Klaipėda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Gandrališkės)
Klaipėda
città
Klaipėda – Stemma Klaipėda – Bandiera
Klaipėda – Veduta
Dati amministrativi
Stato Lituania Lituania
Contea LTU Klaipėdos apskritis flag.svg Klaipėda
Comune Klaipėda
Amministratore locale Rimantas Taraškevičius
Territorio
Coordinate 55°42′40″N 21°08′50″E / 55.711111°N 21.147222°E55.711111; 21.147222 (Klaipėda)Coordinate: 55°42′40″N 21°08′50″E / 55.711111°N 21.147222°E55.711111; 21.147222 (Klaipėda)
Superficie 98,35 km²
Abitanti 184 657[1] (2010)
Densità 1 877,55 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale LT-91001
Fuso orario UTC+2
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Lituania
Klaipėda
Klaipėda – Mappa
Sito istituzionale

Klaipėda ascolta[?·info] (in tedesco Memel o Memelburg; in polacco: Kłajpeda) è l'unico porto di mare della Lituania sul Mar Baltico. La città conta 184.657 abitanti (2010), in diminuzione rispetto ai 202.900 del 1989[1]. Klaipėda è un importante porto per i traghetti, con collegamenti a Svezia, Danimarca e Germania, situato vicino alla foce del fiume Nemunas.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il porto di Klaipėda gestisce circa 20 milioni di tonnellate di merci ogni anno

Klaipėda possiede una pittoresca architettura: il centro presenta agglomerati simili a quelli che si possono trovare in Germania, Inghilterra e Danimarca mentre la cerchia a ridosso del centro e la prima periferia sono caratterizzate dalla classica architettura sovietica. La cerchia più esterna invece è dominata da case unifamiliari modernissime, simbolo dello sviluppo della città nel decennio 1998-2008. Nelle vicinanze si trovano popolari località di villeggiatura marine; a Neringa e Palanga.

Gandrališkės[modifica | modifica sorgente]

Gandrališkės è un nuovo quartiere della città. Il quartiere ospita il più alto grattacielo residenziale dei paesi baltici, il Pilsotas (112 metri - 34 piani), e altri 6 grattacieli finiti nel 2010. Un altro grattacielo, alto 170 metri, presente in città è il Kuršas.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Monumento a Simon Dach

L'area attorno a Klaipėda venne inizialmente abitata da tribù baltiche nel XII secolo. Questa città portuale del Mar Baltico venne fondata dai Cavalieri dell'Ordine Teutonico nel 1252 ed è registrata come Castrum Memele (tedesco Memelburg, o anche Mimmelburg). Nel 1254 a Klaipėda venne concesso il diritto cittadino di Lubecca. L'area venne convertita alla cristianità dai Cavalieri teutonici. Il Trattato di Melno dl 1422 fissò il confine tra Provincia di Prussia e Lituania. Memel venne inclusa nella Prussia e il confine rimase invariato fino al 1919. Fu uno dei confini europei rimasto invariato più a lungo nel tempo. A partire dal 1474 Memel venne governata dal Diritto cittadino di Kulm delle città prussiane. Nel 1525 la Memel ducale di Alberto I di Prussia (Albrecht von Brandenburg-Ansbach-Preussen) adottò il Luteranesimo. Fu l'inizio di un lungo periodo di prosperità per la città e il porto, quando la Prussia ducale era feudo polacco e successivamente parte della Confederazione polacco-lituana. Questa città di confine serviva come porto per la vicina Lituania, beneficiando della sua posizione vicino al fiume Nemunas. La fine di quest'epoca prospera giunse con la guerra dei Trent'anni quando, tra il 1629 e il 1635, Memel venne attaccata, danneggiata e occupata dalla Impero svedese. Venne ricostruita numerose volte e 75 anni dopo subì un'epidemia di peste che uccise un numero elevato di abitanti. Con la creazione di uno stato tedesco unito, nel 1871, Memel divenne la città più nord-orientale della Germania.

Nel 1919 Klaipėda venne posta sotto il protettorato degli Stati dell'Intesa. Dopo il trattato di Versailles il territorio attorno a Memel (Memelland) venne separato dalla Germania e divenne autonomo sotto occupazione francese. Nel 1923, le truppe lituane al comando del colonnello Budrys occuparono la città e le truppe francesi si ritirarono. Memel fu annessa al Terzo Reich il 22 marzo 1939, dopo l'annessione di Austria, Sudeti, e Cecoslovacchia. Molti abitanti lituani ed ebrei si rifugiarono in Lituania.

La città subì gravi distruzioni durante la Seconda guerra mondiale, a partire dalla fine del 1944 e fino all'inizio del 1945. Nell'ottobre del 1944 gli abitanti evacuarono la città, che venne catturata dall'Armata Rossa nel gennaio 1945 e successivamente annessa alla Repubblica Socialista Sovietica Lituana.

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

La squadra principale della città è l'Atlantas.

Personaggi nati a Klaipėda[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Population and workforce - Invest in Klaipeda

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Lituania Portale Lituania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lituania