Fußball-Regionalliga (Austria)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fußball-Regionalliga
Sport Football pictogram.svg Calcio
Tipo Club
Paese Austria Austria
Apertura settembre
Chiusura maggio
Partecipanti 48 squadre
Formula Gironi all'italiana A/R
Promozione in Erste Liga
Retrocessione in Tirol Liga
Vorarlbergliga
1. Landesliga
Landesliga
Kärntner Liga
OÖ Liga
Wiener Stadtliga
1. NÖN-Landesliga
Burgenlandliga
Sito Internet regionalliga.at
Storia
Fondazione 1959
Detentore Parndorf Parndorf
LASK Linz LASK Linz
Liefering Liefering
Edizione in corso Fußball-Regionalliga 2013-2014 (Austria)

La Fußball-Regionalliga (letteralmente "Lega calcistica regionale"), o semplicemente Regionalliga, è la terza divisione del campionato austriaco di calcio, l'ultima a carattere nazionale, ed è semiprofessionistica. Per la stagione 2013-2014 è composta da 48 squadre, suddivise in tre gironi da 16 formazioni ciascuno. Le vincitrici dei gironi, unitamente alla penultima classificata di Erste Liga, spareggiano tra di loro per definire due squadre che nella stagione successiva disputeranno quel torneo, mentre le ultime tre classificate di ogni gruppo retrocedono nei campionati regionali. Ci sono quindi complessivamente 9 retrocessioni e una o due promozioni per stagione.

I gruppi comprendono tre land ciascuno: Vienna, Bassa Austria e Burgenland nella Regionalliga Ost; Stiria, Carinzia e Alta Austria (con il Tirolo orientale) nella Regionalliga Mitte; Tirolo (senza la parte orientale), Salisburghese e Vorarlberg nella Regionalliga West. L'attuale struttura a tre gironi esiste dalla stagione 1994-1995.

Se la squadra vincitrice del campionato non può essere promossa, ad esempio nel caso in cui sia la formazione Amateure di una società professionista, o se non ottiene la licenza della Österreichische Fußball-Bundesliga, il suo posto negli spareggi viene preso dalla formazione meglio piazzata, tra quelle che dispongono di tali requisti.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

La formula attuale prevede la suddivisione del campionato in tre gironi da 16 squadre ciascuno. Le squadre si affrontano in un girone all'italiana con partite di andata e ritorno, per un totale di 30 giornate. Il campionato comincia in settembre e si conclude generalmente in maggio, con una lunga pausa invernale solitamente compresa tra dicembre e marzo.

Al termine della stagione, la squadra 1ª classificata di ciascun girone disputa gli spareggi unitamente alla 9ª classificata di Erste Liga. Vengono giocate due sfide con partite di andata e ritorno: le vincitrici disputeranno nella stagione successiva il campionato cadetto, le perdenti quello di Regionalliga. Le ultime tre classificate di ogni girone retrocedono nei campionati regionali e vengono sostituite dalle squadre campioni dei 9 tornei di land.

Sistema di punteggio e discriminanti[modifica | modifica wikitesto]

Per ogni partita vengono assegnati 3 punti alla squadra vincitrice, zero alla perdente e un punto ciascuna in caso di pareggio.

In caso di parità di punteggio per l'assegnazione del posto in classifica valgono, nell'ordine, le seguenti discriminanti:

  1. La differenza reti generale;
  2. Il maggior numero di gol segnati durante la stagione;
  3. Il maggior numero di punti ottenuti negli scontri diretti;
  4. La differenza reti negli scontri diretti;
  5. Il maggior numero di gol segnati negli scontri diretti in trasferta;
  6. Il maggior numero di gol segnati fuori casa in generale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita della Regionalliga[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Tauernliga e Arlbergliga.

Un primo esperimento di campionato interregionale si ebbe nella stagione 1949-1950, quando nacque la Tauernliga. Questo campionato fungeva da secondo livello nazionale, dietro alla Staatsliga e comprendeva squadre da Salisburghese e Carinzia.

Nella stagione successiva i club tirolesi e del Vorarlberg crearono a loro volta un campionato simile, denominato Arlbergliga, contemporaneamente fu istituita la Staatsliga B come nuovo torneo di secondo livello. In quegli anni si cercava di creare un campionato a carattere nazionale, non più limitato alle sole squadre viennesi, impresa resa difficile dato il grande divario, tanto economico quanto tecnico, che separava le squadre della capitale dalle altre del Paese. Nel 1955 la Tauernliga fu a sua volta suddivisa in due gironi (Nord e Süd).

