Galidia elegans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Mangusta dalla coda ad anelli
Stavenn Galidia elegans.jpg
Galidia elegans
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Famiglia Eupleridae
Sottofamiglia Galidiinae
Genere Galidia
Specie G. elegans
Nomenclatura binomiale
Galidia elegans
I. Geoffroy Saint-Hilaire, 1837

La mangusta dalla coda ad anelli (Galidia elegans I. Geoffroy Saint-Hilaire, 1837) è un mammifero carnivoro della famiglia Eupleridae, endemico del Madagascar. È l'unica specie del genere Galidia.

Sottospecie[modifica | modifica wikitesto]

Ne sono note 3 sottospecie:

  • G. elegans elegans I. Geoffroy Saint-Hilaire, 1837
  • G. elegans occidentalis Albignac, 1971
  • G. elegans dambrensis Tate and Rand, 1941

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'areale della specie va dalla foresta pluviale del Madagascar orientale (sottospecie G. e. elegans), alla foresta decidua secca occidentale (G. e. occidentalis), spingendosi sino all'estremità settentrionale dell'isola (G. e. dambrensis), dal livello del mare sino a quasi 2.000 m di altitudine.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Lungo 70 cm, di cui 35 spettano alla coda. La pelliccia è delicata e morbida di colore marrone bruno nella parte superiore del dorso e del capo, mentre sulla gola è bianca. La coda,formata da lunghi peli, è più chiara e presenta anelli di tinta scura.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Di giorno si arrampica agilmente sugli alberi, caccia piccoli uccelli, preda le uova dei nidi e non dà scampo a lucertole, anfibi e a numerosi insetti. Inoltre preda anche piccoli mammiferi quali roditori, tenrec e microcebi.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN red list classifica G. elegans come specie a basso rischio di estinzione.

La specie è abbastanza comune e presente all'interno di numerose aree protette tra cui il Parco nazionale di Ranomafana, il Parco nazionale di Masoala, il Parco nazionale di Andasibe-Mantadia, il Parco nazionale di Marojejy, il Parco nazionale Montagna d'Ambra, il Parco nazionale Tsingy di Bemaraha e la Riserva speciale dell'Ankarana.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]