Fruttosio 2,6-bisfosfato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Fruttosio 2,6-bifosfato)
Fruttosio 2,6-bisfosfato
Fruttoso 2,6-bifosfato
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C6H14O12P2
Massa molecolare (u) 340.116 g/mol
Numero CAS [79082-92-1]
PubChem 105021
Indicazioni di sicurezza

Il fruttosio 2,6-bisfosfato è una molecola zuccherina che pur non essendo un composto intermedio del metabolismo di carboidrati ne regola finemente le dinamiche. Il glucagone che segnala bassi livelli di glucosio nel sangue abbassa i livelli di concentrazione di fruttosio 2,6-bisfosfato nel fegato rallentando il consumo di glucosio e stimolando la gluconeogenesi.

Il fruttosio 2,6-bisfosfato si forma da una piccola parte di fruttosio 6-fosfato prodotto nella glicolisi e sottratto grazie all'azione di un enzima bifunzionale ad attività chinasica, fosfofruttochinasi 2, PFK 2, e ad attività fosfatasica, fruttosio 2,6-bisfosfatasi, FBPasi 2, che hanno ciascuno effetto inverso all'altro.

In condizioni d'ipoglicemia viene prodotto il glucagone che interagendo con un recettore transmembrana del plasmalemma cellulare, induce l'attivazione dell'enzima adenilato ciclasi che catalizza la formazione del cAMP. Il cAMP attiva la protein-chinasi A che trasferisce il gruppo fosfato dall'ATP al gruppo -OH del PFK 2/FBPasi 2. Fosforilando l'enzima se ne blocca l'attività fosfofruttochinasica e attiva l'azione fruttobifosfatasica.

In questo modo il glucagone abbassa la concentrazione cellulare di fruttosio 2,6-bisfosfato e inibisce la glicolisi favorendo la gluconeogenesi, poiché oltre ad essere un attivatore della fosfofruttochinasi è un potente inibitore della fruttosio-1,6-bisfosfatasi-1, un enzima coinvolto in una delle tre reazioni che distinguono la via della gluconeogenesi, appunto, dalla via glicolitica.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]