Alla vigilia della stagione 1959-1960 la Staatsliga B, l'Arlbergliga e la Tauernliga furono abolite; dietro alla Staatsliga fu istituito un nuovo campionato a fungere da secondo livello nazionale, la Regionalliga, suddivisa dapprima in due gironi e poi (dal 1960-1961) in tre. Tali raggruppamenti presero i nomi West, Mitte e Ost che conservano tuttora. I vincitori dei tre gironi vengono promossi nella massima serie, da cui retrocedono le ultime tre classificate; le vincitrici dei tornei regionali vengono promosse sostituendo le ultime tre classificate di ciascun girone di Regionalliga.

Dal 1974 ad oggi[modifica | modifica wikitesto]

La Regionalliga rimane il campionato di secondo livello in Austria fino alla stagione 1973-1974. In quell'anno viene creata l'attuale Bundesliga, limitata a 10 squadre e, poiché la Nationalliga "retrocede" a seconda divisione, la Regionalliga diviene il campionato di terzo livello, a girone unico. Tre anni più tardi le squadre tirolesi e salisburghesi confluiscono nella Alpenliga, con squadre dal Tirolo e da Salisburgo. Tra il 1977-1978 e il 1979-1980 i due tornei si disputano parallelamente.

Nel 1980-1981 l'Alpenliga ritorna a chiamarsi Regionalliga West, con il ritorno delle formazioni del Vorarlberg; contestualmente la Regionalliga Ost viene sospesa e non più disputata fino alla stagione 1984-1985. Per i successivi dieci anni la Regionalliga è composta da due gironi le cui vincitrici vengono promosse automaticamente in 2. Division, quindi a partire dal 1994-1995 la categoria recupera l'originale conformazione a tre gironi che conserva fino ad oggi.

Nella stagione 2009-2010 solo una delle tre vincitrici possedeva la licenza per la Erste Liga, il Grödig. Le altre due vincitrici, il Waidhofen/Ybbs ed il Pasching (penalizzata di 13 punti per non aver avanzato domanda di licenza e, pertanto, scalata al 3º posto), sono state sostituite rispettivamente da Parndorf e WAC/St. Andrä, che hanno disputato lo spareggio per stabilire l'ultima promozione in Erste Liga, con vittoria complessiva a favore di questi ultimi[1]. Nella stagione successiva invece le formazioni Amateure di LASK Linz e Salisburgo sono state sostituite rispettivamente da Wattens[2] e Blau-Weiß Linz[3].

Il 14 dicembre 2012, la federazione ha deciso di reintrodurre la vecchia formula, che prevedeva la promozione diretta in Erste Liga per le vincitrici dei tre gironi di Regionalliga, a partire dalla stagione 2014-2015[4].

La stagione 2012-2013 ha visto l'affermazione del Parndorf (Ost), del Liefering (West) e del LASK Linz (Mitte), quest'ultimo retrocesso l'anno prima causa ritiro della licenza professionista. I bianco-neri hanno preceduto di due punti il Pasching, che nella stessa stagione ha conquistato la ÖFB-Cup, prima volta nella storia per una squadra di Regionalliga, qualificandosi altresì per l'edizione 2013-2014 dell'Europa League[5].

Organico odierno[modifica | modifica wikitesto]

Regionalliga West[modifica | modifica wikitesto]

Regionalliga Mitte[modifica | modifica wikitesto]

Regionalliga Ost[modifica | modifica wikitesto]

