Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale
Presidente Giorgia Meloni
Stato Italia Italia
Fondazione 21 dicembre 2012
Sede Via di San Teodoro, 20
Roma
Ideologia Conservatorismo nazionale[1]
Collocazione Destra[2]
Coalizione Coalizione di centro-destra (2013)
Seggi Camera
9 / 630
Seggi Senato
0 / 315
Seggi Europarlamento
3 / 73
Seggi Consiglio regionale
25 / 1042
Colori Blu
Sito web www.fratelli-italia.it

Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale, noto semplicemente come Fratelli d'Italia, è un partito politico italiano di destra, nato il 21 dicembre 2012 per iniziativa di alcuni esponenti fuoriusciti dal Popolo della Libertà, guidati da Ignazio La Russa, Giorgia Meloni e Guido Crosetto.

Fino al 24 febbraio 2014 il nome del partito è stato Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale.[3]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nascita[modifica | modifica sorgente]

Nel novembre 2012 Ignazio La Russa e Maurizio Gasparri, capogruppo PdL al Senato, lanciano i circoli del Centrodestra Nazionale in appoggio alla candidatura di Angelino Alfano, segretario politico del PdL, alle primarie di partito previste per il successivo mese di dicembre.[4] In seguito Silvio Berlusconi le annulla affermando di volersi nuovamente presentare nelle vesti di leader alle politiche 2013.

La scelta di non permettere la celebrazione delle consultazioni non viene tuttavia condivisa da Giorgia Meloni e Guido Crosetto, che il 16 dicembre 2012 organizzano a Roma la convention Primarie delle idee, nelle quali contestano apertamente sia Berlusconi, sia la possibile alleanza con Mario Monti, a quel tempo ipotizzata da Alfano (in qualità di segretario politico del PdL).[5]

Guido Crosetto (in piedi) con Carlo Fidanza (seduto a sinistra) il 9 febbraio 2013 a Sanremo nella campagna elettorale di Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale.

Il giorno successivo La Russa annuncia di volere fondare una nuova formazione ideologicamente di destra, e il 20 dicembre 2012 ne nasce il gruppo parlamentare al Senato, denominato "Centrodestra Nazionale", con capogruppo Maria Alessandra Gallone.[6] Il 21 dicembre anche Crosetto e la Meloni aderiscono al progetto di La Russa, che muta quindi denominazione in Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale.[7]

Le elezioni politiche del 2013[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Coalizione di centro-destra alle elezioni politiche italiane del 2013.
Distribuzione territoriale del voto per Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale alla Camera dei Deputati nelle elezioni politiche del 2013.

Alle Elezioni politiche italiane del 2013, Fratelli d'Italia risulta essere il terzo partito del centrodestra dopo il PdL e la Lega Nord, eleggendo 9 deputati (tra cui i leader del partito Meloni e La Russa), ma nessun senatore.

Il 4 aprile 2013 il Consiglio Direttivo Nazionale ha deliberato la nomina a Presidente del partito di Ignazio La Russa, a Presidente del Gruppo Parlamentare alla Camera dei Deputati di Giorgia Meloni e la conferma a Coordinatore Nazionale del partito per Guido Crosetto (che già rivestiva provvisoriamente il ruolo).

Fratelli d'Italia si è posizionato quindi all'opposizione del Governo Letta, sostenuto da PD, PdL e Scelta Civica.[8]

L'Officina per l'Italia e le primarie[modifica | modifica sorgente]

Nell'ambito di un progetto di riunificazione delle variegate anime della destra, Fratelli d'Italia ha quindi lanciato l'"Officina per l'Italia", una piattaforma culturale e programmatica a cui hanno aderito anche altri politici come Giulio Terzi di Sant'Agata, Magdi Cristiano Allam, e Gianni Alemanno.[9][10][11]

Nel frattempo, il partito ha promosso una mozione, presentata da Meloni-La Russa-Alemanno all'assemblea della Fondazione Alleanza Nazionale del 14 dicembre 2013, per concedere l'utilizzo del logo di Alleanza Nazionale a Fratelli d'Italia: la mozione è stata approvata con 290 voti favorevoli, causando l'ira di Francesco Storace, che ha parlato apertamente di "scippo".[12] La decisione è stata quindi confermata il 9 gennaio 2014 dal Consiglio di amministrazione della fondazione, che ha reso esecutiva la decisione.[13]

