Gaio Giulio Cesare (padre di Cesare)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gaio Giulio Cesare

Gaio Giulio Cesare (in latino: Gaius Iulius Caesar; IPA: [ˈgajjʊs ˈjuːlɪʊs ˈkaesar];[1]; 140 a.C.85 a.C.) è stato un senatore e pretore romano, sostenitore e cognato di Gaio Mario, e padre di Giulio Cesare.


Sposò Aurelia Cotta, appartenente alla Gens degli Aurelii e dei Rutilii.

Ebbe due figlie, entrambe chiamate Giulia, ed un figlio, Giulio Cesare, nato nel 100 a.C. [2].

Era anche fratello di Sesto Giulio Cesare, console nel 91 a.C., e di Giulia maggiore, moglie di Gaio Mario nonché di Giulia minore prima moglie di Lucio Cornelio Silla.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il praenomen "Gaio" è forma corretta rispetto al pur comune "Caio". La forma "Caio", infatti, si è diffusa a seguito di una errata interpretazione dell'abbreviazione epigrafica "C." (cfr., tra gli altri, Conte, Pianezzola, Ranucci, Dizionario della lingua latina, sub voce Gaius: «il fraintendimento dell'abbr., in cui la G si scriveva, per conservazione di grafia arcaica, C., ha generato la forma "Caio"»).
  2. ^ Gaio Svetonio Tranquillo, De vita Caesarum, Cesare, I