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Regionalliga Ost Regionalliga Mitte Regionalliga West
1959-1960 Schwechat Schwechat Stickstoffwerke Linz Stickstoffwerke Linz non disputato
1960-1961 Admira Vienna Admira Vienna Kapfenberger Kapfenberger Salzburger AK Salzburger AK
1961-1962 Wacker Vienna Wacker Vienna Austria Klagenfurt Austria Klagenfurt Austria Salisburgo Austria Salisburgo
1962-1963 Wr. Neustadter Wr. Neustädter Kapfenberger Kapfenberger Dornbirn Dornbirn
1963-1964 Wacker Vienna Wacker Vienna Sturm Graz Sturm Graz Wacker Innsbruck Wacker Innsbruck
1964-1965 Simmering Simmering Austria Klagenfurt Austria Klagenfurt Austria Salisburgo Austria Salisburgo
1965-1966 Wacker Vienna Wacker Vienna Sturm Graz Sturm Graz SW Bregenz SW Bregenz
1966-1967 Eisenstadt Eisenstadt Radenthein Radenthein Austria Salisburgo Austria Salisburgo
1967-1968 Wacker Vienna Wacker Vienna 600px Bianco e Verde2.png Donawitz Wattens Wattens
1968-1969 First Vienna First Vienna VOEST Linz VÖEST Linz Dornbirn Dornbirn
1969-1970 Simmering Simmering Radenthein Radenthein SW Bregenz SW Bregenz
1970-1971 Eisenstadt Eisenstadt 600px Bianco e Verde2.png Donawitz Bischofshofen Bischofshofen
1971-1972 Admira Wr. Neustadt Admira Wr. Neustadt Austria Klagenfurt Austria Klagenfurt SW Bregenz SW Bregenz
1972-1973 Simmering Simmering Radenthein Radenthein 600px Nero.png Rätia Bludenz
1973-1974 Stockerau Stockerau Kapfenberger Kapfenberger Dornbirn Dornbirn
1974-1975 Tulln Tulln non disputato non disputato
1975-1976 Kremser Kremser non disputato non disputato
1976-1977 Kittsee Kittsee non disputato non disputato
1977-1978 FavAC FavAC non disputato non disputato
1978-1979 Stockerau Stockerau non disputato non disputato
1979-1980 Neusiedl/See Neusiedl/See non disputato non disputato
1980-1981 non disputato non disputato ASK Salzburg ASK Salzburg
1981-1982 non disputato non disputato 600px Rosso e Bianco (strisce).png Bregenz/Dornbirn
1982-1983 non disputato non disputato Kufstein Kufstein
1983-1984 non disputato non disputato USV Salzburg USV Salzburg
1984-1985 Schwechat Schwechat non disputato 600px Rosso e Bianco (strisce).png Bregenz/Dornbirn
1985-1986 Modling Mödling non disputato Kufstein Kufstein
1986-1987 VSE St. Polten VSE St. Pölten non disputato USV Salzburg USV Salzburg
1987-1988 Stockerau Stockerau non disputato Dornbirn Dornbirn
1988-1989 Austria Vosendorf Austria Vösendorf non disputato Wattens Wattens
1989-1990 Donaufeld Donaufeld non disputato Salzburg Salzburg
1990-1991 FavAC FavAC non disputato Altach Altach
1991-1992 Oberwart Oberwart non disputato Puch Puch
1992-1993 Wr. Neustadter Wr. Neustädter non disputato Kufstein Kufstein
1993-1994 Klingenbach Klingenbach non disputato Austria Lustenau Austria Lustenau
1994-1995 FavAC FavAC SAK Klagenfurt SAK Klagenfurt Wattens Wattens
1995-1996 Stockerau Stockerau Hartberg Hartberg SW Bregenz SW Bregenz
1996-1997 Kottingbrunn Kottingbrunn Eintracht Wels Eintracht Wels Altach Altach
1997-1998 Untersiebenbrunn Untersiebenbrunn Giallo e Rosso.svg Austria/VSV Worgl Wörgl
1998-1999 Untersiebenbrunn Untersiebenbrunn Altach Altach Wattens Wattens
1999-2000 Mattersburg Mattersburg Bad Bleiberg Bad Bleiberg Lustenau 07 Lustenau 07
2000-2001 Kottingbrunn Kottingbrunn Pasching Pasching Lustenau 07 Lustenau 07
2001-2002 Wiener SK Wiener SK Kapfenberger Kapfenberger Hard Hard
2002-2003 Schwechat Schwechat Blau-Weiss Linz Blau-Weiß Linz 600px Verde e Bianco (Strisce)2.png Wattens/Wacker Tirol
2003-2004 Parndorf Parndorf Gratkorn Gratkorn Altach Altach
2004-2005 Austria Vienna Amateure Austria Vienna Amateure Schwanenstadt Schwanenstadt Kufstein Kufstein
2005-2006 Parndorf Parndorf Hartberg Hartberg Lustenau 07 Lustenau 07
2006-2007 Schwadorf Schwadorf Bad Aussee Bad Aussee Salisburgo II Salisburgo II
2007-2008 St. Polten St. Pölten Vocklabruck Vöcklabruck Grodig Grödig
2008-2009 First Vienna First Vienna Hartberg Hartberg Dornbirn Dornbirn
2009-2010 Waidhofen/Ybbs Waidhofen/Ybbs WAC WAC/St. Andrä Grodig Grödig
2010-2011 Parndorf Parndorf LASK Juniors LASK Juniors Salisburgo II Salisburgo II
2011-2012 Horn Horn Grazer AK Grazer AK Wattens Wattens
2012-2013 Parndorf Parndorf LASK Linz LASK Linz Liefering Liefering

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Relegation Teil 2: Marco Reich mit 2 Toren und Assist Matchwinner für die Kärtner, ostliga.at. URL consultato il 13 giugno 2010.
  2. ^ (DE) Wattens reicht Punktgewinn zur Relegation, regionalliga.at. URL consultato il 3 giugno 2011.
  3. ^ (DE) Entfesselte Linzer schossen sich in die Relegation, regionalliga.at. URL consultato il 3 giugno 2011.
  4. ^ (DE) ÖFB-Präsidium beschließt Direkt-Aufstieg, regionalliga.at. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  5. ^ (DE) Reaktionen und Emotionen zur Cupsensation, regionalliga.at. URL consultato il 2 giugno 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]