Fratelli dei poveri di San Francesco serafico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Fratelli dei poveri di San Francesco serafico (in latino Congregatio Fratrum Pauperum Sancti Francisci Seraphici, tedesco Armen-Brüder des Heiligen Franziskus Seraphikus) sono un istituto religioso maschile di diritto pontificio: i membri di questa congregazione laicale pospongono al loro nome la sigla C.F.P.[1]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La congregazione venne fondatata ad Aquisgrana il 24 dicembre 1857 da Philipp Höver (1816-1864), in religione fratel Giovanni. A causa del Kulturkampf, nel 1873 l'opera venne trasferita a Bleijerheide, nei Paesi Bassi, ma tornò in Germania nel 1932.[2]

L'istituto ottenne il pontificio decreto di lode e le sue costituzioni vennero approvate il 19 luglio 1910.[2]

Attività e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

I Fratelli dei poveri seguono la regola del terzo ordine regolare di San Francesco; si dedicano all'educazione cristiana ed all'istruzione della gioventù maschile, specialmente di quella abbandonata.[1]

Sono presenti in Belgio, Brasile, Paesi Bassi e Stati Uniti:[3] la sede generalizia risiede a Wever, nell'Iowa.[1]

Al 31 dicembre 2005, la congregazione contava 13 case e 53 religiosi, 3 dei quali sacerdoti.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Ann. Pont. 2007, p. 1503.
  2. ^ a b DIP, vol. IV (1977), col. 691, voce a cura di R. Schmitt.
  3. ^ The Brothers of the Poor of St. Francis. URL consultato il 12-7-2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo