Mara li insegue riuscendo a farli schiantare col loro veicolo in una fontana. Kennard viene quindi colpito da Lennox, ma riesce ad ucciderlo con l'aiuto di Navidad, prima di morire dissanguato. O'Mara si appresta ad arrestare Cohen, ma il cirminale non è disposto ad arrendersi ed ingaggia con lui uno scontro corpo a corpo, mentre una folla di curiosi e giornalisti si riunisce intorno a loro. O'Mara riesce a mandare KO Cohen e a farlo finalmente arrestare. Il suo regno giunge dunque al termine; al processo Cohen verrà infatti condannato all'ergastolo da scontare ad Alcatraz. I membri della Gangster Squad si separeranno e l'esistenza della squadra resterà segreta.

Il film si conclude mostrando Wooters continuare la sua relazione con Grace, Navidad e Harris diventare partner nel corpo della polizia ed O'Mara dare le dimissioni per poter vivere finalmente una vita tranquilla con la propria famiglia.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Ispirato alla vera storia del criminale Mickey Cohen, il film è tratto da una serie di racconti pubblicata da Paul Lieberman sul Los Angeles Times con il titolo Tales from the Gangster Squad[1]; di cui la Warner Bros. aveva acquistato i diritti cinematografici nella seconda metà del 2008[2]. La realizzazione del film venne confermata nel corso dell'estate 2010, quando la realizzazione della sceneggiatura venne affidata a Will Beall[1]. Nel successivo mese di dicembre 2010 la regia venne affidata a Ruben Fleischer[3].

Il casting iniziò nei primi mesi del 2011. Nel mese di aprile 2011 vennero annunciati i primi membri del cast: Sean Penn, Ryan Gosling e Josh Brolin, rispettivamente per i ruoli del criminale Mickey Cohen e dei sergenti Jerry Wooters e John O'Mara[4]. Nel mese di giugno vennero ingaggiati Michael Peña e Anthony Mackie, interpreti di Navidad Ramirez e Coleman Harris, membri della task force che dà la caccia a Cohen[5][6]; mentre a luglio entrarono nel cast anche Giovanni Ribisi, per il ruolo di Conway Keeler, esperto di elettronica[7]; Emma Stone, per il ruolo di Grace Faraday, la ragazza di Cohen[8]; e Robert Patrick, interprete dell'agente Max Kennard, ruolo che in un primo momento era stato affidato a Bryan Cranston[9]. Tra gli ultimi attori ad unirsi al cast furono presenti Mireille Enos, interprete di Connie O'Mara, moglie del sergente John O'Mara[10]; e Nick Nolte, interprete di Bill Parker, capo del dipartimento di polizia[11].

Le riprese iniziarono il 6 settembre 2011 a Los Angeles[12]. Nel mese di luglio 2012, a seguito dei tragici fatti del massacro di Aurora, la Warner Bros. decise di rimuovere dal film la scena di una sparatoria ambientata all'interno di un cinema, programmando quindi un ritorno sul set per girare una scena sostitutiva[13].

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il primo trailer venne pubblicato il 9 maggio 2012[14]. Nelle sale cinematografiche statunitensi il film è stato distribuito dalla Warner Bros. dall'11 gennaio 2013[15], mentre in quelle italiane dal 21 febbraio 2013.

Il trailer italiano del film venne diffuso dal 4 giugno 2012[16].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Steven Zeitchik, Warner Bros. goes gangster in Los Angeles Times, 29 giugno 2010. URL consultato il 10 maggio 2012.
  2. ^ (EN) Tatiana Siegel, WB cops 'Gangster Squad' in Variety, 6 novembre 2008. URL consultato il 10 maggio 2012.
  3. ^ (EN) Mike Fleming, Warner Bros Wants Ruben Fleischer To Lead ‘Gangster Squad’ in Deadline, 1º dicembre 2010. URL consultato il 10 maggio 2012.
  4. ^ (EN) Brian Gallagher, The Gangster Squad Wants Sean Penn, Ryan Gosling, and Josh Brolin in MovieWeb, 21 aprile 2011. URL consultato il 10 maggio 2012.
  5. ^ (EN) Brian Gallagher, The Gangster Squad Lands Michael Pena in MovieWeb, 7 giugno 2011. URL consultato il 10 maggio 2012.
  6. ^ (EN) Brian Gallagher, The Gangster Squad Signs Anthony Mackie in MovieWeb, 10 giugno 2011. URL consultato il 10 maggio 2012.
  7. ^ (EN) Courtney O., The Gangster Squad Adds Giovanni Ribisi in MovieWeb, 7 luglio 2011. URL consultato il 10 maggio 2012.
  8. ^ (EN) Brian Gallagher, The Gangster Squad Wants Emma Stone in MovieWeb, 26 luglio 2011. URL consultato il 10 maggio 2012.
  9. ^ (EN) Brian Gallagher, The Gangster Squad Replaces Bryan Cranston with Robert Patrick in MovieWeb, 28 luglio 2011. URL consultato il 10 maggio 2012.
  10. ^ (EN) Courtney O., The Gangster Squad Gets Mireille Enos in MovieWeb, 10 giugno 2011. URL consultato il 10 maggio 2012.
  11. ^ (EN) B. Alan Orange, Nick Nolte Joins The Gangster Squad in MovieWeb, 29 agosto 2011. URL consultato il 10 maggio 2012.
  12. ^ (EN) Brendan Bettinger, Synopsis and Cast List for THE GANGSTER SQUAD; Principal Photography Began Today in Collider.com, 6 settembre 2011. URL consultato il 10 maggio 2012.
  13. ^ Marlen Vazzoler, La Warner Bros decide di tagliare la scena del cinema da Gangster Squad in ScreenWeek Blog, 23 luglio 2012. URL consultato il 24 luglio 2012.
  14. ^ (EN) Jordan Zakarin, 'Gangster Squad' Trailer Sees Ryan Gosling, Sean Penn and Josh Brolin Get Dangerous (Video) in The Hollywood Reporter, 9 maggio 2012. URL consultato il 10 maggio 2012.
  15. ^ (EN) Gangster Squad, Comingsoon.net. URL consultato il 25 luglio 2012.
  16. ^ Gangster Squad, Ryan Gosling ed Emma Stone nel primo trailer italiano! in ScreenWeek Blog, 4 giugno 2012. URL consultato il 5 giugno 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema