Gabriella Pescucci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statuetta dell'Oscar Oscar ai migliori costumi 1994

Gabriella Pescucci (Rosignano Solvay, 1941) è una costumista italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ha studiato presso l'Accademia di Belle Arti di Firenze, ed ha iniziato la sua carriera a Roma come assistente del grande Pierluigi Pizzi e di Piero Tosi (in Medea di Pier Paolo Pasolini). Ha lavorato nell'ambito dell'opera lirica (dove viene ricordata sia per i suoi costumi di pura fantasia, come per quelli della Norma con le scene di Mario Ceroli, oppure frutto di accurata ricostruzione storica come quelli per Un ballo in maschera, entrambi alla Scala di Milano).

Ma ha lavorato altrettanto intensamente e con notevoli risultati anche in ambito cinematografico. Nel 1994 vinse il premio Oscar ai migliori costumi per L'età dell'innocenza (The Age of Innocence). Ricevette altre 2 candidature: nel 1989 per Le avventure del barone di Münchausen (The Adventures of Baron Munchausen) e nel 2006 per La fabbrica di cioccolato (Charlie and the Chocolate Factory). Ha inoltre vinto sette nastri d'argento per Fatti di gente perbene (1975), Divina creatura (1976), La città delle donne (1980), Il nome della rosa (1987), Le avventure del barone di Munchausen (1990), L'età dell'innocenza (1994) e La fabbrica di cioccolato (2006). Per i suoi costumi ha anche vinto due David di Donatello con Il mondo nuovo (1982) e Il nome della rosa (1987) e un BAFTA per C'era una volta in America (1985). Nel 2007 disegnò i costumi per l'Opera popolare Giulietta e Romeo.

Sue creazioni sono i costumi della serie televisiva I Borgia scritta e diretta da Neil Jordan nel 2011.

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 8197784