Freekeh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Freekeh, noto anche come Farik (in arabo فريكة), è un tipo di grano verde (Triticum turgidum var. Durum) che è raccolto prematuramente e tostato, e usato come alimento in diversi paesi del bacino Mediterraneo.

Con verdure alla griglia

Valore nutrizionale[modifica | modifica sorgente]

È molto più ricco in proteine, vitamine e minerali del grano normale. Inoltre, ha un valore nutrizionale superiore a quello del riso, ed è ricco in calcio, ferro, potassio e zinco.

Presidio Slow food[modifica | modifica sorgente]

Nel Libano e in particolare nella sua regione storica del Jabal Amel[1], il freekeh è da sempre rinomato per l'alta qualità della sua lavorazione: dopo essere raccolto a mano è lasciato seccare per 24 ore sotto il sole e successivamente disteso sulle pietre e bruciato con i rami di un particolare arbusto locale, il "balan". Il grano subisce una tostatura rapida che ne interrompe la maturazione, ne migliora la conservazione e conferisce al freekeh un caratteristico aroma tostato. Però la produzione del freekeh in Jabal Amel è ora minacciata da ampie quantità di prodotti industriale provenienti principalement della Siria e dalla coltivazione del tabacco, sempre più diffusa, sovvenzionata dal governo libanese.

In un programma stimolante[2], Slow Food Beirut, Oxfam Italia, e la Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus hanno collaborato insieme per rilanciare la produzione del freekeh nella sua regione nativa e anche per migliorare le condizioni delle popolazioni locali del Jabal Amel, particolarmente colpite dal conflitto del 2006.

Cucina[modifica | modifica sorgente]

Antico piatto del Medio Oriente[3], il freekeh è particolarmente diffuso nelle cucine levantine[4], araba[4], egiziana[4] e nord-africane[4]. Si consuma principalmente intero. Ottimo sostituto del cous cous o del riso, è tradizionalmente usato come accompagnamento di carni stufate.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Post Carbon Institute, Five great grains with promise for the future da Jenna Banning
  2. ^ (IT) (EN) Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus - I Presìdi Slow Food internazionali: Fresskeh
  3. ^ (EN) Introducing freekeh, the hip grain of 2012
  4. ^ a b c d (EN) Sito Clifford A. Wright

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]