Freccia Vallone 2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Belgio Freccia Vallone 2012
Edizione 76ª
Data 18 aprile
Partenza Charleroi
Arrivo Huy
Percorso 194 km
Tempo 4h45'41"
Media 40,745 km/h
Valida per UCI World Tour 2012
Ordine d'arrivo
Primo Spagna Joaquim Rodríguez
Secondo Svizzera Michael Albasini
Terzo Belgio Philippe Gilbert
Cronologia
Edizione precedente
Freccia Vallone 2011
Edizione successiva
Freccia Vallone 2013

La Freccia Vallone 2012, settantaseiesima edizione della corsa e valevole come dodicesima prova dell'UCI World Tour 2012, si svolse il 18 aprile 2012 su un percorso di 194 km. Venne vinta dallo spagnolo Joaquim Rodríguez, in forza al Katusha Team, giunto al traguardo con il tempo di 4h45'41" alla media di 40,745 km/h.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione 2012 partiva da Charleroi e si concludeva a Huy, dopo 194 km. La corsa attraversava 10 muri, il più importante dei quali era sicuramente il Muro di Huy, da percorrere per tre volte; in cima a tale salita era posto anche l'arrivo finale.

I muri, in ordine di passaggio, erano: il Muro di Huy (a 70 km), la Côte de Peu d'Eau (a 110 km), la Côte de Haut-Bois (a 115,5 km), la Côte de Groynne (a 141 km), la Côte de Bohisseau (a 147 km), la Côte de Bousalle (a 150 km), nuovamente il Muro di Huy (a 163 km), la Côte d'Amay (a 179,5 km) la Côte de Villers-le-Bouillet (a 185,5 km) e il passaggio finale sul Muro di Huy (a 194 km) che sanciva la conclusione della classica belga.[1]

Squadre e corridori partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Gli organizzatori hanno invitato 25 squadre: oltre alle squadre UCI ProTour, sono state invitate 7 con licenza UCI Professional Continental Team.[2]

N. Cod. Squadra
1-10 BMC Stati Uniti BMC Racing Team
11-18 KAT Russia Katusha Team
21-28 EUS Spagna Euskaltel-Euskadi
31-38 OPQ Belgio Omega Pharma-Quickstep
41-48 LIQ Italia Liquigas-Cannondale
51-58 SKY Regno Unito Sky Procycling
61-68 GEC Australia GreenEDGE Cycling Team
71-78 RNT Lussemburgo RadioShack-Nissan
81-88 MOV Spagna Movistar Team
92-100 VCD Paesi Bassi Vacansoleil-DCM
101-108 RAB Paesi Bassi Rabobank Cycling Team
111-118 SAU Francia Saur-Sojasun
121-128 LAM Italia Lampre-ISD
N. Cod. Squadra
131-138 TT1 Stati Uniti Team Type 1-Sanofi
141-148 AST Kazakistan Astana Pro Team
151-158 ALM Francia AG2R La Mondiale
161-168 ARG Paesi Bassi Argos-Shimano
171-178 GRM Stati Uniti Team Garmin-Barracuda
181-190 TSV Belgio Topsport Vlaanderen-Mercator
191-199 LBT Belgio Lotto-Belisol Team
201-208 FDJ Francia FDJ-BigMat
211-220 LAN Belgio Landbouwkrediet-Euphony
221-228 ACC Belgio Accent.jobs-Willems Veranda's
231-238 SBS Danimarca Team Saxo Bank
241-247 COL Colombia Colombia-Coldeportes

Favoriti[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli altri, sono al via da Charleroi l'ex vincitore Alejandro Valverde (primo nel 2006) ed il campione in carica Philippe Gilbert. I maggiori favoriti sono lo stesso Gilbert, Jelle Vanendert e Joaquim Rodríguez.[3]

Resoconto degli eventi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo circa 60 km esce dal plotone Dirk Bellemakers, raggiunto in seguito da Anthony Roux. I tentativi di raggiungere i fuggitivi da parte di Sjef De Wilde e di Sander Armée non vanno a buon fine, e sono entrambi ripresi dal gruppo.

Superati i 50 km dal traguardo Andy Schleck scatta sul muro di Huy ma è contrattaccato da un gregario di Joaquim Rodríguez (Katusha Team). Successivamente anche Dmitrij Fofonov riesce ad uscire dal gruppo ma i tre corridori vengono recuperati dal gruppo. Bellemakers e Roux vengono ripresi dal plotone.

In seguito ci saranno diversi tentativi di fuga tutti stoppati dal gruppo guidato soprattutto dalla Katusha e dalla Lotto-Belisol Team. Fränk Schleck fora ma rientra in gruppo.

A 5 km dalla conclusione partono Lars-Petter Nordhaug e Ryder Hesjedal che riescono a guadagnare una decina di secondi prima di essere ripresi ai piedi del muro di Huy, a meno di un chilometro dal traguardo. A poche centinaia di metri dal traguardo scatta Rodríguez, portandosi inizialmente dietro anche Jelle Vanendert, Philippe Gilbert, Michael Albasini e Vincenzo Nibali, e prosegue nella sua azione andando a vincere in solitaria la sua prima Freccia Vallone dopo i due secondi posti del 2010 e del 2011. Dietro arrivano Albasini, Gilbert e Vanendert poi Robert Kišerlovski, Daniel Martin, Bauke Mollema e Vincenzo Nibali che aveva perso terreno negli ultimi metri. Assieme a Martin giunge nono l'italiano Diego Ulissi.[4]

Ordine d'arrivo (Top 10)[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Spagna Joaquim Rodríguez Katusha 4h45'41"
2 Svizzera Michael Albasini GreenEDGE a 4"
3 Belgio Philippe Gilbert BMC s.t.
4 Belgio Jelle Vanendert Lotto s.t.
5 Croazia Robert Kišerlovski Astana a 7"
6 Irlanda Daniel Martin Garmin s.t.
7 Paesi Bassi Bauke Mollema Rabobank s.t.
8 Italia Vincenzo Nibali Liquigas s.t.
9 Italia Diego Ulissi Lampre-ISD a 9"
10 Belgio Jurgen Van Den Broeck Lotto a 11"

Punteggi UCI[modifica | modifica wikitesto]

Classifica individuale
Pos. Corridore Squadra Punti
1 Spagna Joaquim Rodríguez Katusha 80
2 Svizzera Michael Albasini GreenEDGE 60
3 Belgio Philippe Gilbert BMC 50
4 Belgio Jelle Vanendert Lotto 40
5 Croazia Robert Kišerlovski Astana 30
6 Irlanda Daniel Martin Garmin 22
7 Paesi Bassi Bauke Mollema Rabobank 14
8 Italia Vincenzo Nibali Liquigas 10
9 Italia Diego Ulissi Lampre-ISD 6
10 Belgio Jurgen Van Den Broeck Lotto 2
Classifica a squadre
Pos. Squadra Punti
1 Russia Katusha Team 80
2 Australia GreenEDGE Cycling Team 60
3 Stati Uniti BMC Racing Team 50
4 Belgio Lotto-Belisol Team 42
5 Kazakistan Astana Pro Team 30
6 Stati Uniti Team Garmin-Barracuda 22
7 Paesi Bassi Rabobank Cycling Team 14
8 Italia Liquigas-Cannondale 10
9 Italia Lampre-ISD 6
Classifica per nazione
Pos. Nazione Punti
1 Belgio Belgio 92
2 Spagna Spagna 80
3 Svizzera Svizzera 60
4 Croazia Croazia 30
5 Irlanda Irlanda 22
6 Italia Italia 16
7 Paesi Bassi Paesi Bassi 14

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mattia De Pasquale, Freccia Vallone 2012, il percorso, Spaziociclismo.it, 17 aprile 2012. URL consultato il 19 aprile 2012.
  2. ^ (EN) La Flèche Wallonne 2012, cyclingnews.com, 17 aprile 2012. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Gilbert, fuoco di paglia o riscossa? Prima risposta alla Freccia Vallone, La Gazzetta dello Sport, 17 aprile 2012. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ (EN) Rodriguez wins La Flèche Wallonne in cyclingnews.com, 18 aprile 2012. URL consultato il 25 aprile 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo