French connection

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

French Connection è un termine per descrivere l'insieme di tutti i gangster corso-marsigliesi che hanno preso parte alle esportazioni di eroina da Marsiglia fino al Nordamerica a partire dagli anni quaranta. Nonostante la credenza popolare, non era una sola organizzazione, ma una moltitudine di reti e gruppi criminali di origine corsa, per lo più situati a Marsiglia e a Nizza ma anche in città più piccole come Bordeaux e Le Havre.

I principali protagonisti di questa rete furono i gangster corsi Antoine Guérini, Auguste Joseph Ricord, Jean Baptiste Croce, Paul Mondoloni, Marcel Francisci e Joseph Cesari (il "chimico" per la preparazione dell'eroina).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Inizi[modifica | modifica sorgente]

Lucky Luciano, considerato l'anello di congiunzione tra i mafiosi siciliani ed americani nel traffico di eroina

Negli anni quaranta il clan Guerini organizzò sistematicamente la raffinazione illegale dell’eroina a Marsiglia[1], che aveva come fonte l’esportatore libanese Sami El Khoury[2], il quale assicurava l'oppio dalla Turchia e lo faceva trasportare a Beirut per essere trasformato in morfina base, che veniva mandata a Marsiglia per la sua trasformazione in eroina[3]. Il clan Guerini era guidato dal gangster corso Antoine Guerini e dai suoi fratelli Barthelemy, Francois e Pascal e comprendeva anche i gangster Antoine D'Agostino, Jean Baptiste Croce, Paul Mondoloni, Dominique e Jean Venturi, Marcel Francisci, Joseph Orsini e Joseph Cesari[4]. Auguste Joseph Ricord è stato un altro gangster corso che contrabbandava eroina da Marsiglia verso gli Stati Uniti attraverso Argentina e Paraguay a partire dagli anni sessanta[5].

Il prodotto finito veniva venduto in gran parte ai mafiosi siciliani Pietro Davì, Rosario Mancino, Nick Gentile, Frank Coppola, Antonino Sorci e Salvatore Greco, detto «Totò il lungo», associati al boss Lucky Luciano[6][7]; era frequente il caso che essa raggiungeva in un primo tempo Palermo o Napoli[8], quale base di partenza per l'America, dopo che la rivoluzione castrista a Cuba (1956-57) aveva privato i mafiosi siciliani ed americani di quell'importante centro di smistamento per l'eroina proveniente da Marsiglia[4]; per il resto l'eroina veniva spedita direttamente da Marsiglia in Canada e di là negli Stati Uniti, principalmente a New York o a Montreal, dove la merce veniva ritirata da fiduciari dell'organizzazione mafiosa, manovrata dai fratelli Alberto e Vito Agueci, originari di Salemi[9], e da John Papalia[10], residenti in Canada, i quali tennero i contatti da un lato con i siciliani e dall'altro con i trafficanti mafiosi di Toronto, Detroit e New York[11], dove il consumo di eroina si era particolarmente diffuso in aree vulnerabili, come nei jazz club e nell’ambiente del jazz americano in genere[12].

Il 7 ottobre 1964 la divisione narcotici di Marsiglia arrestò il trafficante corso Joseph Cesari, l'unico chimico in grado di raffinare eroina pura al 98%[13], il quale venne sorpreso con alcuni complici nei pressi di Aubagne in possesso di 115 kg di morfina base da raffinare[14].

Nel 1965 la Commissione d'inchiesta statunitense sul crimine organizzato presieduta dal senatore John Little McClellan giunse a queste conclusioni:

« La Sottocommissione ritiene che i gangsters corsi, dopo aver prodotto l'eroina, la vendono ai tossicomani degli Stati Uniti attraverso due vie. La principale rotta del traffico ha luogo attraverso le vendite effettuate agli elementi della mafia in Italia e in Sicilia che hanno accordi di collaborazione con i gruppi di Cosa Nostra negli Stati Uniti, che si occupano della spedizione e del contrabbando attraverso il porto di New York o per gli itinerari del Canada e del Messico. Il secondo canale di questo traffico, sviluppatosi di recente, consiste nella vendita diretta di eroina da parte dei ricettatori corsi ai colleghi di lingua francese; questi a loro volta spacciano l'eroina ai gangsters della mafia delle zone metropolitane degli Stati Uniti, perché questi sono i centri dove abbondano gli individui dediti al vizio degli stupefacenti[15] »

Presunti rapporti con i servizi segreti[modifica | modifica sorgente]

Con la complicità dello SDECE, il servizio segreto francese, durante la Prima guerra d'Indocina (1946-54)[16], alcuni gangster corsi costituirono piccole compagnie di charter nel Laos, soprannominate "Air opium", che trasportavano oppio fino a Saigon, dove veniva mandato a Marsiglia per essere raffinato in eroina[17].

Il caso "French connection"[modifica | modifica sorgente]

Il 21 gennaio 1962, Sonny Grosso e Eddie Egan, due dectective del NYPD, pedinando il mafioso Pasquale "Patsy" Fuca (affiliato alla Famiglia Lucchese), giunsero all'arresto di Jacques Angelvin, presentatore televisivo francese in visita a New York che trasportava 52 kg di eroina nella sua Buick fatta venire su un piroscafo dalla Francia[18][19], che era probabilmente il corriere per un traffico di eroina in partenza da Marsiglia. Questo sequestro di eroina venne considerato un record per l'epoca[20].

