Frittella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Frittelle
Fritulis.jpg
Origini
Luogo d'origine Italia Italia
Dettagli
Categoria dolce
Ingredienti principali Uova
Sale o Zucchero
Zucchero a velo
Latte
Olio
Farina
Lievito
Vanillina
Varianti Dolci o salate
 
Frittelle di mele servite con confettura, gelato e panna

Le frittelle sono vivande fritte di forma solitamente tondeggiante. Possono essere sia dolci che salate.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Questo piatto, anticamente diffuso in gran parte del Mediterraneo, si dice che fosse conosciuto ai tempi dell'Antica Roma, e probabilmente ancor prima di essa. Infatti gli antichi romani chiamavano questi dolci frictilia.[1] In seguito il piatto ebbe nuovo sviluppo in terra spagnola per poi diffondersi ovunque. In Italia svariate regioni lo annoverano tra i propri piatti tipici o a marchio P.A.T. o Dop e ognuno dà a questa pietanza un diverso nominativo. Consumate abitualmente o durante le festività, le frittelle vengono mangiate in molti paesi del mondo. Anche a Venezia le frittelle ebbero un successo clamoroso fino a che furono nominate il dolce nazionale della Repubblica Serenissima, in tutto il territorio veneto e friulano divennero presto amate da tutti; le frittelle non venivano fatte da chiunque, solo dai cosiddetti "fritoleri", faceva questo mestiere, come narra anche la Bibbia, San Giuseppe e per questo in molte località le frittelle vengono associate al nome di quest'ultimo. Il mestiere dei "fritoleri" era una vera e propria corporazione che si era divisa il territorio nella propria area di esclusività, vi si poteva entrare solo avendo un padre "fritolero" e questa strategia permise alla corporazione di sopravvivere fino alla fine del diciannovesimo secolo.

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

Sono estremamente semplici da preparare: In una ciotola mescolare il burro, la vanillina, lo zucchero, la farina, le uova,la scorza del limone,il lievito, il sale e il liquore. Impastare su un piano infarinato. Dopo aver aspettato qualche minuto formare dei bastoncini di pasta con uno spessore di uno/due centimetri, poi tagliarli a pezzettini grandi quanto una piccola noce, infine lavorarli tra le mani per andare a formare delle palline. In una pentola con olio abbondante friggere fino a che le frittelle non diventano gonfie e ottengono un bel colorito dorato. Quindi occorre posare le frittelle su un piatto di portata e magari cospargerle, se dolci, con zucchero semolato, zucchero a velo, miele o sciroppo d'acero.

A piacere, è possibile aggiungere ingredienti ulteriori per dare luogo a frittelle di riso o frittelle di mele. Si possono anche gustare farcite di crema pasticcera.

Pancake (frittelle americane) con banane


Tipi di frittelle[modifica | modifica wikitesto]

Le frittelle sono confezionate in un modo diverso e tipico in paesi diversi[2]:

Ricorrenze[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel gergo comune, frittella è anche sinonimo di persona di poco senno o valore.
  • La ricetta delle frittelle (1300) viene identificata come il più antico documento di cucina veneziana. Viene custodito nella Biblioteca Nazionale Canatense a Roma.[senza fonte]

Abbinamenti consigliati[modifica | modifica wikitesto]

  • L'Alta Langa spumante rosato, ha un sentore che ricorda il lievito, la crosta di pane e la vaniglia, di sapore secco, sapido ben strutturato, perciò può esser servito come spumante da dolci[5] e da dessert a tavola, fresco, ad una temperatura di 9-11 °C. L'Alta Langa spumante rosato ben si accompagna ai fritti[6] in generale, quindi ideale col suo sapore secco ripulire il dolciume delle frittelle.
  • Monferrato Chiaretto o Ciaret[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ricette con le frittelle.
  2. ^ Frittelle. Giallo zafferano. Ricette. Dolci e dessert.
  3. ^ Preparate in Val Trebbia nel territorio delle Quattro province attorno al 19 marzo, accompagnano la festa con il tradizionale Falò serale: Farsò Frittelle di San Giuseppe. Dolci della festa del Papà. Ricetta.
  4. ^ Simili a panzerotti ma più piccole
  5. ^ Alta Langa spumante rosato. Acquese. Vini. Vino che si accompagna a dolci da forno e a dolci a pasta lievitata.
  6. ^ Alta Langa spumante rosato DOCG. Quando bere l’Alta Langa. Abbinamenti tradizionali e azzardati. E’ d’obbligo, sul grande fritto misto sia di terra che di mare.
  7. ^ Monferrato Chiaretto o Ciaret. Tre Castelli. Vini da dessert.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina