Gaetano Mancini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
sen. Gaetano Mancini
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Senato della Repubblica
Luogo nascita Malito
Data nascita 23 settembre 1923
Luogo morte Cosenza
Data morte 9 gennaio 2012
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Professione Avvocato
Partito Partito Socialista Italiano
Legislatura V
Gruppo Gruppo PSI-PSDI unificati
Circoscrizione Calabria
Incarichi parlamentari

membro 1ª Commissione permanente (Affari della Presidenza del Consiglio e dell'Interno), membro 10ª Commissione permanente (Lavoro, emigrazione e previdenza sociale), membro Commissione parlamentare per i procedimenti di accusa.

Gaetano Mancini (Malito, 23 settembre 1923Cosenza, 9 gennaio 2012) è stato un avvocato e politico italiano, già Senatore della Repubblica italiana.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Figura storica del Socialismo calabrese e nazionale, cugino dell'ex Ministro e Segretario del Partito Socialista Italiano Giacomo Mancini, diventa Senatore alle elezioni politiche Italiane del 1968 tra le file del Partito Socialista Italiano[1], prima ricopriva la carica di consigliere provinciale di Cosenza.

Dal 1990 al 1992 ha ricoperto la carica di Presidente dell'Efim (Ente per il finanziamento delle industrie manifatturiere), holding tra i colossi delle partecipazioni statali Italiane.

Muore nel 2012 a Cosenza all'età di 88 anni[2].

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ senato.it - Scheda di attività di Gaetano MANCINI - V Legislatura
  2. ^ Notizia della morte dall'ANSA