Galway (città)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Galway
città
(GA) Gaillimh
Galway – Stemma
Galway – Veduta
Dati amministrativi
Stato Irlanda Irlanda
Provincia Flag of Connacht.svg Connacht
Contea Logogalwayco.png Galway
Territorio
Coordinate 53°16′22.44″N 9°00′53.28″W / 53.2729°N 9.0148°W53.2729; -9.0148 (Galway)Coordinate: 53°16′22.44″N 9°00′53.28″W / 53.2729°N 9.0148°W53.2729; -9.0148 (Galway)
Altitudine 0 m s.l.m.
Superficie 53,43[1] km²
Abitanti 76 778[2] (2011)
Densità 1 436,98 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+0
Motto Laudatio Ejus Manet In Seculum Seculi
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Irlanda
Galway
Sito istituzionale

Galway (in irlandese Gaillimh [3] o, usato recentemente, Cathair na Gaillimhe) è il capoluogo dell'omonima contea nella Repubblica d'Irlanda.
È una delle città più grandi della nazione, oltre che l'unica del Connacht, ed è situata nella parte nord-orientale dell'omonima baia, nell'Irlanda occidentale di cui è considerata da molti la capitale culturale.

È attraversata dal fiume Corrib (gaelico irlandese: Gaillimh), piccolissimo ma potente fiume che parte dall'invece vasto Lough Corrib, situato poco più a nord, e che dà il nome gaelico alla città.

La popolazione è di oltre 75.000 abitanti.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il Dún Bhun na Gaillimhe ("Forte alla foce del Gaillimh"), un primordiale castello, fu costruito nel 1124 da Tairrdelbach mac Ruaidri Ua Conchobair (Turlough O'Connor), re del Connacht: un insediamento quasi certamente sorse poco tempo dopo intorno a questa fortezza, com'era consuetudine del tempo.

Il forte fu espugnato dagli Anglo-Normanni, più precisamente dai De Burgos, nel 1232. Con la probabile gaelicizzazione dei De Burgos nel tempo, i mercanti cittadini cominciarono a far pressione per impossessarsi del controllo della città e in poco tempo quanto era all'interno delle mura passò di fatto sotto la loro influenza. Nel XV secolo ricevettero un mayor (sindaco) e delle libertà dalla corona inglese.

I rapporti della nuova Galway anglo-irlandese non erano assolutamente tranquilli con le popolazioni gaeliche. Una nota sulla porta occidentale del 1592 ancora intima: "Dio ci protegga dai feroci O'Flaherty". I nativi irlandesi, inoltre, non potevano entrare liberamente i città, come disponeva una legge del tempo neither O' nor Mac shall strutte nor swagger through the streets of Galway ("nessun O' né Mac può girare senza permesso per le strade di Galway").

Durante il Medio Evo, Galway era retta da una oligarchia di quattordici famiglie di mercanti (12 normanne e 2 gaeliche), le ancor oggi conosciute Tribes of Galway: questo la portò ad inserirsi nei principali commerci internazionali e a diventare il porto mercantile principale dei traffici con Spagna e Francia: le famiglie erano Athy, Blake, Bodkin, Browne, Darcy, Deane, Font, French, Joyce, Kirwin, Lynch, Martyn, Morris, Skerrett.

Durante le ribellioni gaeliche del 1600, Galway rimase fedele alla corona britannica, ma poi si alleò con l'Irlanda confederata di Kilkenny durante le Guerre dei tre regni. Durante la Conquista cromwelliana dell'Irlanda, le armate di Oliver Cromwell conquistarono la città dopo ben nove mesi di pesante assedio. Si ribellò nuovamente in seguito contro Guglielmo d'Orange sostenendo i giacobiti, ma cadde dopo un breve assedio poco dopo la Battaglia di Aughrim nel 1691. Da quel momento le grandi famiglie si trovarono in rovina e la città cominciò un secolare declino che non terminò fino al recentissimo boom economico del tardo XX secolo.

Mappa del 1651, raffigurante la città antica (il nord è a sinistra). Il fiume Corrib è in primo piano, attraversato dal ponte "O'Brien", che porta alla Mainguard Street. Le mura sono quasi totalmente distrutte ora, ma lo "Spanish Arch" è ancora oggi sulla foce del fiume.

Arte e cultura[modifica | modifica sorgente]

Galway è considerata la capitale del gaeltacht, quindi della lingua gaelica irlandese, oltre che dell'Irlanda occidentale. Frequentatissima da viaggiatori e turisti di tutto il mondo più per il suo forte richiamo culturale e il suo centro storico particolare e pieno di vita, presenta vari edifici di discreto interesse artistico.

