Fucoxantina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Fucoxantina
Fucoxanthin.svg
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C42H58O6
Massa molecolare (u) 658,91
Numero CAS [3351-86-8]
PubChem 5281239
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P --- [1]

La fucoxantina è una molecola naturale di tipo xantofilla, con formula C42H58O6. Si tratta di un pigmento vegetale, un carotenoide tipico delle alghe brune a cui conferisce la caratteristica colorazione, sovrapponendosi alle tonalità verdi della clorofilla. La fucoxantina assorbe la luce principalmente nel blu-verde al giallo-verde parte dello spettro visibile, con un picco intorno ai 510-525 nm e assorbendo in maniera significativa nella gamma di 450 a 540 nm.

Alcuni studi metabolici e nutrizionali condotti su topi, presso la Hokkaido University, indicano che la fucoxantina promuove la combustione dei grassi all'interno delle cellule del tessuto adiposo bianco.[2] È stato pubblicato anche uno studio sugli umani a doppio cieco controllato con placebo.[3] Lo studio di integrazione con estratto di alghe contenente fucoxantina in combinazione con olio di semi di melograno ha dimostrato in una media la perdita di 4,9 kg di peso nelle donne obese nel corso di un periodo di 16 settimane.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 02.01.2013
  2. ^ H Maeda, M Hosokawa, T Sashima, K Funayama e K Miyashita, Fucoxanthin from edible seaweed, Undaria pinnatifida, shows antiobesity effect through UCP1 expression in white adipose tissues in Biochemical and biophysical research communications, vol. 332, n. 2, 2005, pp. 392–7. DOI:10.1016/j.bbrc.2005.05.002, PMID 15896707.
  3. ^ a b M. Abidov, Z. Ramazanov, R. Seifulla e S. Grachev, The effects of Xanthigen in the weight management of obese premenopausal women with non-alcoholic fatty liver disease and normal liver fat in Diabetes, Obesity and Metabolism, vol. 12, 2010, p. 72. DOI:10.1111/j.1463-1326.2009.01132.x.

ciao