Furia Sabina Tranquillina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto attribuito a Furia Sabina Tranquillina, proveniente da Poggio Sommavilla (in Sabina) e datato al 250 circa, esposto al Museo nazionale romano a palazzo Massimo
Ritratto di Sabina su di un antoniniano coniato nell'anno del matrimonio con Gordiano III e celebrante la concordia dei due augusti.

Furia Sabina Tranquillina (c. 226 – dopo 241) fu la moglie dell'imperatore romano Gordiano III e augusta dell'Impero romano.

Figlia di Timesiteo, sposò Gordiano nel 241, quando questi aveva sedici anni e Sabina quindici: l'imperatore conferì poi al suocero la prefettura del pretorio.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • von Rohden, et al., PIR, F 587

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antica Roma Portale Antica Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Roma