Cathedral of Our Lady Assumed into Heaven and St Nicholas: la cattedrale cattolica imponente sul fiume Corrib

Architettura[modifica | modifica sorgente]

Nel pieno centro della città, a Shop Street, è situato uno degli edifici medievali più gradevoli d'Irlanda, il Palazzetto dei Lynch (Lynch's castle), una volta luogo del potere cittadino ed oggi sede distaccata della Allied Irish Bank; alla fine di Shop Street, lungo il porto di Galway, è situato lo Spanish Arch (Arco spagnolo), chiamato così per la presenza in epoca mercantile di molte navi spagnole che portavano spezie e altri prodotti non conosciuti agli irlandesi.

La St. Nicholas' Collegiate Church è la più grande chiesa medievale ancora in uso d'Irlanda: fondata nel 1320, si espanse notevolmente nei due secoli successivi proprio nel cuore cittadino dove tuttora è situata. Dedicata a San Nicola, santo patrono di tante altre chiese di città portuali cattoliche, è poi diventata proprietà della confessione protestante, seguendo il destino di molte altre famose e antiche chiese irlandesi. A quest'ultima si contrappone la cattolica "Cattedrale della Madonna Assunta in Paradiso e San Nicola" (Cathedral of Our Lady Assumed into Heaven and Saint Nicholas), molto più moderna, dato che fu consacrata nel 1965, ma anche molto più grande e imponente: costruita in pietra calcarea grigia e corredata da numerose vetrate, nonostante sia molto recente, la sua forma si ispira alle chiese rinascimentali, con una cupola verde, torri campanarie e arcate a tutto sesto, tra le quali senz'altro spicca quella della facciata, inusuale nell'architettura irlandese e che fortemente richiama la Cattedrale Nuova di Santa Maria dell'Assedio nella città spagnola di Salamanca.

Non a molta distanza dalla Cattedrale è situato l'edificio quadrangolare dell'Università Nazionale dell'Irlanda a Galway, frequentata da 14.500 studenti circa e costruita durante la Grande carestia irlandese che a suo tempo, insieme alle sedi di Cork e Belfast, formava la Queen's University of Ireland. All'interno dell'edificio è conservato un archivio dell'UNESCO sulle lingue celtiche.

Church of Ireland Collegiate Church of St. Nicholas

Letteratura[modifica | modifica sorgente]

Il racconto I morti (The Dead, 1914) di James Joyce, pur ambientato a Dublino, contiene importanti riferimenti alla cittadina: da Galway proviene la protagonista del racconto, Gretta Conroy, e qui è ambientata una parte della trama, anche se solo in forma di struggente ricordo da parte di Gretta.

La compagna e poi moglie di Joyce, Nora Barnacle, nacque a Galway.

A Galway è ambientata parte del libro di viaggio di Francesco Memoli "Dal verde chiaro al verde scuro - Le conseguenze dell'Irlanda".

Eventi[modifica | modifica sorgente]

Galway è sede di molti eventi culturali, nell'ordine: Galway Early Music Festival (maggio), the Galway Film Fleadh (luglio), the Galway Arts Festival (luglio), Galway Races (agosto), il celebre festival internazionale delle ostriche Galway International Oyster Festival (settembre) e infine il Baboró Galway International Arts Festival for Children (ottobre).

Sport[modifica | modifica sorgente]

In città sono insediate varie squadre sportive: il Galway United è una squadra di calcio professionistica, mentre i Galwegians, i Corinthians e la franchigia del Connacht sono squadre di rugby. Nel Pearse Stadium invece hanno luogo gli incontri della Gaelic Athletic Association di calcio gaelico e hurling sia a livello di club, sia a livello di contee dove si allena e scontra con le altre rappresentative la Galway GAA. La vela è assai praticata, sia in mare che nei vicini laghi, così come il canottaggio nel fiume Corrib, organizzato da ben cinque club molto attrezzati:

  • Galway Rowing Club
  • Jesuits College ('The Jes') Rowing Club
  • St. Joseph's College ('The Bish') Rowing Club
  • NUIG Rowing Club
  • Tribesmen Rowing Club

Prendono sempre più piede competizioni di roller-blade nel Claddagh e scuole di arti marziali, mentre un'altra fetta considerevole di gente pratica hurling e calcio gaelico.

Salmon Weir: tratto di Corrib a Galway ideale per pesca e canottaggio.

Gastronomia[modifica | modifica sorgente]

Essendo un importante porto peschereccio, Galway è famosa in Irlanda per il pesce fresco e i frutti di mare. Il salmone, che nei mesi di giugno e luglio può anche essere visto mentre risale la corrente del fiume Corrib nel centro cittadino, è una delle specialità locali.

Come altre città del paese (Dublino, Cork, Kilkenny), anche Galway ha la sua birra di produzione locale. Si tratta in realtà di una creazione recente, dal momento che la sua produzione è stata avviata soltanto nel 2006. La Galway Hooker (il nome, scelto tramite un concorso cittadino, prende il nome dai tipici pescherecci di Galway) è prodotta in un piccolo birrificio della zona e venduta in città, ma anche in alcuni pub di Dublino e Cork.

