Gamma Scuti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gamma Scuti
Mappa della costellazione, γ Scuti è visibile in basso a destra.Mappa della costellazione, γ Scuti è visibile in basso a destra.
Classificazione subgigante bianca
Classe spettrale A1IV/V[1]
Distanza dal Sole 291 ± 24 al
(89 ± 7 pc)
Costellazione Scudo
Redshift -0,000137[1]
Coordinate
(all'epoca J2000.0[1])
Ascensione retta 18h 29m 11,9s
Declinazione -14° 33′ 57″
Lat. galattica 17,4630°
Long. galattica -1,7889°
Dati osservativi
Magnitudine app. +4,67
Magnitudine ass. −0,09
Parallasse 11,19 mas[1]
Moto proprio 3.07h : -3.48° : mas/anno[1]
Velocità radiale -41 km/s[1]
Nomenclature alternative
γ Sct, BD -14 5071, GSC 05702-02882, HD 170296, HIP 90595, HR 6930, SAO 161520[1]

Gamma Scuti (γ Sct / γ Scuti) è una stella subgigante bianca visibile nella costellazione dello Scudo. Dista 291 ± 24 anni luce dal Sistema solare. Appare come un oggetto con magnitudine di +4,67.

Gamma Scuti è in una fase di avvicinamento al sistema solare che la condurrà a raggiungere tra 2,1 milioni di anni una distanza minima di circa 14 anni luce dal Sole. A quel tempo essa sarà probabilmente la stella più brillante del cielo, con una luminosità pari circa al doppio di quella che oggi mostra Sirio.[2]

È indicata come riferimento per individuare le nebulose Aquila ed Omega.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g (EN) gam Sct in SIMBAD. URL consultato il 27-07-2009.
  2. ^ stars.astro.illinois.edu. URL consultato il 6 aprile 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • γ Sct, Wikisky.org. URL consultato il 27-07-2009.
stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni