Galleria d'arte moderna di Bologna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Galleria d'arte moderna (Bologna))
Galleria d'Arte Moderna di Bologna
Tipo Arte
Indirizzo Via Don Minzoni 14, Bologna, Italia
Sito [1]

La Galleria d'Arte Moderna di Bologna, è stato uno dei musei più importanti della città di Bologna.

Attualmente, dopo aver abbandonato la sua sede storica in piazza della Costituzione, ha cinque sedi espositive: la sede centrale del Museo d'Arte Moderna di Bologna, Villa delle Rose, il Museo Morandi, la Casa Morandi e il Museo per la Memoria di Ustica, ed un patrimonio di oltre 3.500 opere d'arte moderna e arte contemporanea. Con l'apertura del nuovo museo in via Don Minzoni si affiancano a tali attività anche eventi musicali, spettacoli, film e incontri con gli artisti.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La galleria venne fondata nel 1926 ed ebbe come prima sede Villa delle Rose, un edificio donato al Comune di Bologna dalla contessa Nerina Armandi Avogli. Presto, grazie a numerose acquisizioni e donazioni, la collezione si ingrandì, tanto che già nel 1961 contava più di 2.000 opere.

Per problemi di spazio il Comune decise perciò di trasferire parte delle opere in un nuovo edificio situato nel quartiere Fiera, affidandone il progetto a Leone Pancaldi. Questa nuova sede della Galleria, inaugurata nel 1975, aveva una superficie espositiva di circa 2.700 m² e ha ospitato sia la collezione permanente, le cui opere venivano esposte a rotazione, che mostre temporanee.

Il 5 maggio del 2007 è stata inaugurata la nuova sede per l'arte moderna e contemporanea nell'ex Forno del Pane di via Don Minzoni (nel nuovo distretto culturale della Manifattura delle Arti), denominata Museo d'Arte Moderna di Bologna (o MAMbo), che con i suoi 9.500 m² diviene uno dei musei italiani più importanti dedicati al contemporaneo.

Collezioni[modifica | modifica sorgente]

La galleria è proprietaria di una collezione di scultura e pittura dal XIX secolo in avanti, con particolare riguardo alle correnti artistiche italiane del secondo dopoguerra, e comprende opere di Francesco Hayez, Alfredo Savini, Arnaldo Pomodoro, Giorgio Morandi e molti altri, ora destinata al MAMbo.

La collezione del MAMbo, inaugurata nel marzo 2008, ospita opere di artisti contemporanei, ospitando sia collezioni permanenti che mostre temporanee.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]