Aneddoti[modifica | modifica sorgente]

Memorial stone: lapide commemorativa della città di Genova nella Spanish parade

A Galway è presente un teatro che inscena rappresentazioni esclusivamente in lingua gaelica, il Taibhdhearc na Gaillimhe, luogo culturale molto apprezzato e passaggio quasi obbligato per tutti gli attori di calibro irlandesi.

Praticamente all'interno della città, anche se una volta era un villaggio autonomo limitrofo all'antica cittadella murata, è situato The Claddagh, dove il Corrib raggiunge la Galway Bay e dove si è originata la tradizione del Claddagh Ring.

Una leggenda mai smentita ma nemmeno confermata, vuole che Cristoforo Colombo abbia deciso di viaggiare verso le Americhe durante una sua esplorazione delle isole Fær Øer partita proprio dalle coste di Galway. A commemorare tale episodio è presente nella Spanish Parade del porto un blocco di pietra regalato dalla città di Genova nel quale è scritto in lingua inglese: Su queste sponde intorno al 1477, il navigatore genovese Cristoforo Colombo trovò segnali certi di una terra al di là dell'Atlantico. La città di Genova alla città di Galway. 29.VI.1992.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Francesco Memoli, Dal verde chiaro al verde scuro - Le conseguenze dell'Irlanda, Gagliano del Capo, Edizioni Miele, 2012, p. 220. ISBN 978-88-6332-127-2.

Infrastrutture[modifica | modifica sorgente]

Aeroporto[modifica | modifica sorgente]

Galway è servita da un proprio aeroporto situato appena fuori la città, il Galway Airport, dal quale partono 5 voli giornalieri per Dublino, 2 per Londra e altri per Birmingham, Edimburgo, Manchester e Lorient. Oltre all'aeroporto internazionale cittadino, non particolarmente grande, sono situati a meno di 90 minuti di viaggio il Knock International Airport nel Connacht e lo Shannon International Airport. Inoltre ad Inverin, un villaggio ad est di Galway, partono voli di piccoli velivoli per le isole Aran.

Strade[modifica | modifica sorgente]

Galway è raggiunta da tre strade nazionali primarie: la N17 dal nord (Tuam, Sligo, Donegal), la N6 dall'est (Athlone, Dublino e la N18 dal sud (Shannon, Limerick, Cork). Il viaggio per Dublino è di circa 3 ore. La N59 collega infine la città al Connemara.

Porto[modifica | modifica sorgente]

Porto di Galway: immagine tipica della zona portuale con un uomo anziano seduto a contemplare il tranquillo panorama di Ballyknow Quay, sulla foce del Corrib nel mare

Il porto cittadino è il più centrale dell'Irlanda occidentale ed è situato nella parte orientale della baia di Galway. Nelle banchine sono ancorabili numerosi vascelli, tutti entro la stazza di 10.000 dwt, mentre l'attracco interno può ospitare anche nove vascelli insieme.

È uno dei principali punti di partenza, insieme ai porti di Rossaveal e Doolin, per raggiungere via nave (principale mezzo d'accesso) le isole Aran.

Ferrovia[modifica | modifica sorgente]

Il collegamento fra Galway e la stazione ferroviaria di Broadstone a Dublino fu completato nel 1851 e reso disponibile dalla the Midland Great Western Railway Co. (MGWR). Con l'avanzare del XIX secolo, all'originario tratto ferroviario si aggiunsero vari collegamenti con la ferrovia in via d'espansione del Connacht, col risultato che Galway divenne un importante snodo ferroviario. I collegamenti erano con Clifden diretti e via Athenry sul corridoio Claremorris-Ennis. Entrambe le ferrovie furono rese inattive rispettivamente nel 1935 la prima e negli anni settanta la seconda, anche se si sta a lungo dibattendo in Irlanda di riaprirle e inserirle nel West Rail Corridor per collegare anche le cittadine piene di pendolari vicine a Galway, cioè Tuam e Gort.

Attualmente ci sono sei collegamenti da e per Dublino giornalieri della Iarnród Éireann. Il servizio fa fermate intermedie Athenry, Ballinasloe, Athlone, Tullamore e Kildare. I passeggeri possono fare scalo ad Athlone per Westport, Castlebar e Ballina oppure a Kildare per Cork, Limerick, Tralee e Waterford. Il tempo di viaggio per Dublino è di poco inferiore alle tre ore, mentre la distanza è di 208 km.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Galway


Città gemellate[modifica | modifica sorgente]

Eyre Square
Il cannone fu donato ai Connaught Rangers alla fine della Guerra di Crimea (1854-1856) in riconoscimento alle loro prestazioni militari

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Censimento 2011: volume 1, tabella 7. (in inglese)
  2. ^ Censimento 2011: volume 1, tabella 7. (in inglese)
  3. ^ Placenames Database of Ireland. (in inglese)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Generici[modifica | modifica sorgente]

Media[modifica | modifica sorgente]

Irlanda Portale Irlanda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Irlanda