Free solo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Arrampicata.

Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico. L'uso di Wikipedia è a proprio rischio: leggi le avvertenze.
Arrampicatore a La Côte Sauvage (Saint-Pierre-Quiberon)

L'arrampicata solitaria senza assicurazione, conosciuta anche con il nome free solo, è una forma di arrampicata dove l'arrampicatore rinuncia a corde, imbragatura e qualsiasi altra protezione durante la scalata: ciò significa che un errore è spesso fatale. Il free solo non va confuso con l'arrampicata free climbing, dove le protezioni vengono usate, ma solo a fini di sicurezza e non per agevolare l'ascesa, e nemmeno con il bouldering dove i rischi sono assai limitati.

Gli arrampicatori che praticano questa attività devono avere un'ottima padronanza dei movimenti alpinistici e un altissimo grado di concentrazione. Le salite vengono svolte su vie e percorsi familiari all'arrampicatore e con difficoltà alla sua portata. Tuttavia, anche se il percorso è noto, lo scivolamento oppure il cambio delle condizioni meteorologiche rappresentano dei pericoli che spesso sono fatali.

Arrampicatori noti[modifica | modifica sorgente]

Questo sport ha prodotto alcuni arrampicatori ben noti, resi famosi dalle immagini, o video, in cui si vedono privi di protezioni mentre scalano pareti verticali. Uno fra i più famosi è il francese Alain Robert (soprannominato Spider-Man) che ha scalato dozzine di grattacieli in tutto il mondo e molte pareti rocciose senza protezioni.

Paul Preuss, con le sue scalate slegato all'inizio del '900, fu uno dei primi a praticare il free solo.

Altri arrampicatori famosi per il free solo dal 1900 ad oggi sono: Alex Honnold, Cesare Maestri, Reinhold Messner, Henry Barber, John Bachar, Derek Hersey, Peter Croft, Dan Osman, Patrick Edlinger, Dean Potter, Michael Reardon, Maurizio Zanolla (Manolo), Alexander Huber, Hansjörg Auer, Michael Kemeter.

Salite famose[modifica | modifica sorgente]

  • nel 1982 Patrick Edlinger sale in free solo in Verdon le vie Miroir du fou (scalzo) e Debiloff Profundicum (6c+). La salita fa parte del documentario Opéra Vertical del regista Jean-Paul Janssen.
  • il 19 agosto 1985 Maurizio Giordani sale in free solo la via Tempi Moderni sulla Punta Rocca, parete sud della Marmolada, in 4h:05, via di 850 metri fino al 6c.[1][2]
  • nel 1986 Wolfgang Güllich sale in free solo la via Separate Reality in Yosemite, via di 7b che consiste in un tetto di sei metri a 200 metri dal suolo.[3]
  • nel 1987 Peter Croft sale in free solo in Yosemite le vie Astroman (330 metri, 6c+/5.11c) e The Rostrum (240 metri, 6c+/5.11c) in giornata.[4]
  • nel 2002 Alexander Huber sale in free solo la via Hasse Brandler sulla parete nord della Cima Grande di Lavaredo, via di 550 metri fino al 7a+.[5]
  • nel 2004 Alexander Huber sale in free solo Kommunist, via di 8b+ a Schleierwasserfall.[6]
  • il 23 maggio 2005 Heinz Zak realizza la seconda free solo di Separate Reality.[3]
  • il 27 luglio 2006 Alexander Huber sale in free solo la via Burgasser sulla parete sud del Dente del Gigante.[7]
  • il 29 aprile 2007 Hansjörg Auer realizza la prima salita in free solo della via Attraverso il Pesce sulla parete sud della Marmolada, via di 900 metri fino al 7b+.[8]

Deep Water Soloing[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Deep Water Soloing.

Deep Water Soloing, anche conosciuta come psicobloc, è una forma di arrampicata solitaria senza assicurazione che si pratica su scogliere durante l'alta marea. L'unica forma di protezione è data dalla presenza dell'acqua alla base della parete.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Via Tempi Moderni, gmountain.it. URL consultato il 5 luglio 2012.
  2. ^ Maurizio Giordani, Tempi Moderni per Maurizio in ALP, nº 7, novembre 1985, pp. 22-24.
  3. ^ a b Heinz Zak free-solo Separate Reality, planetmountain.com, 9 giugno 2005. URL consultato il 24 febbraio 2012.
  4. ^ (EN) Peter Croft, thenorthface.com. URL consultato il 1º marzo 2012.
  5. ^ Alex Huber solos Brandler Hasse, ukclimbing.com. URL consultato il 24 febbraio 2012.
  6. ^ (EN) Dougald MacDonald, Huber Solos 5.14, climbing.com. URL consultato il 24 febbraio 2012.
  7. ^ (EN) Solo, Part IV: Alexander Huber, alpinist.com, 16 luglio 2008. URL consultato il 24 febbraio 2012.
  8. ^ Hansjörg Auer free solo sulla via Attraverso il Pesce in Marmolada, planetmountain.com, 23 maggio 2007. URL consultato il 24 febbraio 2012.
arrampicata Portale Arrampicata: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di arrampicata