Eugonatonotus chacei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Galatheacaris)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Eugonatonotus chacei
Immagine di Eugonatonotus chacei mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Arthropoda
Subphylum Crustacea
Classe Malacostraca
Sottoclasse Eumalacostraca
Superordine Eucarida
Ordine Decapoda
Sottordine Pleocyemata
Infraordine Caridea
Superfamiglia Nematocarcinoidea
Famiglia Eugonatonotidae
Genere Eugonatonotus
Specie E. chacei
Nomenclatura binomiale
Eugonatonotus chacei
Chan & Yu, 1991

Eugonatonotus chacei Chan & Yu, 1991 è un gamberetto appartenente alla famiglia Eugonatonotidae[1].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Proviene dalla Nuova Caledonia, dall'Australia[1], dal Giappone, dalle Filippine e da Taiwan[2].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il corpo degli adulti ha una colorazione che varia dal rosa rossastro al violaceo, le antenne tendono all'arancione[2]. Gli occhi sono grandi, rotondi[3] e marroni[2]. Il rostro presenta fino a 8 denti nella parte ventrale e da 7 a 9 nella parte dorsale[3]. Somiglia molto a Eugonatonotus crassus[2].

Gli esemplari giovanili hanno una colorazione pallida, solitamente giallastra o con aree tendenti al marrone; le uova sono marroni[2].

Nel 1997 un esemplare giovanile catturato nel Mare di Celebes a una profondità di 5.000 metri era stato classificato come un'altra specie, Galatheacaris abyssalis. Era diverso dalle specie di gamberetti precedentemente note, e quindi si era resa necessaria la creazione di una nuova famiglia, Galatheacarididae, e anche di una nuova superfamiglia, Galatheacaridoidea[4]. Più tardi, alcuni esemplari sono stati trovati nel ventre di un Alepisaurus ferox, un raro pesce batipelagico[5].

Analisi di filogenesi molecolare hanno poi mostrato che il DNA mitocondriale in G. abyssalis era molto simile a quello di E. chacei; ora è noto che G. abyssalis è lo stadio post-larvale di E. chacei[6].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) De Grave, S. (2014), Eugonatonotus chacei in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).
  2. ^ a b c d e Chan, T.-Y. & H.-P. Yu, op. cit., p. 147
  3. ^ a b Chan, T.-Y. & H.-P. Yu, op. cit., p. 145
  4. ^ Alexander L. Vereshchaka, New family and superfamily for a deep-sea caridean shrimp from the Galathea collections in Journal of Crustacean Biology, vol. 17, nº 2, 1997, pp. 361–373, JSTOR 1549285.
  5. ^ Seinen Chow, Makoto Okazaki, Masatsune Takeda & Tadashi Kubota, A rare abyssal shrimp, Galatheocaris abyssalis, found in the stomach of a lancetfish in Crustaceana, vol. 73, nº 2, 2000, pp. 243–246.
  6. ^ Sammy DeGrave, Ka Hou Chu & Tin-Yam Y. Chan, On the systematic position of Galatheacaris abyssalis (Decapoda: Galatheacaridoidea) in Journal of Crustacean Biology, vol. 30, nº 3, 2010, pp. 521–527, DOI:10.1651/10-3278.1.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi