Friedrich Kohlrausch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Friedrich Wilhelm Georg Kohlrausch

Friedrich Wilhelm Georg Kohlrausch (Rinteln, 14 ottobre 1840Marburgo, 17 gennaio 1910) è stato un fisico tedesco. Noto principalmente per il suo studio degli elettroliti e delle loro proprietà di condurre la corrente elettrica, si occupò anche di elasticità, termoelasticità e conducibilità termica così come di effettuare misurazioni magnetiche ed elettriche precise.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del fisico Rudolf Kohlrausch, Friedrich studiò fisica a Erlangen e Gottinga dove completò il suo dottorato. Dopo avere tenuto lezioni a Francoforte, Kohlrausch fu nominato professore di fisica all'Università di Gottinga (1866-70). Nel 1870 divenne professore al Politecnico federale di Zurigo e un anno dopo si trasferì all'Università tecnica di Darmstadt. Nel 1875 accettò un incarico presso l'Università di Würzburg, dove condusse i suoi esperimenti sulla misurazione della corrente elettrica e sulla conduttività degli elettroliti. Dal 1888 lavorò presso l'Università di Strasburgo, rifiutando un incarico all'Università Humboldt di Berlino nel 1894. A partire dal 1900 insegnò all'Università Humboldt e durante il 1902 venne nominato membro dell'Accademia Reale Svedese delle Scienze.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Friedrich Kohlrausch fu un importante ricercatore sperimentale nell'ambito dell'elettrochimica, deducendo la legge dell'indipendente mobilità degli ioni. Tra il 1874 e il 1879, utilizzando corrente alternata per evitare la formazione di prodotti d'elettrolisi, studiò la variazione di conduttività degli elettroliti in funzione della loro diluizione e della loro natura chimica. Notò che per gli elettroliti deboli la conduttività tende ad aumentare all'aumentare della diluizione (a causa della maggiore dissociazione ionica), mentre a diluizione infinita in pratica gli ioni presenti in soluzione non risentono dell'effetto di interazione coulombiana.

Durante il 1895 Kohlrausch succedette a Hermann von Helmholtz in qualità di presidente del Physikalisch-Technische Reichsanstalt (Istituto Imperiale di Fisica Tecnica), carica che mantenne fino al 1905. Con questo nuovo impegnò si dedicò al miglioramento degli strumenti di misura di precisione e allo sviluppo di metodi di misura in svariati campi della fisica. Costruì degli strumenti (come il dispositivo noto come ponte di Kohlrausch) e mise appunto nuove tecniche per la misura della conducibilità elettrica delle soluzioni. Creò degli standard di calibrazione utilizzati anche al di fuori della Germania e tra la nuova strumentazione creata si annoverano anche galvanometri, magnetometri e dinamometri.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia dell'Ordine di Massimiliano per le Scienze e le Arti - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Ordine di Massimiliano per le Scienze e le Arti
— 1896

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Wilhelm Wien, Obituary: Friedrich Kohlrausch in Annalen der Physik, vol. 336, nº 3, 1910, pp. 449–454, DOI:10.1002/andp.19103360302.
  • Trommsdorff P.: "Catalogus Professorum". TH Hannover, Hannover, 1956
  • Engelhardt D. von: "Biographische Enzyklopädie deutschsprachiger Naturwissenschaftler". Monaco di Baviera: K. G Saur, 2003

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 84830254 LCCN: nr00024689