Güyük

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Güyük

Güyük o Guyuk Khan (in tartaro: Гуюк, Gujuk; in mongolo Гүюг, Gùjug) (12061248) è stato un condottiero mongolo.

Ascesa[modifica | modifica sorgente]

Guyuk era il primo figlio di Ogodei e terzo Gran Khan dell'Impero Mongolo. Nipote di Gengis Khan fu addestrato a servire come generale sotto di lui, partecipo' alle scorrerie su Russia ed est-europa tra il 1236 ed il 1241 assieme a Batu, poi Khan dell'Orda d'Oro.

Alla morte del padre, dopo un periodo ad interim della madre Töregene Khatun (reggente dal 1241-1246), venne eletto dal quriltai come era d'uso tradizionalmente, ma solo grazie all'intercessione della madre. Al grande concilio intervennero regnanti, personalità e storici accorsi da tutto il mondo conosciuto. Batu, carismatico Khan che controllava gran parte delle forze Mongole centro asiatiche ed occidentali, rifiutava fermamente questa risoluzione reclamando il Gran Khanato.

Morte[modifica | modifica sorgente]

La guerra civile era alle porte; Batu stava ripiegando sulla Mongolia con tutte le sue Orde per affrontare colui che dal suo punto di vista era un usurpatore. Guyuk però, stanziato in Cina, mori' sulla via di guerra presso l'odierna Xinjiang senza mai affrontare Batu. Peri' a 42 anni per le conseguenze di un grave alcolismo. L'alcol ed il suo abuso era un piaga che aveva afflitto tutti i figli di Gengis Khan, anche se il grande Khan lo detestava ed aborriva con tutte le forze, dovette ammettere che difficilmente un uomo dei suoi tempi non si ubriacava almeno saltuariamente. Guyuk prima di morire aveva confidato di voler pianificare un attacco con tutte le sue Orde sull'Europa ma con la sua successione, la politica espansionstica dell'Impero Mongolo cambio' drasticamente fronte rivolgendosi sulla Cina.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Gran Khan dell'Impero Mongolo Successore Flag of the Mongol Empire.svg
Ogodei 1246 - 1248 Munke

Controllo di autorità VIAF: 14095295 LCCN: n98921304