Tra il marzo 1969 e il gennaio 1972, un certo detective Giuseppe Nunziata, un membro dell'unità speciale chiamata SIU (Special Investigations Unit of New York Police Department), usando numeri di distintivo fittizi, prelevò circa 300 kg di eroina e cocaina dal caveau del NYPD a 400 Broome Street (Lower Manhattan), senza restituirla; l'eroina prelevata era in gran parte quella sequestrata da Eddie Egan e Sonny Grosso nel 1962. La truffa venne scoperta nel gennaio 1972, quando si scoprì che nel caveau l'eroina prelevata e non restituita era stata sostituita con la farina e la maizena[21].

Il 3 febbraio 1972, il mafioso Vincent Papa, affiliato alla Famiglia Lucchese e noto trafficante di stupefacenti, venne arrestato nel Bronx insieme al suo sodale Joe DiNapoli, in possesso di una valigia contenente quasi un milione di dollari[22] e venne sospettato di essere coinvolto nei furti al caveau del NYPD, dando inizio al caso "French connection", dal titolo inglese del famoso film "Il braccio violento della legge" (1971), che aveva dato notorietà al sequestro di eroina compiuto da Sonny Grosso e Eddie Egan nel 1962. Per i furti della "French connection" vennero indagati Frank King, un detective in pensione della divisione narcotici che lavorava per Vincent Papa, Pat Intrieri, che, dopo il suo ritiro dalla polizia, faceva la guardia del corpo di uno dei figli di Papa, e Vincent Albano, un ex detective della narcotici. Però non si riuscì a collegarli ai furti e vennero condannati soltanto per evasione fiscale per via dei loro redditi inspiegabili[23]. Venne arrestato anche Carmine Tramunti, boss della Famiglia Lucchese, il quale venne condannato a 15 anni di carcere per il finanziamento di una grossa operazione di contrabbando di eroina[24][25].

Nel febbraio 1972, sei laboratori illegali di eroina vennero sequestrati e smantellati dalla polizia francese nei pressi di Marsiglia e vennero arrestati i trafficanti corsi Jean Baptiste Croce e Joseph Mari; il 29 febbraio 1972, le autorità francesi sequestrarono nel porto di Marsiglia un battello, il Caprice de Temps, diretto a Miami, che stava trasportando 415 kg di eroina[26]. A bordo venne arrestato il gangster corso Laurent Fiocconi[27].

Inoltre nel 1972 il gangster corso Auguste Joseph Ricord, uno dei capi del traffico di eroina che partiva da Marsiglia, venne arrestato ad Asuncion, in Paraguay, e poi estradato negli Stati Uniti, dove venne condannato a 22 anni di carcere[28][29].

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The Marseille Connection
  2. ^ Luciano Organizes the Postwar Heroin Trade
  3. ^ The Italian Connection - Mafia
  4. ^ a b lacndb.com::American Mafia
  5. ^ Ricord Auguste - Mémoires de Guerre
  6. ^ lacndb.com::American Mafia
  7. ^ Il dominio di Lucky Luciano - Documenti della Commissione Parlamentare Antimafia VI LEGISLATURA.
  8. ^ CAPIRE LA MAFIA
  9. ^ lacndb.com::American Mafia
  10. ^ La Cosa Nostra
  11. ^ Sintesi delle conclusioni del comitato per le indagini sui singoli mafiosi, sul traffico di stupefacenti e sul legame tra fenomeno mafioso e gangsterismo americano - Documenti della Commissione Parlamentare Antimafia VI LEGISLATURA.
  12. ^ jazz
  13. ^ Il Viandante - Sicilia 1964
  14. ^ Drogue : le F.B.I. contre Marseille - Le Nouvel Observateur
  15. ^ La mafia urbana - Documenti della Commissione Parlamentare Antimafia VI LEGISLATURA.
  16. ^ The Binh Xuyen: Order and Opium in Saigon
  17. ^ Corsican Aviation Pioneers: "Air Opium," 1955-1965
  18. ^ Edward R. Egan, Police Officer Who Inspired Movie, Dies at 65 - New York Times
  19. ^ Un livre renversant:«Mes prisons américaines» de Jacques Angelvin | Suite101
  20. ^ The Man Who Stole the French Connection - Gangsters Inc
  21. ^ http://www.nytimes.com/2009/02/22/nyregion/22french.html?pagewanted=all&_r=0
  22. ^ 533 F.2d 815
  23. ^ Mobster Makes Offer On NYPD French Connection Drug Theft - Friends of Ours
  24. ^ http://www.lacndb.com/Info.php?name=Carmine%20Tramunti
  25. ^ lacndb.com::American Mafia
  26. ^ History of the DEA: 1970 - 1975
  27. ^ Corsica-Marsiglia. Una French connection negli anni della crisi
  28. ^ NOTAS INTERESANTES: El Comisario y el traficante
  29. ^ NARCOTICS: The Global Connection - TIME

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]