GIMPshop

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
GIMPshop
GIMPshop 2.2.8 su Windows XP
GIMPshop 2.2.8 su Windows XP
Sviluppatore Scott Moschella
Ultima versione 2.2.11 (6 agosto 2012)
Sistema operativo Multipiattaforma
Linguaggio C (GTK+)
Genere Elaborazione digitale delle immagini
Computer grafica
Licenza GNU General Public License
(Licenza libera)
Lingua Inglese, spagnolo
Sito web http://sourceforge.net/projects/gimpshop.mirror/

GIMPshop è una versione modificata del software di grafica libero e open source GNU Image Manipulation Program (GIMP), che replica l'aspetto di Adobe Photoshop.[1] Ha come obiettivo quello di rendere accessibile GIMP agli utilizzatori di Photoshop, come affermato dallo sviluppatore.[2]

Possiede numerose caratteristiche di GIMP, tra cui la possibilità di essere personalizzato e la disponibilità su più piattaforme, mentre la grafica è cambiata tenendo conto delle critiche comuni nei confronti dell'interfaccia: in GIMPshop è stata modificata la struttura dei menu e i nomi dei comandi per una maggior corrispondenza con l'interfaccia di Photoshop. Nella versione per Windows, GIMPshop utilizza un plugin chiamato Deweirdifyer per combinare le numerose finestre dell'applicazione in maniera simile al sistema MDI utilizzato dalla maggior parte degli applicativi grafici Windows.

Da marzo 2006 l'applicazione supporta i plugin di Photoshop, attraverso il plugin pspi, per Microsoft Windows e Linux. Tutti i plugin di GIMP (filtri, pennelli ecc.) restano comunque disponibili.

Grazie all'interfaccia grafica modificata, molti tutorial per Photoshop possono essere utilizzati su GIMPshop senza cambiamenti, altri possono essere adattati per gli utenti di GIMPshop con modifiche minime.

GIMPshop è stato creato da Scott Moschella, di Next New Networks,[3] e sviluppato originariamente per Mac OS X. La versione per Mac OS X è un universal binary, e richiede X11.app per poter funzionare. GIMPshop è stato successivamente sviluppato anche per Windows, Linux e Solaris. L'unico cambiamento rispetto a GIMP, oltre a quelli già citati, è l'aggiunta di una finestra di sfondo all'interfaccia utente, spesso causa di bug sulla versione per Windows.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Gimpshop, PC World. URL consultato il 14-05-2010.
  2. ^ (EN) Announcing GIMPshop, Plastic Bugs. URL consultato il 14-05-2010 (archiviato dall'url originale il 26-10-2007).
  3. ^ (EN) A GIMP In Photoshop's Clothing, OSdir. URL consultato il 14-05-2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Software libero