Gacchan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Gajira "Gacchan" Norimaki)
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Gajira "Gacchan" Norimaki
Gacchan/Manji nella prima serie
Gacchan/Manji nella prima serie
Universo Dr. Slump e Arale
Nome orig. ガジラ 則巻 (Gajira "Gacchan" Norimaki)
Lingua orig. Giapponese
Autore Akira Toriyama
Editore Shueisha
1ª app. in Shonen Jump
Editore it. Star Comics
app. it. 1996
app. it. in Mitico
Specie angelo
Sesso asessuata (ufficialmente femmina) (maschio nel doppiaggio Mediaset)
Luogo di nascita Villaggio Pinguino
Abilità
  • può mangiare di tutto tranne la gomma
  • le antenne emettono fulmini distruttivi
  • superforza e superresistenza

Gajira "Gacchan" Norimaki (則巻 ガジラ Norimaki Gajira "Gacchan"?) è un personaggio del manga Dr. Slump & Arale di Akira Toriyama. Nel doppiaggio italiano della seconda serie e nel ridoppiaggio della prima serie, il suo nome è stato mutato in Manji Norimaki.

Personaggio[modifica | modifica sorgente]

Durante un viaggio nel tempo, nella preistoria, Arale riceve in dono da un bambino delle caverne un grosso uovo, apparentemente di dinosauro, e lo porta a casa una volta fatto ritorno nel presente. Ben presto l'uovo si schiude e ne nasce un esserino asessuato, simile a un neonato dai capelli ricci (di colore verde nella vecchia serie dell'anime e biondi nel recente remake), ma dotato di ali piumate, antenne e la capacità di divorare e digerire qualunque cosa tranne gli oggetti fatti di gomma. Il dottor Norimaki (Slump) allora decide di farlo diventare un membro della famiglia a tutti gli effetti (salvo poi lamentarsi di avere già due "figli" pur non essendo sposato) e, dopo una lunga disputa con Arale riguardo al nome da darle (infatti per convenzione il dottore deciderà di trattarla come una bambina per non confondere le idee di Arale, anche se nel doppiaggio Mediaset verrà considerato un maschietto), opterà per chiamarla "Gacchan". Questo nome è il diminutivo, formato con il suffisso "-chan", di Gajira, nome che deriva per crasi dai nomi di due celebri mostri della fantascienza nipponica, Gamera e Gojira (in occidente noto come Godzilla).

Fra i poteri di Gacchan, oltre alla capacità di mangiare tutto e al volo, ricordiamo la super-forza e la capacità di generare un potente raggio dalle antenne.

Più avanti nella serie, Gacchan si racchiuderà in un bozzolo simile a quello dei bachi da seta, riemergendone diverso tempo dopo assieme a una sua copia esatta. Nel n° 25 dell'edizione italiana del manga si scoprirà la vera identità di Gacchan: è uno degli angeli inviati da Dio (disegnato da Toriyama come un vecchietto calvo e baffuto; il personaggio ritornerà con poche variazioni trasfigurato come Maestro Muten in Dragon Ball, altra celeberrima serie dell'autore) per uno scopo ben preciso: moltiplicarsi e eventualmente distruggere i pianeti su cui fosse stato rilasciato l'uovo, divorando e distruggendo ogni cosa, nel caso gli abitanti del pianeta si fossero dimostrati troppo corrotti.

Dato che Arale ha rimosso l'uovo dalla sua collocazione originaria nella preistoria, Gacchan non ha avuto tempo di moltiplicarsi a sufficienza per distruggere la Terra: per di più stare con Arale, il dottore e gli altri amici le ha fatto dimenticare il suo scopo originario. Dio, dopo aver scoperto tutto ciò, aver osservato l'amorevole famiglia che si è occupata di Gacchan, e anche grazie al trattamento amichevole riservatogli da Atomino (Obocchaman), che lo ha preso per un anziano smarrito, decide di dare una possibilità al popolo della Terra.