Fred Holland Day

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Autoritratti dalla serie: Le sette ultime parole di Cristo (1898)

Fred Holland Day o F. Holland Day (8 luglio 186412 novembre 1933) è stato un fotografo ed editore statunitense.

(Nota bene: il cognome è Day, Holland è un middle name).

Vita[modifica | modifica sorgente]

Day, Fred Holland: Nudo maschile.

Day apparteneva al movimento pittorialista, che considerava la fotografia come appartenente alle belle arti. Le sue immagini alludono all'antichità classica nella posa, nella composizione e spesso nel tema. Spesso Day creò un'unica stampa dal negativo. Egli usava soltanto il processo al platino, insoddisfatto da tutti gli altri, e perse interesse verso la fotografia quando il platino divenne impossibile da trovare a seguito della Rivoluzione d'Ottobre in Russia.

All'inizio del XX secolo, la sua influenza e la sua reputazione come fotografo rivaleggiavano con quella di Alfred Stieglitz, la cui fama avrebbe più tardi eclissato la sua.

Il punto di maggior successo della carriera fotografica di Day fu probabilmente la mostra fotografica alla Royal Photographic Society nel 1900. Vi furono esibite 375 immagini di 42 fotografi. 103 di queste immagini erano di Day, e gli valsero sia ampie lodi che critiche spietate da parte dei recensori.

Controversie e vita sessuale[modifica | modifica sorgente]

La vita e il lavoro di Day sono sempre stati controversi. I soggetti delle sue immagini erano spesso nudi maschili di adolescenti.

Pam Roberts, nel libro F. Holland Day (Waanders Pub, 2001; catalogo di una mostra su Day nel Museo Van Gogh di Amsterdam) scrisse:

« Day non si sposò mai e il suo orientamento sessuale (per quanto oggi sia dato ampiamente per scontato che egli fosse omosessuale, a causa dei suoi interessi, dei soggetti delle sue foto, e del suo comportamento eccentrico) fu, come gran parte di ciò che lo riguardava, una questione strettamente privata. »

Day dedicò molto tempo agli adolescenti immigrati a Boston, insegnando loro a leggere e seguendoli negli studi. Uno in particolare, il tredicenne immigrato libanese Khalil Gibran, divenne celebre come autore del libro Il profeta.

Fama[modifica | modifica sorgente]

Fred Holland Day: Nudo maschile.

Day, fino alla riscoperta dei nostri tempi, fu completamente dimenticato dai suoi contemporanei per una serie di ragioni: fu eclissato dal suo rivale, Stieglitz; la fotografia pittorialista passò di moda; gran parte delle sue stampe e dei suoi negativi fu disastrosamente perduta in un incendio, nel 1904. Infine, Day stesso perse interesse per la fotografia e se ne ritirò spontaneamente.

Museo[modifica | modifica sorgente]

La casa di Day al 93 Day Street, a Norwood, (Massachusetts) è oggi un museo, ed è la sede della "Norwood Historical Society".

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Fred Holland Day, Suffering the ideal. Twin Palms Publishers, 1995 ISBN 0-944092-33-0.
  • Pam Roberts, F. Holland Day, Waanders Pub, 2001 (catalogo di una mostra al Museo van Gogh).
  • New Perspectives on F. Holland Day: Selected Presentations from the Fred Holland Day in Context Symposium Held at Stonehill College North Easton, Massachusetts April 19, 1997, Stonehill College Press 1998. ISBN 0-9660964-1-X.

Controllo di autorità VIAF: 63998216 LCCN: n80090266