Gallipoli (Turchia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gallipoli
ilçe belediyesi
Gelibolu
Gallipoli – Veduta
Localizzazione
Stato Turchia Turchia
Regione Marmara
Provincia Çanakkale
Distretto Gallipoli
Territorio
Coordinate 40°25′01.2″N 26°40′01.2″E / 40.417°N 26.667°E40.417; 26.667 (Gallipoli)Coordinate: 40°25′01.2″N 26°40′01.2″E / 40.417°N 26.667°E40.417; 26.667 (Gallipoli)
Altitudine m s.l.m.
Abitanti 28 326 (2010)
Altre informazioni
Cod. postale 17500
Prefisso (+90) 286
Fuso orario UTC+2
Targa 17
Cartografia
Mappa di localizzazione: Turchia
Gallipoli
Sito istituzionale

Gallipoli (in turco Gelibolu, in greco Καλλίπολις) è una città della Turchia, centro dell'omonimo distretto, nella provincia di Çanakkale.

La città si trova in posizione strategica sulla sponda europea dello stretto dei Dardanelli.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dal greco Kallipolis, che significa "bella città". È situata sulla penisola omonima (Gelibolu Yarımadası in turco), con il mar Egeo a ovest e lo stretto dei Dardanelli a est. Nei suoi pressi sorgeva la capitale di Lisimaco (uno dei diadochi di Alessandro Magno), Lisimachia.

Verso la metà del XIV secolo, la città fu conquistata da Süleiman, figlio primogenito del sultano ottomano Orhan (1324-62). Da qui iniziò l'occupazione ottomana dei Balcani.[1]

Nel corso della prima guerra mondiale nella penisola di Gallipoli avvenne una delle più cruente battaglie della guerra, la campagna dei Dardanelli (1915), rilevante perché fu l'operazione anfibia più importante del conflitto. L'operazione si risolse con il reimbarco forzato delle truppe dell'Intesa, dopo che avevano subito pesantissime perdite nel tentativo di occupare le trincee turche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ J. McCarthy, I turchi ottomani dalleo origini al 1923,Ecig, pag. 47

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]