Il 23 e il 24 febbraio 2014 si sono svolte le primarie (con 225 532 votanti) per scegliere il nuovo simbolo del partito che includesse quello di AN, e per ratificare l'elezione di Giorgia Meloni a presidente nazionale; il nome del partito è quindi mutato ufficialmente in "Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale".[14][15]

Durante i lavori del primo congresso nazionale di Fiuggi viene innanzitutto ufficializzata la decisione di uscire dal Gruppo del Partito Popolare Europeo, reputato non sufficientemente di destra, nonché la contestuale svolta su posizioni euroscettiche.[16][17]

In vista delle elezioni europee del 2014, ha aderito a Fratelli d'Italia anche Adriana Poli Bortone, con il suo movimento Io Sud.

Ideologia[modifica | modifica sorgente]

Il partito si ispira alla storia e ai valori di Alleanza Nazionale, rivendicandone le posizioni della destra classica occidentale.

I riferimenti ideali sono effettivamente riconducibili al conservatorismo nazionale.[1] Una minoranza interna guidata da Guido Crosetto esprime infine posizioni liberiste.[senza fonte]

Struttura[modifica | modifica sorgente]

Presidente[modifica | modifica sorgente]

Ufficio di presidenza[modifica | modifica sorgente]

Presidente dell'Assemblea nazionale[modifica | modifica sorgente]

Portavoce regionali[modifica | modifica sorgente]

Risultati elettorali[modifica | modifica sorgente]

Voti % Seggi
Politiche 2013 Camera 665 830 1,95 9
Senato 590 083 1,92 0

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Wolfram Nordsieck, Italy in Parties and Elections in Europe, 2013. URL consultato il 24 gennaio 2014.
  2. ^ FDI, Villari: «Siamo la nuova destra», Messinaoggi, 5 maggio 2013. URL consultato l'8 maggio 2013 (archiviato l'8 maggio 2013).
  3. ^ I risultati delle primarie di Fratelli d'Italia Centro Destra Nazionale del 22 e 23 febbraio 2014
  4. ^ Primarie Pdl: La Russa-Gasparri ufficializzano sostegno Alfano - La Stampa, 17 novembre 2012
  5. ^ Meloni: 'Ne' con Monti ne' con Berlusconi, risposte chiare', ANSA, 16 dicembre 2012
  6. ^ La Russa: "Al Senato nasce gruppo Centrodestra Nazionale", L'Occidentale, 20 dicembre 2012
  7. ^ Salva La Russa, l’ex An presenta nuovo partito: ‘Mi salvo da solo e candido i 2 Marò’, Il Fatto Quotidiano, 21 dicembre 2012
  8. ^ Meloni: Le ragioni di Fratelli d'Italia per non votare la fiducia al governo Letta
  9. ^ Intervento finale di Giorgia Meloni che lancia "Officina per l'Italia" per un nuovo centrodestra.
  10. ^ http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/1327897/Alemanno-e-la-Meloni-presentano--Officina-per-l-Italia-.html
  11. ^ http://www.formiche.net/2013/12/01/i-liberali-destra-preferiscono-meloni-ad-alfano-berlusconi/
  12. ^ Fratelli d'Italia potrà usare il simbolo di Alleanza nazionale alle Europee. Storace: "Vergogna"
  13. ^ Il simbolo di Alleanza Nazionale a Fratelli d'Italia. "E' tornata Alleanza Nazionale: il simbolo a Fratelli d'Italia"
  14. ^ I risultati delle primarie di Fratelli d'Italia Centro Destra Nazionale del 22 e 23 febbraio 2014
  15. ^ Primarie FdI-An: i risultati presentati in conferenza stampa
  16. ^ http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/POLITICA/fratelli_italia_meloni_congresso_fiuggi_euro_irap/notizie/565214.shtml
  17. ^ http://www.fratelli-italia.it/attualita/comunicati-stampa/2373-assemblea-nazionale-i-nomi-di-tutti-gli-eletti.html

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]