Frattura di Pouteau-Colles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Frattura di Poteau-Colles
Colles fracture.JPG
Radiografia di una frattura di Colles
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 813.41
ICD-10 (EN) S52.5

Per frattura di Poteau-Colles, si intende una frattura delle metafisi radiali distali che interessa principalmente il sesso femminile nell'età anziana. Il suo nome deriva dal chirurgo irlandese Abraham Colles (1773-1843).[1]

Si verifica con una notevole frequenza, per questa ragione pone le fratture di polso al primo posto tra tutte le lesioni traumatiche scheletriche e al terzo posto per incidenza fra le fratture dell'anziano (dopo la frattura vertebrale e la frattura del collo del femore).[2]

Meccanismo patogenetico[modifica | modifica sorgente]

La frattura avviene a causa di un trauma indiretto in seguito alla caduta sul palmo della mano mentre il polso si trova in estensione.[1]

La frattura interessa l'epifisi distale del radio con rima a decorso trasversale con questi spostamenti:

  • "incuneamento" dell'apice del frammento prossimale nella spongiosa di quello distale,
  • dislocazione del frammento distale verso il margine esterno del radio,
  • dislocazione del frammento distale e angolazione in senso dorsale.

Sintomi[modifica | modifica sorgente]

La sintomatologia si basa soprattutto sulle deformità dovute agli spostamenti subiti dal carpo e dalla mano:

  • deformità "a baionetta" del profilo frontale della mano rispetto all'avambraccio: deviazione radiale del carpo e della mano rispetto all'avambraccio.
  • deformità "a dorso di forchetta" del profilo laterale del polso: la mano non si trova più sul prolungamento dell'asse dell'avambraccio, ma si dispone dorsalmente ad esso.

Segni generici di frattura[modifica | modifica sorgente]

I segni generici della frattura sono[3]:

  • dolore spontaneo accentuato alla pressione sull'epifisi distale del radio
  • tumefazione del polso
  • ecchimosi diffusa al polso e alla mano
  • impotenza funzionale

Complicazioni[modifica | modifica sorgente]

  • interessamento del nervo mediano del carpo
  • distrofia simpatica riflessa (o Sindrome di Sudeck)
  • deficit funzionale per riduzione della flessione della mano, dovuto a un consolidamento della frattura senza che sia stata ripristinata a normale angolazione della superficie articolare del radio
  • pseudoartrosi della stiloide ulnare

Trattamento[modifica | modifica sorgente]

I trattamenti delle fratture di Colles consistono[4]:

  • riduzione della frattura che mira al ripristino dei normali angoli di inclinazione della superficie articolare distale del radio
  • immobilizzazione in gesso per ca. 30-35gg., nei primi 20 con gomito flesso e mano flessa ed ulnarizzata

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Carlina V. Albanese, Roberto Passariello, Osteoporosi e malattie metaboliche dell'osso: Clinica e diagnostica, Springer, 2010, ISBN 978-88-470-1357-5.
  • Nigel Palastanga, Derek Field, Roger Soames, Anatomia del movimento umano. Struttura e funzione, Penerbit Buku Kompas, 2007, ISBN 978-88-214-2991-0.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b TG. Wadsworth, Colles' fracture. in BMJ, vol. 301, nº 6745, Jul 1990, pp. 192-4, PMID 2203485.
  2. ^ P. Lips, Epidemiology and predictors of fractures associated with osteoporosis. in Am J Med, vol. 103, 2A, Aug 1997, pp. 3S-8S; discussion 8S-11S, PMID 9302892.
  3. ^ A. Summers, Recognising and treating Colles' type fractures in emergency care settings. in Emerg Nurse, vol. 13, nº 6, Oct 2005, pp. 26-33; quiz 34, DOI:10.7748/en2005.10.13.6.26.c1219, PMID 16259238.
  4. ^ WG. Blakeney, Stabilization and treatment of Colles' fractures in elderly patients. in Clin Interv Aging, vol. 5, 2010, pp. 337-44, DOI:10.2147/CIA.S10042, PMID 21228899.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina