Fronte di Liberazione del Mozambico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fronte di Liberazione del Mozambico
(PT) Frente de Libertaçao de Moçambique
FRELIMO
Segretario Filipe Chimoio Paúnde
Presidente Armando Guebuza
Stato Mozambico Mozambico
Fondazione 25 giugno 1962
Sede Maputo
Ideologia Socialdemocrazia
Collocazione Centrosinistra
Seggi
191 / 250
 (2009)
Organizzazione giovanile Organização da Juventude Moçambicana
Sito web www.frelimo.org.mz

Il Fronte di Liberazione del Mozambico (in portoghese Frente de Libertaçao de Moçambique, spesso abbreviato in FRELIMO) è un partito politico mozambicano di matrice socialista del Mozambico.

Il partito nacque in epoca coloniale come organizzazione politico-militare indipendentista. Dopo l'indipendenza il FRELIMO è rimasto al potere ininterrottamente fino a oggi. Al FRELIMO appartiene l'attuale presidente del Mozambico, Armando Guebuza.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il movimento, indipendentista e socialista, fu fondato il 25 giugno 1962 a Dar es Salaam (Tanzania) da alcuni esiliati mozambicani.[1] Leader del movimento fu inizialmente Eduardo Mondlane, assassinato nel 1969 in un attentato dinamitardo.[1] Mondlane fu sostituito nel 1970 da Samora Machel.[1]

Il movimento mise in atto numerose azioni di guerriglia contro il governo portoghese del Mozambico, indebolendolo notevolmente. I portoghesi abbandonarono il paese dopo la transizione democratica causata dalla Rivoluzione dei garofani (1974).

Ottenuta l'indipendenza, il FRELIMO divenne il partito di governo del Mozambico, di cui Machel fu il primo presidente. In seguito, il FRELIMO dovette fronteggiare una lunga guerra civile contro i ribelli della RENAMO, finanziati e appoggiati dai governi bianchi segregazionisti del Sudafrica e della Rhodesia.

La guerra civile si concluse nel 1992 con gli Accordi di pace di Roma. Il FRELIMO rimase in seguito al potere, venendo riconfermato come partito di maggioranza alle elezioni democratiche del 2004.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Frelimo, Enciclopedia Britannica. URL consultato il 26 gennaio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica