Gallirallus calayanensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rallo di Calayan
Immagine di Gallirallus calayanensis mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Gruiformes
Famiglia Rallidae
Genere Gallirallus
Specie G. calayanensis
Nomenclatura binomiale
Gallirallus calayanensis
D. Allen, Oliveros, Espanola, Broad e Gonzalez, 2004

Il rallo di Calayan (Gallirallus calayanensis D. Allen, Oliveros, Espanola, Broad e Gonzalez, 2004) è un uccello della famiglia dei Rallidi originario delle Filippine[2]. Incapace di volare, è stato scoperto solamente nel maggio del 2004[1][3][4].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il parente più prossimo del rallo di Calayan, cui somiglia moltissimo sia nelle dimensioni che nell'aspetto fisico, è il rallo di Okinawa (G. okinawae), diffuso sull'isola omonima, appartenente al Giappone[1][3][4].

È un Rallide di media grandezza, di dimensioni intermedie tra quelle di un piccolo corvo e di un rallo barrato (G. torquatus). Ha un piumaggio di colore scuro, grigio-oliva, zampe e becco rossi e muscoli alari molto deboli[4][5][6].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il rallo di Calayan vive unicamente sull'isola omonima, non più grande di Singapore, che fa parte del piccolo arcipelago delle Babuyan, a nord di Luzon[1].

Inizialmente si riteneva che il rallo di Calayan vivesse solo nelle foreste pluviali che si sviluppano su terreni di calcare corallino, pervasi da doline a inghiottitoio e caverne, ma in seguito è stato regolarmente avvistato anche su terreni non calcarei. Talvolta ha fatto la sua comparsa anche tra i giovani alberelli delle aree degradate di foresta secondaria e addirittura nelle piantagioni di palme da cocco con sottobosco di felci, adiacenti alla foresta. Sembra prediligere le aree vicine ai torrenti. Raramente è stato avvistato anche in risaie e radure aperte. L'olotipo venne catturato a 300 m di altitudine[1].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre sul terreno, rivoltando col becco la lettiera di foglie, e sembra quasi del tutto incapace di volare. Il suo nido è stato visto un'unica volta: era costruito sul terreno, alla base di un albero di fico, ed era fatto di foglie secche e di steli; conteneva tre uova[1][3][4][7].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Il rallo di Calayan è stato scoperto solamente l'11 maggio del 2004. Non sorprende che sia rimasto sconosciuto così a lungo, dal momento che l'ultima visita di un ornitologo sull'isola risaliva a circa cento anni fa. La biologa Carmela Española, che stava conducendo uno studio sull'isola, rimase colpita da alcuni richiami di origine sconosciuta provenienti dalla foresta; dopo aver seguito la provenienza di questi suoni si trovò di fronte un Rallide sconosciuto di colore scuro. Dopo aver chiesto notizie ai locali, ai quali l'uccello era molto familiare, e aver comparato i richiami con quelli degli altri Rallidi presenti nella zona, la Española si accorse di essersi trovata di fronte una specie nuova per la scienza[1][3][4][8].

La specie si è rivelata altamente specializzata nella scelta dell'habitat, il che significa che l'areale disponibile si estende unicamente per circa 10 km². Anche se su Calayan vi sono solo circa 100-200 coppie nidificanti, l'habitat del rallo è incontaminato e sembra che finora non vi siano motivi per temere una sua diminuzione. Dal momento che il suo ambiente prediletto non è adatto per usi agricoli, gli studiosi sperano che la popolazione rimanga stabile. Tuttavia, in questi anni sta andando avanti il progetto di costruzione di una strada attorno al perimetro dell'isola, che potrebbe attrarre un maggior numero di coloni, seguiti da cani, gatti e ratti, potenziali predatori del rallo[1][3][4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h (EN) BirdLife International 2012, Gallirallus calayanensis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Rallidae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 12 maggio 2014.
  3. ^ a b c d e Allen, Desmond, Oliveros, Carl, Espanola, Carmela, Broad, Genevieve, Gonzalez, Juan Carlos T: A new species of Gallirallus from Calayan island, Philippines. Zootaxa. 2006 Sept 18; 1316:1-31.
  4. ^ a b c d e f Remarkable rail discovered "just in time". 17-08-2004 2008 BirdLife International.
  5. ^ Robert Pfeifer: Gallirallus calayanensis, eine neue Waldralle von den Philippinen. 9. März 2005. In: Archiv Meldungen (chronologisch gereiht) http://www.tropenornithologie.de/
  6. ^ Clive Roots: Flightless Birds. Veröffentlicht von Greenwood Publishing Group, 2006 ISBN 978-0-313-33545-7
  7. ^ Allen, D, Espanola, C, Broad, G, Oliveros, C, Gonzalez, JCT: New bird records for the Babuyan islands, Philippines, including two first records for the Philippines. Forktail. 2006 August; 22:57-70.
  8. ^ Yong Ding Li: Bird species new to science from Southeast Asia (1997 – 2007)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]