Galeotto Manfredi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Infobox militare}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Galeotto Manfredi (144031 maggio 1488) è stato un condottiero italiano e signore di Faenza.

Stemma della famiglia Manfredi

Manfredi-1.jpg


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Faenza, era figlio di Astorre II Manfredi, fratello di Carlo II Manfredi.

Nella giovinezza seguì il famoso condottiero Bartolomeo Colleoni al soldo della Repubblica di Venezia.

Nel 1477, dopo un fallito tentativo di conquista militare, riuscì comunque a succedere al fratello Carlo come signore di Faenza, avvalendosi di una ribellione popolare nella città.

Nel 1481 sposò Francesca Bentivoglio, figlia di Giovanni II Bentivoglio, signore di Bologna. Lorenzo de' Medici era il mediatore del matrimonio, dato che voleva assicurare Faenza nei confronti delle ambizioni conquistatrici di Girolamo Riario che si era già impossessato di Imola e di Forlì.

Nel 1483 fu comandante presso la Repubblica di Firenze e combatté nelle guerre di Lombardia.

Fu ucciso dalla moglie il 31 maggio 1488 per motivi passionali, col sostegno di alcuni congiurati. Gli successe nella guida della città il figlio minorenne Astorre III Manfredi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Biografia dettagliata dal sito condottieridiventura.it
Predecessore Signore di Faenza Successore
Carlo II Manfredi 1477–1488 Astorre III Manfredi

Controllo di autorità VIAF: 18291900