Frederick Stock

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Frederick August Stock

Frederick August Stock (Jülich, 11 novembre 1872Chicago, 20 ottobre 1942) è stato un direttore d'orchestra e compositore tedesco, famoso per essere stato il Direttore Musicale della Chicago Symphony Orchestra per 37 anni.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Jülich, Germania, Stock ricevette la sua prima educazione musicale dal padre, un direttore di bande militari. All'età di 14 anni fu ammesso al Conservatorio di Colonia come studente di violino e composizione, trovando Engelbert Humperdinck fra gli insegnanti e il direttore Willem Mengelberg frai suoi compagni di classe. Dopo il diploma al Conservatorio, nel 1890, entrò come violinista nella Gürzenich Orchester (Orchestra Municipale) di Colonia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1985 Stock incontrò il direttore d'orchestra Theodore Thomas, fondatore e primo Direttore Musicale della Chicago Symphony Orchestra, persona che avrà una grande influenza sul suo futuro. Thomas, che stava visitando la Germania alla ricerca di musicisti per la sua nuova orchestra di Chicago, fece un'audizione a Stock e lo ingaggiò come violista. Thomas si accorse in fretta che il suo nuovo violista era un direttore di talento e, nel 1899, lo nominò suo assistente.

Dopo la morte di Thomas, il 4 gennaio 1905, ne ebbe il ruolo di Direttore Musicale. Quell'anno scrisse un poema sinfonico Eines Menschenlebens Morgen, Mittag und Abend, dedicato a "Theodore Thomas ed i componenti dell'orchestra di Chicago."[1] Il brano fu eseguito per la prima volta il 7 e 8 Aprile 1905.

Il consiglio d'amministrazione dell'orchestra aveva contattato Hans Richter, Felix Weingartner e Felix Mottl per succedere a Thomas. Ma il Comitato Esecutivo, nella riunione dell'11 Aprile 1905, decretò "Frederick Thomas eletto all'unanimità Direttore dell'orchestra. Il Consiglio ha votato che l'orchestra dovrà essere conosciuta come Chicago Symphony Orchestra, l'orchestra di Theodore Thomas." '"[2] (Il nome della compagine fu definitivamente cambiato in Chicago Symphony Orchestra nel 1913.)

Sotto la direzione di Stock, la Chicago Symphony divenne una delle migliori orchestre d'America, sviluppando un proprio caratteristico suono degli ottoni che è già udibile nelle sue prime registrazioni. Grande promotore della musica moderna, Stock sostenne le opere di molti compositori moderni, inclusi Gustav Mahler, Richard Strauss (che, su invito di Theodore Thomas, era stato il primo direttore ospite in un concerto in abbonamento, nell'aprile 1904), Igor Stravinsky (la cui Sinfonia in DO fu commissionata per il 50º anniversario dell'Orchestra), Sergei Prokofiev (che suonò come solista nella prima esecuzione mondiale del suo 3º concerto per Pianoforte e Orchestra, nonostante lo avesse registrato con la London Symphony nel 1932), Gustav Holst, Zoltán Kodály (il cui "Concerto per Orchestra" fu commissionato da Stock), Nikolai Myaskovsky (la cui 21ª Sinfonia fu commissionata per il 50º anniversario dell'Orchestra), Josef Suk, William Walton, Arthur Benjamin, George Enescu e molti altri. Ma le registrazioni memorabili di Stock sono con il repertorio romantico di Schubert, Schumann, Weber, Goldmark e Glazunov.

I 37 anni di Stock a capo della Chicago Symphony Orchestra furono superati in America solo dal periodo di Eugene Ormandy con la Philadelphia Orchestra. Appena dopo la morte di Stock a Chicago, il 20 ottobre del 1942, Désiré Defauw fu scelto come suo successore.

Nel 1936, quando Stock fu sempre meno in grado di dirigere l'orchestra, Hans Lange, che in precedenza era stato assistente di Arturo Toscanini a New York, fu ingaggiato per dirigere i concerti che Stock non poteva dirigere personalmente. Rimase alla CSO durante tutta la direzione di Defauw e fu un mentore per il compositore Leon Stein.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Philo Adams Otis. The Chicago Symphony Orchestra: Its Organization, Growth and Development 1891-1924, p. 168
  2. ^ Philo Adams Otis. The Chicago Symphony Orchestra: Its Organization, Growth and Development 1891-1924, p. 168

Controllo di autorità VIAF: 121977657 LCCN: no91008654