Frozen (film 2010)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Frozen
Frozen 2010.jpg
Una scena del film.
Titolo originale Frozen
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2010
Durata 94 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere orrore, drammatico, thriller
Regia Adam Green
Sceneggiatura Adam Green
Produttore Peter Block, Cory Neal
Produttore esecutivo Tim Williams, John Penotti, Michael Hogan
Casa di produzione A Bigger Boat, ArieScope Pictures
Distribuzione (Italia) M2 Pictures
Fotografia Will Barratt
Montaggio Ed Marx
Effetti speciali ACME Cinema Effects
Musiche Andy Garfield
Scenografia Bryan A. McBrien
Costumi Barbara J. Nelson
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
(EN)
« No one knows you're up there »
(IT)
« Nessuno sa che sei lassù »
(Tagline del film.[1])

Frozen è un film del 2010 scritto e diretto da Adam Green, interpretato da Kevin Zegers, Shawn Ashmore ed Emma Bell.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Due amici, Joe Lynch e Dan Walker assieme alla sua ragazza Parker O'Neil, si trovano a trascorrere la domenica in un centro sciistico; non volendo pagare tre skipass corrompono il manovratore dell'impianto per farli salire, pagando 100 dollari. Poco prima della chiusura delle piste, quando il sole è già tramontato e la seggiovia sta effettuando la sua ultima corsa, i tre pregano il responsabile di lasciarli salire a bordo del mezzo per un'ultima discesa, promettendo di tornare giù a valle in pochi minuti. Il responsabile della seggiovia accontenta i tre, ma poi lascia il compito di aspettarli ad un collega il quale, vedendo tornare tre ragazzi ed essendo convinto che non vi siano più clienti, toglie la corrente all'intera stazione sciistica. Lynch, Dan e Parker restano bloccati sulla seggiovia a diversi metri di altezza.

A tarda notte Dan tenta di saltare giù per cercare aiuto, ma per l'impatto si frattura entrambe le gambe. Mentre Lynch, aggrappandosi al cavo, prova a raggiungere un pilone della seggiovia per scendere, si accorge che l'odore del sangue dell'amico ha attirato un branco di lupi. Tornato in fretta sul sedile, con Parker assiste impotente dall'alto allo spettacolo dei lupi che sbranano il loro compagno.

Il giorno dopo Lynch si arrampica nuovamente lungo il cavo della seggiovia, spingendosi fino ad un pilone dal quale finalmente scende a terra e dove con una racchetta da sci allontana i lupi. Parker vede Lynch scivolare via sulla tavola da snowboard dell'amico Dan dicendo che tornerà con i rinforzi. Il branco di lupi lo insegue.

Passa un'altra notte e Parker non vede rientrare l'amico; decisa a tentare il tutto per tutto, la ragazza prova a calarsi giù, ma il bullone che regge il sedile progressivamente si svita facendolo cadere, fermandosi però a pochi metri da terra. Parker salta, il sedile si stacca e le cade su una gamba ferendola. Comincia perciò a strisciare per le distese innevate imbattendosi nella carcassa di Lynch divorata dai lupi, che però la ignorano continuando a mangiare i resti dell'amico.

Finalmente Parker arriva sul ciglio di una strada. Una macchina si ferma e un uomo la soccorre dirigendosi verso l'ospedale più vicino.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato interamente girato sulle montagne dello Utah, nella Uinta-Wasatch-Cache National Forest.[2]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Dopo essere stato presentato in anteprima durante la 26ª edizione del Sundance Film Festival, il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi il 5 febbraio 2010. In Italia il film è uscito il 25 marzo 2011, distribuito dalla M2 Pictures.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Frozen ha ricevuto sommariamente recensioni positive, con il 61% della critica positiva nel sito di recensioni Rotten Tomatoes.[3]

Il critico Richard Roeper ha definito il film come «divertente, carico di suspense, a volte meravigliosamente grottesco ed un po' terrorizzante», mentre nel The Hollywood Reporter viene commentato che «non è scritto, diretto o girato abbastanza bene per essere un thriller di prima classe».

Frozen ha ottenuto il primo fine settimana della sua uscita 131.395$. Le settimane successive gli incassi sono calati. A livello internazionale, il film ha incassato oltre 2,4 milioni di dollari, portando il suo guadagno lordo totale a poco più di 3 milioni.[4]

Il film è inoltre stato nominato come Miglior film dell'orrore del 2009 per il Saturn Award dalla Academy of Science Fiction, Fantasy & Horror Films.[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Copertina con il tag-line., hwcdn.themoviedb.org. URL consultato il 06-05-2011.
  2. ^ Titoli di coda del film.
  3. ^ Frozen Movie Reviews, Pictures, Rotten Tomatoes. URL consultato il 06-05-2011.
  4. ^ Incassi di Frozen, Box Office Mojo. URL consultato il 06-05-2011.
  5. ^ 2010 Saturn Award Nominees Announced, DreadCentral.com, 19-02-2010. URL consultato il 06-05-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema